Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amuleti e talismani

Di

Editore: Tecniche Nuove

4.0
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 224 | Formato: Altri

Isbn-10: 8848109748 | Isbn-13: 9788848109741 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Melania Galliazzo

Genere: Non-fiction , Religion & Spirituality

Ti piace Amuleti e talismani?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In questo volume l'autore racconta leggende e tradizioni di oltre 100 oggetti apotropaici, illustrando come e quando sono stati usati, quale potere è stato loro attribuito e quale signficato hanno oggi. Gran parte degli amuleti fotografati in questo libro fanno parte della collezione privata di Desmond Morris: amuleti e talismani raccolti in ben settanta differenti paesi durante i suoi innumerevoli viaggi. L'autore non solo getta nuova luce sui più importanti amuleti, ma offre una nuova prospettiva completa della loro storia fin dalle origini, tra cui la ruota, la falce di luna crescente, la croce, la svastica, i vari gioielli, e delle consuetudini per esempio l'assaggio dei vini, incrociare le dita e decorare l'albero natalizio.
Ordina per
  • 0

    Approssimativo e parziale: a volte non dice a quale popolo o Paese appartiene una certa tradizione oppure non cita tradizioni anche molto note; certe ipotesi che spiegano i comportamenti paiono immotivate o prefettamente illogiche. Il gufo diventa l'uccello sacro ad Atena (era la civetta, invece: ...continua

    Approssimativo e parziale: a volte non dice a quale popolo o Paese appartiene una certa tradizione oppure non cita tradizioni anche molto note; certe ipotesi che spiegano i comportamenti paiono immotivate o prefettamente illogiche. Il gufo diventa l'uccello sacro ad Atena (era la civetta, invece: la differenza balza all'occhio, perché il gufo ha i "cornetti" in testa e la civetta no). In definitiva, non è un testo di grande rigore ma forse una sorta di operazione di marketing. Belle foto, ad ogni modo.

    ha scritto il