Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amore liquido

Sulla fragilità dei legami affettivi

Di

Editore: Laterza

3.7
(534)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 219 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8842070882 | Isbn-13: 9788842070887 | Data di pubblicazione:  | Edizione 3

Traduttore: Sergio Minucci

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Family, Sex & Relationships , Philosophy , Social Science

Ti piace Amore liquido?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"La solitudine genera insicurezza, ma altrettanto fa la relazione sentimentale. In una relazione, puoi sentirti insicuro quanto saresti senza di essa, o anche peggio. Cambiano solo i nomi che dai alla tua ansia". I protagonisti di questo libro sono gli uomini e le donne nostri contemporanei, che anelano la sicurezza dell'aggregazione e una mano su cui poter contare nel momento del bisogno. Eppure sono gli stessi che hanno paura di restare impigliati in relazioni stabili e temono che un legame stretto comporti oneri che non vogliono né pensano di poter sopportare.
Ordina per
  • 3

    amore liquido e i bei tempi andati

    Un'opera interessante che può far riflettere sia chi si è adagiato completamente nell'amore liquido (in effetti in 5-6 mesi ha la parte migliore di una relazione poi le maschere cadono e quello che c' ...continua

    Un'opera interessante che può far riflettere sia chi si è adagiato completamente nell'amore liquido (in effetti in 5-6 mesi ha la parte migliore di una relazione poi le maschere cadono e quello che c'è dietro spesso non ci aggrada) sia chi crede nella solidità dei rapporti che creano mutua collaborazione e spesso dipendenza. In ogni caso non c'è possibilità di compromesso tra le due visioni del mondo ma l'ironia del tutto forse ci salverà!

    ha scritto il 

  • 0

    L'autoironia di Bauman fornisce la chiave di lettura di questo libro: nessun assunto è assoluto, nessuna visione è onnicomprensiva. E' solo una lettura della realtà, a tratti forse anche un tantinello ...continua

    L'autoironia di Bauman fornisce la chiave di lettura di questo libro: nessun assunto è assoluto, nessuna visione è onnicomprensiva. E' solo una lettura della realtà, a tratti forse anche un tantinello preoccupata come si addice ad un signore di una certa età....

    ha scritto il 

  • 4

    La prima parte, dedicata all'amore e, in qualche modo, alla sua definizione, è bellissima: "E' insito, nella natura dell'amore, il fatto che esso non possa che significarer il consegnarsi in ostaggio ...continua

    La prima parte, dedicata all'amore e, in qualche modo, alla sua definizione, è bellissima: "E' insito, nella natura dell'amore, il fatto che esso non possa che significarer il consegnarsi in ostaggio al destino" , "L'amore è una rete gettata sull'eternità"... e così via per metà del libro. La seconda parte, un po' più "tecnica", sul concetto di "liquidità" e sulle sue implicazioni, è meno affascinante.

    ha scritto il 

  • 0

    Troppo datato, anche il liquido potrebbe essersi evaporato

    Inferiore ad altre opere di Bauman. Si stenta a discriminare tra ovvietà ben strutturate e reali contributi allla conoscenza della modernità. Inoltre è ormai datato

    ha scritto il 

  • 4

    E’ un libro che mi sarebbe piaciuto studiare con calma, uno di quelli che sembra aprirti gli occhi con facilità per vedere la realtà dietro l’immagine.
    Bisogna leggerlo piano, è scritto con caratteri ...continua

    E’ un libro che mi sarebbe piaciuto studiare con calma, uno di quelli che sembra aprirti gli occhi con facilità per vedere la realtà dietro l’immagine.
    Bisogna leggerlo piano, è scritto con caratteri grandi apposta a sottolineare il peso di ogni capoverso!
    Coglie nel segno con una puntuale essenzialità, un trend che non ha fatto che cristallizzarsi nei dieci anni successivi alla pubblicazione del libro: siamo pronti per il sequel, dall’amore liquido all’amore sublimato.
    Sarà per questo che ci ritroviamo tutti scomodi, stretti e insicuri sul pianeta terra, ed io, per risalire la corrente, tendo ( o forse tento?) di trasformare ogni voglia in desiderio, e il desiderio in mille voglie…per capire questa differenza mi dispiace ma il libro ve lo dovete leggere.
    E’ il mio primo Bauman, l’ho trlvato meno charmant di D’ormesson, ma probabilmente più profondo.
    Sono questi i libri che mi presentano il conto di non aver aperto un libro di filosofia in tre anni di liceo scientifico.
    La cartina di tornasole della veridicità della tesi esposta da Bauman sta nel fatto che non si riesce a trovare un degnospazio di ozio creativo in cui potere leggere roba di questo genere, ma rubare questo esaudimento di desiderio al sonno, al pensiero del lavoro, a questa velocità della luce delle nostre vite che passano e fanno bye bye.
    Soli e precari, per colpa di questo libro, adesso anche coscienti e senza neanche troppe speranze.

    ha scritto il 

  • 3

    Un saggio ricco di frasi che arricchiranno le pagine web dedicate agli aforismi, fonte primaria per le bacheche feisbucchiane di milioni di depressi, delusi dalle liquide relazioni amorose contempora ...continua

    Un saggio ricco di frasi che arricchiranno le pagine web dedicate agli aforismi, fonte primaria per le bacheche feisbucchiane di milioni di depressi, delusi dalle liquide relazioni amorose contemporanee e che paradossalmente sono il bersaglio principale delle tesi di Bauman, che condanna l'incapacità di instaurare relazioni, che va di pari passo con la preferenza della praticità delle connessioni.
    Il punto di partenza è condivisibile, ma a volte la diagnosi di Bauman è troppo semplicistica e superficiale e non dà nessuna indicazione su come vincere la sfida eterna: trovare un punto di equilibrio fra individualismo (come legittima aspirazione alla felicità personale) e senso di responsabilità.

    ha scritto il 

Ordina per