Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amleto - Sogno di una notte di mezza estate

Gli indimenticabili n.7

Di ,

Editore: San Paolo (Ediz. Speciale per Famiglia Cristiana)

4.3
(116)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 202 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000030421 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Amleto - Sogno di una notte di mezza estate?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Supplemento a "Famiglia cristiana" n.29 del 25 luglio 1999
Ordina per
  • 1

    lo ammetto , confesso Shakespeare non mi piace, lo so che sembra un'eresia ma proprio non mi piace, ci ho riprovato con un audiobook ma neanche così sono riuscita ad apprezzarlo; non si tratta tanto dello stile, del linguaggio poco familiare, ma anche delle atmosfere, dei personaggi e delle trame ...continua

    lo ammetto , confesso Shakespeare non mi piace, lo so che sembra un'eresia ma proprio non mi piace, ci ho riprovato con un audiobook ma neanche così sono riuscita ad apprezzarlo; non si tratta tanto dello stile, del linguaggio poco familiare, ma anche delle atmosfere, dei personaggi e delle trame, li trovo esasperati nelle caratterizzazioni, esagerati e noiosi

    ha scritto il 

  • 4

    Tragedia e commedia

    Amleto, molto impegnativo da leggere. Sogno di una notte di mezza estate: molto rilassante, onirico, i personaggi sono entrati nel mio immaginario. Del secondo ne avevo già vista la rappresentazione teatrale, che consiglio vivamente a chi ne abbia l'occasione.

    ha scritto il 

  • 0

    Forse non c'ho provato seriamente

    Lettura fatta sovrapensiero, così, tanto per, con la consapevolezza che mi stavo perdendo parecchio.
    Non ci siamo: il teatro va visto, non letto... o non solo, almeno, e con un minimo di attenzione ai contenuti (Amleto, non odiarmi ma proprio non ho trovato nulla di interessante nell ...continua

    Lettura fatta sovrapensiero, così, tanto per, con la consapevolezza che mi stavo perdendo parecchio.
    Non ci siamo: il teatro va visto, non letto... o non solo, almeno, e con un minimo di attenzione ai contenuti (Amleto, non odiarmi ma proprio non ho trovato nulla di interessante nella tua vicenda: devo aver sbagliato qualcosa).
    E poi non in traduzione, quando si parla di autori del calibro di Shakespeare (anche se la firma di Montale dà alla traduzione un giusto peso "letterario").
    E poi mi manca tutto il background storico-letterario, e poi...
    Quel che mi resta è sicuramente la voglia di vedere "in atto" la parodia metateatrale del teatro inscenata dagli artigiani: i commenti degli spettatori mi hanno fatto ridere sul serio!

    ha scritto il 

  • 5

    Non serve che io dica nulla su un capolavoro, ma mi piace lo stesso comunicare che reale godimento sia stato per me assaporare le parole di Amleto, sprofondando nella loro bellezza senza tempo...

    ha scritto il