Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amore 14

Di

2.6
(868)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 416 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8807722844 | Isbn-13: 9788807722844 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Fiction & Literature , Romance , Teens

Ti piace Amore 14?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    L'età. . conta!!

    Ho comprato questo libro perché quando era uscito avevo esattamente 14 anni.. chissà, forse mi aspettavo un'attenta analisi sulla vita dei 14enni.. ma non lo è stato..
    ammetto che molte cose mi rigu ...continua

    Ho comprato questo libro perché quando era uscito avevo esattamente 14 anni.. chissà, forse mi aspettavo un'attenta analisi sulla vita dei 14enni.. ma non lo è stato..
    ammetto che molte cose mi riguardavano.. le prime cotte, l'ansia del ragazzo perfetto, le prime feste, ecc.. ma l'ho visto quasi come un susseguirsi di disastri..
    non amo il fatto che la Feltrinelli, soprattutto nei libri di Moccia, si faccia pubblicità. . infatti vengono citati molti libri di questa casa editrice (Kitchen di Banana Yoshimoto oppure L'amico ritrovato)..
    comunque è un libro abbastanza piacevole.. scorrevole in alcuni punti e pesantissimo in altri.. libro che solo gli adolescenti possono apprezzare :)

    ha scritto il 

  • 1

    Quando ho letto questo romanzo avevo circa l'età della protagonista, era il periodo in cui entri nell'adolescenza, ed era anche il periodo "Mocciano".
    Ho sempre dato una seconda possibilità agli scrit ...continua

    Quando ho letto questo romanzo avevo circa l'età della protagonista, era il periodo in cui entri nell'adolescenza, ed era anche il periodo "Mocciano".
    Ho sempre dato una seconda possibilità agli scrittori, ma anche una terza... Mi aspettavo che Moccia superasse la storia di Babi e Step, e invece arriva con Carolina di Amore 14, un romanzo fin troppo adolescenziale. Va bene l'età della ribellione, i primi amori, le delusioni... Però c'è qualcosa di squallido in questi ragazzi. Sarà il linguaggio, il modo di fare, ma recensirlo a distanza di sette anni non gli è di vantaggio. Non mi piacque all'epoca, ora lo eviterei.
    La storia inizia quando Carolina ritorna a scuola dopo le vacanze estive. Dopo le mattinate nei banchi di scuola, Carolina e le sue amiche si ritrovano al bar a raccontarsi gli avvenimenti dell'estate. Uno di quei pomeriggi Carolina si ferma in libreria. Lì un ragazzo, Massimiliano, le regala un CD di James Blunt. Dopo essersi presentati, i due ragazzi si scambiano i numeri di cellulare e si salutano con la promessa di risentirsi. Nel ritorno a casa in autobus, a Carolina viene rubato il cellulare, perdendo così tutti i suoi numeri, compreso quello del nuovo ragazzo conosciuto. Passeranno mesi prima che Carolina rincontri Massimiliano, si riconosceranno? Come finirà questa loro storia?
    Il mio personale consiglio è di leggerlo nei primi anni teen se volete, ma non dopo, i protagonisti vi apparirebbero veramente miseri.

    ha scritto il 

  • 1

    Probabilmente non ho più l'età per questi romanzetti pre-adolescenziali, ma di certo l'impatto che ha avuto questo libro scritto da un uomo adulto è stato tutto tranne che positivo.
    Stile fastidioso ...continua

    Probabilmente non ho più l'età per questi romanzetti pre-adolescenziali, ma di certo l'impatto che ha avuto questo libro scritto da un uomo adulto è stato tutto tranne che positivo.
    Stile fastidioso e contenuti per nulla interessanti.
    Forse alle 14enni di oggi piace, forse...

    ha scritto il 

  • 1

    Dopo questo, mai più Moccia

    Ero piccola, ma ricordo che questo fu l'ultimo libro che comprai. Dopo la saga di 3 metri sopra il cielo e scusa ma ti voglio sposare, arrivai a pensare che avevamo davvero toccato il fondo.

    ha scritto il 

  • 1

    Peggiorata la situazione

    Se non mi erano piaciuti "Tre metri sopra il cielo" e "Ho voglia di te" questo è stato ancora peggio.

    La protagonista, una ragazzina quattordicenne, incontra il suo primo amore.
    Vive le difficoltà del ...continua

    Se non mi erano piaciuti "Tre metri sopra il cielo" e "Ho voglia di te" questo è stato ancora peggio.

    La protagonista, una ragazzina quattordicenne, incontra il suo primo amore.
    Vive le difficoltà della maggior parte degli adolescenti: gli scontri con i genitori, i primi amori, una nuova scuola ed i soldi che non sono mai abbastanza.

    Sinceramente penso che l'amore tra gli adolescenti non venga descritto nella maniera giusta anche perchè nella realtà non è proprio così.

    Una storia inverosimile e troppo sdolcinata.

    ha scritto il 

  • 3

    Non è male come libro, ma mi aspettavo un finale totalmente diverso e a dir la verità mi ha deluso un po', almeno non è stato scontato e uguale a moltissimi altri libri. Qui il lieto fine non c'è prop ...continua

    Non è male come libro, ma mi aspettavo un finale totalmente diverso e a dir la verità mi ha deluso un po', almeno non è stato scontato e uguale a moltissimi altri libri. Qui il lieto fine non c'è proprio stato.

    ha scritto il 

  • 1

    Un tempo avrei anche speso un trecento parole per recensire questo libro, ma ormai penso che non ne valga più la pena. Anche perché l'ultima volta che ho visto un'opera di Fede in vendita è stato dura ...continua

    Un tempo avrei anche speso un trecento parole per recensire questo libro, ma ormai penso che non ne valga più la pena. Anche perché l'ultima volta che ho visto un'opera di Fede in vendita è stato durante una sosta a un autogrill.
    Questo è uno dei libri più brutti e imbarazzanti che abbia mai letto. Se una suora si desse ai racconti erotici, avrebbe più idea di quello di cui sta parlando di questo cinquantenne scapolo che cerca di descrivere una generazione di ragazzini, con un velo quasi di viscidume, sopra la pochezza della trama e dei contenuti. E basta, perché davvero: non merita una recensione, semplicemente tenetevene alla larga, per carità.

    ha scritto il