Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amo la notte con passione

Di

Editore: Mattioli 1885

4.0
(25)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 76 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8862610432 | Isbn-13: 9788862610438 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Marcello Oro ; Curatore: Nausicaa Cerioli

Genere: Fiction & Literature , Travel

Ti piace Amo la notte con passione?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un uomo vaga nell'oscurità di una Parigi deserta; due amici si aggirano "a passo lento" sugli Champs-Elysées; un vecchio contabile si concede un'ultima passeggiata fino al Bois de Boulogne, un rispettabile notaio arriva nella Montmartre degli artisti carico d'ingenue aspettative; "una provincialotta" si avventura nella capitale per inseguirne il "lusso magnifico e corrotto". Sul palcoscenico della Parigi notturna di fine Ottocento, i personaggi di queste novelle si aggirano come ombre cinesi, tragiche o ridicole, sotto la luce dei primi lampioni a gas o nel buio dei propri incubi.
Ordina per
  • 2

    Se dovessi spiegare il motivo per cui non passerò tanto presto ai libri in formato elettronico prenderei ad esempio un qualunque volumetto delle edizioni Mattioli, come questo.
    Oltre alla realizzazione dai bordi arrotondati a ricordare una piccola agenda, un formato che mi piace molto, questi gio ...continua

    Se dovessi spiegare il motivo per cui non passerò tanto presto ai libri in formato elettronico prenderei ad esempio un qualunque volumetto delle edizioni Mattioli, come questo. Oltre alla realizzazione dai bordi arrotondati a ricordare una piccola agenda, un formato che mi piace molto, questi gioiellini trasmettono anche gioia tattile oltre al piacere di leggere delle pagine stampate con caratteri ben definiti su carta di buona fattura. Edizione a parte, per quanto riguarda questo volume si tratta di alcuni racconti minori di Maupassant: lontani anni luce dalla bellezza di "Boule de souif", che resta a mio parere il miglior modo di scoprire questo autore, raggiungono a malapena la sufficienza grazie al mestiere ma senza acuti memorabili.

    ha scritto il 

  • 4

    Sei micro racconti di Guy de Maupassant racchiusi in un elegante libricino sfornato dai tipi della Mattioli 1885. Bello il formato, la cura editoriale, la piantina in bianco e nero che delinea i boulevard di Parigi.
    Un libro che potrebbe essere letto in una pausa tè pomeridiana ma alcuni raccont ...continua

    Sei micro racconti di Guy de Maupassant racchiusi in un elegante libricino sfornato dai tipi della Mattioli 1885. Bello il formato, la cura editoriale, la piantina in bianco e nero che delinea i boulevard di Parigi. Un libro che potrebbe essere letto in una pausa tè pomeridiana ma alcuni racconti sono così intensi da chiedere che si torni su una parola, si sottolinei una frase, si rilegga la pagina.

    “Nessuno ci veniva mai, nessuno là dentro aveva mai parlato. Era morta, muta, senza eco di voce umana. Sembra che i muri conservino qualcosa delle persone che ci vivono dentro, qualcosa del loro portamento, delle loro sembianze, delle loro parole. Le case abitate dalle famiglie felici sono più allegre rispetto alle abitazioni dei miserabili. La sua camera era priva di ricordi, come la sua vita. E si spaventò al pensiero di rientrare in quella stanza da solo, di sdraiarsi nel suo letto, di rifare tutti i movimenti e le faccende di ogni sera. E come per allontanarsi ulteriormente da quel sinistro alloggio, dall’attimo in cui avrebbe dovuto tornarci, si alzò, e ritrovandosi improvvisamente sul viale principale del parco, entrò in un boschetto per sedersi sull’erba…”

    Non sono storie che lasciano il sorriso, non raccontano la Parigi sfavillante ma entrano nelle solitudini di ciascuno di noi: dal notaio alla signora di provincia, dal contabile all’amico poeta. Le pareti di casa amplificano queste solitudini fino a renderle insopportabili. Solo il respiro di Parigi, nella notte, sembra portar un po’ di sollievo.

    “Ma quando cala il sole, una gioia confusa mi penetra in tutto il corpo. Mi sveglio, mi animo. Man mano che l’ombra si addensa, mi sento un’altra persona, più giovane, più forte, più vitale, più felice. La guardo infittirsi la grande e dolce ombra discesa dal cielo: sommerge la città come un’onda impalpabile e impenetrabile, nasconde, cancella, distrugge i colori, le forme, circonda le case, le persone e i monumenti con il suo impercettibile tocco. In quei momenti vorrei strillare di piacere come le civette, correre sui tetti come i gatti; e un invincibile desiderio di amare si accende impetuoso nelle mie vene.”

    Ma è una sensazione passeggera e con le luci dell’alba si svegliano i timori e torna il mal di vivere.

    “Ti ho trascinato stasera in questa passeggiata per non tornare a casa, perché adesso soffro terribilmente nella solitudine del mio alloggio. A cosa servirà? Io ti parlo, tu m ascolti, e siamo soli entrambi, fianco a fianco, ma soli.”

    ha scritto il 

  • 4

    Una perla

    Ho amato questo minuscolo libro di racconti di Maupassant; il primo, molto bello, dà il titolo alla raccolta. "Il giorno mi stanca e mi annoia. E' brutale, assordante. Mi alzo con difficoltà, mi vesto a fatica, esco con rammarico e ogni passo, ogni movimento, ogni gesto, ogni parola, ogni pensier ...continua

    Ho amato questo minuscolo libro di racconti di Maupassant; il primo, molto bello, dà il titolo alla raccolta. "Il giorno mi stanca e mi annoia. E' brutale, assordante. Mi alzo con difficoltà, mi vesto a fatica, esco con rammarico e ogni passo, ogni movimento, ogni gesto, ogni parola, ogni pensiero mi stanca come un peso schiacciante. Ma quanda cala il sole una gioia confusa mi penetra in tutto il corpo. Mi risveglio, mi animo. Man mano che l'ombra si addensa, mi sento un'altra persona, piu' giovane, piu' forte, piu' vitale, piu' felice. [] Quello che si ama con violenza finisce sempre per uccidere"....

    ha scritto il 

  • 5

    Giusto per commentare citando il titolo stesso, ho amato questo libro con passione: diversi brevi racconti tutti ambientati nella Parigi notturna di fine 800. E sembra proprio di essere lì, a passeggiare fra boulevard malinconici e ascoltare il rumore della Senna che scorre fra caffè letterari e ...continua

    Giusto per commentare citando il titolo stesso, ho amato questo libro con passione: diversi brevi racconti tutti ambientati nella Parigi notturna di fine 800. E sembra proprio di essere lì, a passeggiare fra boulevard malinconici e ascoltare il rumore della Senna che scorre fra caffè letterari e bicchieri di assenzio...

    ha scritto il 

  • 4

    Amo la notte con passione. L'amo come si ama il proprio paese o la propria amante, d'un amore istintivo, profondo, invincibile. L'amo con tutti i miei sensi, con i miei occhi che la vedono, il naso che la respira, le orecchie che ne ascoltano il silenzio, con tutto il mio corpo che le tenebre ...continua

    Amo la notte con passione. L'amo come si ama il proprio paese o la propria amante, d'un amore istintivo, profondo, invincibile. L'amo con tutti i miei sensi, con i miei occhi che la vedono, il naso che la respira, le orecchie che ne ascoltano il silenzio, con tutto il mio corpo che le tenebre accarezzano.

    ha scritto il 

Ordina per