Ha scritto il 21/10/16
In questa raccolta di racconti e poesie di Hesse si riconosce il suo approccio intimista, filosofico, spirituale alle cose della vita.
L’amore viene letto come esperienza di evoluzione interiore, più che come un fatto esteriore. Il vero contatto
...Continua
Ha scritto il 24/09/14
Torno ragazzina
Forse questo libricino lo comprai in edicola. Non mi ricordo. So che, da non amante dei classici e delle poesie, ho trovato però molti spunti romantici in queste pagine. Non mi pare di averlo mai finito, quindi lo catalogo come libro da consultazione
Ha scritto il 28/12/12
"Mi sentivo solo e separato da ogni rapporto con la vita, contro la mia volontà, e cercavo di colmare istintivamente questo abisso tra me e la vita con l'imparare, il sapere, il riconoscere."

"Mi trovavo improvvisamente nel mezzo del mond


E' un percorso che rimanda a quello di Pascal, solo che Hermann Hesse, al posto di Dio, mette l'Io, il seguire se stessi: "In tutti i bambini, finchè siano ancora immersi nel mistero, l'anima è senza posa occupata con l'unica cosa davvero importante, vale a dire loro stessi e l'enigmatico nesso tra la loro persona e il mondo circostante. Colui che cerca e il saggio giunti agli anni della maturità ritornano a queste occupazioni, ma per la maggior parte gli esseri umani dimenticano e abbandonano questo mondo interiore, il mondo di ciò che è davvero importante, e lo fanno assai prima e per sempre, e per tutta la vita errano nei policromi labirinti di preoccupazioni, desideri e mete, nessuna delle quali abita nel loro intimo, nessuna delle quali li riconduce alla loro interiorità, a casa."

Ho ritrovato in questa raccolta l'Hermann Hesse de "Il coraggio di ogni giorno", anche se qui il filo è molto meno netto e dispiegato; la raccolta "Amore" credo infatti sia stata curata non da Hesse medesimo. Non sarebbe un caso quindi che mi abbia deluso l'attinenza al tema "Amore", così come la premessa e i punti di vista sul retro. Hermann Hesse invece come al solito mi ha dato tanto, e col suo modo così diretto e intimo, perchè "probabilmente tutti i giovani vivono press'a poco le stesse cose, ma io le racconto, come se fosse stata un'esperienza del tutto individuale, quale in effetti è stata per me".

"Con la psicologia si possono scrivere libri, ma non penetrare nel cuore dell'uomo." ...Continua
Ha scritto il 21/12/10
L’amore presentato in tutte le sue possibili accezioni : sentimento paziente e mai appagato, esperienza necessaria all’adolescente per ricucire i rapporti con la vita, abisso nel quale si sprofonda perché l’amore vuole bruciare e soffrire e distrugge ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 07/08/10
Vi sono libri che si leggono tutti d'un fiato per poi rileggerli con calma. Questo va solamente tragugitato e messo sul comodino per ricordare che esiste. Rileggerlo vuol dire perderne la poesia
  • 1 mi piace

Ha scritto il Mar 02, 2010, 20:02
Tuttavia non davo quasi mai ascolto a quella nostalgia, perchè la vita di stenti e la continua mancanza di denaro mi avevano tolto ogni freschezza e ogni intraprendenza. Quando il ricordo della casa paterna e dei tempi dell'infanzia e della libertà p ...Continua
Pag. 40
Ha scritto il Mar 02, 2010, 20:00
E' pazza la vita! Sia stato il caso o l'ironia della sorte, o forse il coraggio della disperazione, non appena la mia felicità amorosa andò in frantumi, successo e soldi arrivarono come per magia, ottenni, quasi per gioco, quanto non avevo mai osato ...Continua
Pag. 30
Ha scritto il Mar 02, 2010, 19:58
Con la psicologia si possono scrivere libri, ma non penetrare nel cuore dell'uomo, e per giunta io non sono uno psicologo.
Pag. 21

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi