Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amori, bugie e carte d'imbarco

Di

Editore: Sperling & Kupfer

3.3
(56)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 338 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8820037645 | Isbn-13: 9788820037642 | Data di pubblicazione: 

Genere: Family, Sex & Relationships , Humor

Ti piace Amori, bugie e carte d'imbarco?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Da Lisbona a San Francisco, da New York a Roma e Parigi, passando per Amsterdam e New Orleans, non si può certo dire che Kate Bogart sia una pantofolaia. Corrispondente di viaggio, per intrattenere i lettori della sua rubrica "Vorrei Che Tu Fossi Qui" Bogie svolazza per il globo, assaporando la dolce vita romana e l'aria salmastra di Cape Cod, ma a dare movimento alla sua esistenza è soprattutto il versante sentimentale. Mentre lei ripete a ogni tappa i suoi voti di castità, un nutrito gruppetto di giocatrici d'azzardo - che, ahimè, comprende anche la mamma e l'amica del cuore - scommette sui suoi giorni di resistenza. In effetti, come rimanere indifferenti alle focose attenzioni di Paulo, osannato matador portoghese, o al fascino british di Maxwell, intraprendente ex reporter di guerra? E si può forse lasciare Jack, bellissimo ex marito ecologista, nelle grinfie della nerboruta Gretchen? Così, alla maniera dei proverbiali marinai, Kate si sente come se avesse un uomo in ogni (aero)porto: riuscirà a rimanere fedele solo a Truman Capote, il suo dispettoso felino newyorkese? Frizzante, spassoso e irriverente, un romanzo che, di mail in mail, insegue le avventure di un'indimenticabile... donna in corriera.
Ordina per
  • 2

    Chick lit senz'infamia e senza lode, leggero e superficiale, divertente e scontato. Romanzetto senza pretese, ottimo per rilassarsi sotto l'ombrellone.
    Il neo maggiore è la scelta di narrare la vicenda attraverso e-mail: i diversi personaggi non si distinguono tra di loro e tutto resta a li ...continua

    Chick lit senz'infamia e senza lode, leggero e superficiale, divertente e scontato. Romanzetto senza pretese, ottimo per rilassarsi sotto l'ombrellone.
    Il neo maggiore è la scelta di narrare la vicenda attraverso e-mail: i diversi personaggi non si distinguono tra di loro e tutto resta a livello epidermico.

    ha scritto il 

  • 4

    Carino

    Una donna che ama viaggiare. E fin qui nulla di strano. Un ex marito ancora innamorato e con il quale ancora si hanno rapporti, un amico del capo che ti manda un e-mail per congratularsi del tuo lavoro e con il quale inizia un rapporto di amicizia-amore. La sua ex moglie ed il tuo ex marito che s ...continua

    Una donna che ama viaggiare. E fin qui nulla di strano. Un ex marito ancora innamorato e con il quale ancora si hanno rapporti, un amico del capo che ti manda un e-mail per congratularsi del tuo lavoro e con il quale inizia un rapporto di amicizia-amore. La sua ex moglie ed il tuo ex marito che si dichiarano di nuovo. Niente nella sua vita sembra andare come vuole lei... però c'è sempre la mamma a dare i migliori consigli e aiuti.

    Scritto tutto via e-mail. Lettura particolare anche se pensavo fosse più difficile capirci qualcosa :)

    ha scritto il 

  • 3

    Il mio solito libro estivo di poco impegno, che quando lo inizi sai già come andrà a finire, ma si lascia leggere piacevolmente e facendoti viaggiare per mezzo mondo con i due protagonisti e i loro comprimari.
    Ecco, credo che esistono, almeno per me, le letture stagionali (libri leggeri d'es ...continua

    Il mio solito libro estivo di poco impegno, che quando lo inizi sai già come andrà a finire, ma si lascia leggere piacevolmente e facendoti viaggiare per mezzo mondo con i due protagonisti e i loro comprimari.
    Ecco, credo che esistono, almeno per me, le letture stagionali (libri leggeri d'estate e più impegnativi d'inverno), e questo è il libro per l'estate.

    ha scritto il