Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Amy, mia figlia

Di

4.1
(33)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 350 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco

Isbn-10: 8845270955 | Isbn-13: 9788845270956 | Data di pubblicazione: 

Genere: Biography , Musica

Ti piace Amy, mia figlia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Non posso dire di aver "seguito" Amy Winehouse da viva, e questo mi dispiace molto. Il libro è molto toccante, e fa capire realmente che persona era Amy, non quella che facevano vedere sui giornali, ma una ragazza che purtroppo si è infilata in un tunnel dal quale non poteva più uscire, una ragaz ...continua

    Non posso dire di aver "seguito" Amy Winehouse da viva, e questo mi dispiace molto. Il libro è molto toccante, e fa capire realmente che persona era Amy, non quella che facevano vedere sui giornali, ma una ragazza che purtroppo si è infilata in un tunnel dal quale non poteva più uscire, una ragazza con un grande cuore, che purtroppo non è riuscita ad affrontare i suoi problemi.
    Dopo aver finito il libro mi sono documentata, ho ascoltato tutte le sue canzoni e devo dire che mi sono piaciute.
    Ora ho l'intera discografia sul mio computer , e l'ascolto spesso, è stata ed è una grande cantante e me ne sono accorta solo ora che non c'è più, che tristezza.

    ha scritto il 

  • 5

    Per stomaci forti, in un certo senso...

    Questo libro ha rappresentato un'esperienza di lettura molto forte, il proverbiale "pugno nello stomaco": è profondamente intriso di umanità e di debolezza, una vera e propria montagna russa emotiva che alterna divertimento ad angoscia, speranza ad irritazione, compassione a rassegnazione - non s ...continua

    Questo libro ha rappresentato un'esperienza di lettura molto forte, il proverbiale "pugno nello stomaco": è profondamente intriso di umanità e di debolezza, una vera e propria montagna russa emotiva che alterna divertimento ad angoscia, speranza ad irritazione, compassione a rassegnazione - non solo nei protagonisti della storia di vita di Amy Winehouse, ma anche nel lettore. La lettura è tanto avvincente quanto destabilizzante e arrivare alla fine del libro è liberatorio e catartico allo stesso tempo! Un libro adatto alla personalità di Amy Winehouse, essere umano e artista, consigliato sia a chi l'ha amata e l'ama ancora (come lo scrivente), sia a chi era incuriosito da lei: il modo migliore per conoscerla meglio e per riconsiderare l'immagine che ne avevano dato i media (e che certamente lei aveva contribuito a creare, volente o nolente)! E per riappacificarmi con lei dopo la delusione del mancato concerto di Lucca... Il mondo ha perso un'artista estremamente talentuosa e sensibile, ma che difficilmente verrà dimenticata e questa biografia toccante contribuirà decisamente a far sì che ciò non si verifichi. R.I.P. Amy Winehouse!

    ha scritto il 

  • 1

    La sensazione che mi ha accompagnato durante tutta la lettura è stato il malessere. Non soltanto per la tristissima storia di questa ragazza ma soprattutto per l'inconsistenza della figura paterna che pare attraversare gli eventi (belli e brutti che siano) con una superficialità incomprensibile e ...continua

    La sensazione che mi ha accompagnato durante tutta la lettura è stato il malessere. Non soltanto per la tristissima storia di questa ragazza ma soprattutto per l'inconsistenza della figura paterna che pare attraversare gli eventi (belli e brutti che siano) con una superficialità incomprensibile e assolutamente riprovevole. Cosa non si fa per guadagnare sulla memoria dei cari estinti...

    ha scritto il 

  • 4

    Mi interessava saperne di più su questa ragazza dalla meravigliosa voce e dall'animo tormentato. Il ritratto che ne emerge dal libro - scritto dal padre Mitch Winehouse - è veramente triste. Interessante, oltre alla storia di Amy, anche il ritratto di un padre impotente di fronte alla tragedia di ...continua

    Mi interessava saperne di più su questa ragazza dalla meravigliosa voce e dall'animo tormentato. Il ritratto che ne emerge dal libro - scritto dal padre Mitch Winehouse - è veramente triste. Interessante, oltre alla storia di Amy, anche il ritratto di un padre impotente di fronte alla tragedia di una figlia amatissima che si autodistrugge. La scrittura non è un granchè ma c'era da aspettarselo.

    ha scritto il 

  • 4

    La storia del calvario di un padre che non si augura a nessuno e di una ragazza dotata di un talento fuori dal comune che non è riuscita a vincere le sue terribili ansie. Un bel libro che aiuta a far luce sulla vera anima di Amy Winehouse al di la delle chiacchiere e delle condanne che in vita le ...continua

    La storia del calvario di un padre che non si augura a nessuno e di una ragazza dotata di un talento fuori dal comune che non è riuscita a vincere le sue terribili ansie. Un bel libro che aiuta a far luce sulla vera anima di Amy Winehouse al di la delle chiacchiere e delle condanne che in vita le sono piovute sopra per i suoi eccessi; e soprattutto fa comprendere che dietro ogni eccesso c'è un grido disperato di aiuto conscio o inconoscio che sia.

    ha scritto il 

  • 0

    La voce di Amy mi ha sempre commossa... da sempre, ancor di più ora che non c'è più... ancor di più ora che ho letto quello che era, al di la di quello che trasmetteva con la sua voce incantevole, e quella malinconia amara che sempre aveva negli occhi... occhi meravigliosi.


    Mi sono avvicin ...continua

    La voce di Amy mi ha sempre commossa... da sempre, ancor di più ora che non c'è più... ancor di più ora che ho letto quello che era, al di la di quello che trasmetteva con la sua voce incantevole, e quella malinconia amara che sempre aveva negli occhi... occhi meravigliosi.

    Mi sono avvicinata a questo libro quasi con titubanza, sbagliando e pensavo che potesse essere, in qualche modo, caduto nella trappola del "fare un libro per vendere o qualcosa di simile"... ma mi sono dovuta ricredere, da subito. Pensavo, sbagliando, che Mitch Winehouse, inconsciamente, fosse stato come spinto un po' troppo a scrivere un libro sulla figlia. Mi sbagliavo.

    Tra le righe di questo libro c'è la Amy che nessuno conosceva... la Amy pura, quella che sì si intravedeva dalla sua musica, ma che era impossibile da conoscere appieno. C'è tutto l'amore d'un padre per la propria figlia... c'è tutta la purezza che solo l'amore può dare.

    Da leggere non solo per chi ha amato e continua ad amare Amy... ma per chi ha bisogno di leggere "cose buone" che commuovono ma che, al tempo stesso, regalano un sorriso.

    Non riesco a dare un "voto" a questo libro... i sentimenti non si misurano.

    ha scritto il 

  • 4

    ROMA - “Le canzoni sono straordinarie, ma dovette attraversare l’inferno per poterle comporre”. Sono le parole di Mitch Winehouse in “Amy. Mia figlia”, il libro scritto dal padre della celebre star inglese morta il 23 luglio 2011. Il volume, pubblicato in Italia da Bompiani, è il racconto intenso ...continua

    ROMA - “Le canzoni sono straordinarie, ma dovette attraversare l’inferno per poterle comporre”. Sono le parole di Mitch Winehouse in “Amy. Mia figlia”, il libro scritto dal padre della celebre star inglese morta il 23 luglio 2011. Il volume, pubblicato in Italia da Bompiani, è il racconto intenso, straziante, tenero e sofferto di 27 anni di vita di un’artista geniale.

    Oggi, a un anno esatto dalla scomparsa di Amy, su queste pagine trova spazio un libro che parla di una bambina vanitosa, un’osservatrice attenta, una star con le sue virtù e le sue paure, una donna che si è lasciata rovinare per amore e che, nonostante l’amore, non è riuscita a rialzarsi.

    continua: http://www.chronicalibri.it/2012/07/amy-mia-figlia/#comment-30932

    ha scritto il