Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

An Abundance of Katherines

By

Publisher: Penguin Books Ltd

3.5
(410)

Language:English | Number of Pages: 272 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , German , Portuguese , Spanish

Isbn-10: 0142410705 | Isbn-13: 9780142410707 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , eBook , Library Binding , Others

Category: Fiction & Literature , Romance , Teens

Do you like An Abundance of Katherines ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
When it comes to relationships, Colin Singleton's type is girls named Katherine. And when it comes to girls named Katherine, Colin is always getting dumped. Nineteen times, to be exact. On a road trip miles from home, this anagram-happy, washed-up child prodigy has ten thousand dollars in his pocket, a bloodthirsty feral hog on his trail, and an overweight Judge Judy - loving best friend riding shotgun - but no Katherines. Colin is on a mission to prove The Theorem of Underlying Katherine Predictability, which he hopes will predict the future of any relationship, avenge Dumpees everywhere, and finally win him the girl. Love, friendship, and a dead Austro-Hungarian archduke add up to surprising and heart - changing conclusions in this ingeniously layered comic novel about reinventing oneself. This book comes from the "New York Times" bestselling author of "The Fault in Our Stars" and "Looking for Alaska", John Green. John has a huge online presence through his 1.1 million Twitter followers and YouTube channel Vlogbrothers, which has been viewed over 200 million times and has 660,000 subscribers, making it one of the most successful online channels in history.
Sorting by
  • *** This comment contains spoilers! ***

    3

    Mah, c'è di meglio, noiosetto.

    Ho letto questo libro sotto l'ombrellone, e che dire, posso dire uno stiracchiato "carino". Ma neanche tanto.
    Il protagonista è un po' asociale e un bel po' noioso, anche se le avventure a cui va inco ...continue

    Ho letto questo libro sotto l'ombrellone, e che dire, posso dire uno stiracchiato "carino". Ma neanche tanto.
    Il protagonista è un po' asociale e un bel po' noioso, anche se le avventure a cui va incontro sono simpatiche.
    Avrei pensato che dopo questo viaggio lui sarebbe cambiato un pochino e migliorato nei suoi mille evidenti problemi psicologici, ma niente. Rimane esattamente come alla prima pagina, dubito che abbia avuto chissà che miglioramenti sinceramente, se non interrompere la catena delle Catherine.
    Mi è piaciuto di più il personaggio di Hassan, dava un po' di brio alla storia.
    Carino da leggere sotto l'ombrellone, ma comunque non lascia nulla perchè non ho davvero trovato una parvenza di morale in questa storia.

    said on 

  • 4

    Così così

    Tre stelle per la trama, banale e non molto coinvolgente. Quattro stelle per il modo in cui Green l'ha raccontata, per il ruolo fondamentale della matematica in questa storia e per il finale che mi h ...continue

    Tre stelle per la trama, banale e non molto coinvolgente. Quattro stelle per il modo in cui Green l'ha raccontata, per il ruolo fondamentale della matematica in questa storia e per il finale che mi ha fatto rivalutare il senso di tutto il libro. Ma piu' che altro per le emozioni che mi ha suscitato nel momento in cui l'ho terminato (quindi parere soggettivo e direi non in linea con le qualita' oggettive del romanzo - abbastanza scarse -). Punti critici: il protagonista e' odioso; la situazione della caccia al maiale e' ridicola; mi sento in imbarazzo per due personaggi (idioti) che scelgono di fare sesso in un cimitero. Conclusione: libro da spiaggia e nulla di più, fara' presto parte della categoria "libri in fretta dimenticati". Si lo so, la mia opinione è incoerente, come il protagonista d'altronde. Se Colin fosse stato davvero intelligente avrebbe capito sin da subito che l'amore non può essere spiegato tramite l'utilizzo della razionalità.

    said on 

  • 4

    Ecco chi ti piace veramente.
    Le persone con cui puoi pensare ad alta voce.

    Quarto libro di Jhon Green, secondo libro in cui non muore nessuno dei suoi protagonisti. Teorema Catherine, a differenza d ...continue

    Ecco chi ti piace veramente.
    Le persone con cui puoi pensare ad alta voce.

    Quarto libro di Jhon Green, secondo libro in cui non muore nessuno dei suoi protagonisti. Teorema Catherine, a differenza di Colpa delle stelle e Cercando Alaska, racconta qualcosa di più vicino a tutti noi: le delusioni amorose. E ne parla attraverso Colin Singleton, esperto in anagrammi e in Catherine. Il protagonista, infatti, racconta la sua abilità di innamorarsi sempre di una Catherine e la sua ulteriore capacità di farsi sempre lasciare. Da queste deduzioni, da un viaggio con Hassan e nuovi incontri nella città di Gutshot, Colin inizia ad ipotizzare un vero e proprio teorema che possa in qualche modo raffigurare e, perché no, prevedere le relazioni umane, distinguendo i soggetti in Mollatori e Mollati.

    Insomma, questo libro è un viaggio nella mente di un ragazzo che poteva essere un prodigio secondo i genitori e che non lo è mai diventato; è un'analisi approfondita di tutte le relazioni che circondano i protagonisti, che siano esse d'amore o semplicemente d'amicizia. Ma soprattutto è la presa di coscienza che, per quante formule possano esistere per spiegare il passato, è impossibile definirne una che possa prevedere il futuro. Bisogna lanciarsi nell'ignoto e correre ancora una volta il rischio.

    said on 

  • 3

    Mi è piaciuto molto, una lettura leggera adatta all'estate. La storia è molto simile a quella di Città di Carta, ma meno coinvolgente, anche se lo stile di John Green è sempre fantastico, con quella n ...continue

    Mi è piaciuto molto, una lettura leggera adatta all'estate. La storia è molto simile a quella di Città di Carta, ma meno coinvolgente, anche se lo stile di John Green è sempre fantastico, con quella nota di ironia. Per non parlare dei dialoghi tra i personaggi, che mi tirano sempre su il morale.

    said on 

  • 3

    Colin Singleton è un ex bambino prodigio, che parla fluentemente 11 lingue ed è abilissimo negli anagrammi, ma è spaventato di non riuscire a sfruttare le sue abilità per diventare qualcuno, dato che ...continue

    Colin Singleton è un ex bambino prodigio, che parla fluentemente 11 lingue ed è abilissimo negli anagrammi, ma è spaventato di non riuscire a sfruttare le sue abilità per diventare qualcuno, dato che il suo sogno è quello di diventare famoso per la sua intelligenza.
    Per lui la genialità è sempre stata accompagnata dalla difficoltà di fare amicizia e la sua unica compagnia sono Hassan, il suo amico pigrissimo ma simpatico, e le varie ragazze di nome Catherine che incontra e che puntualmente gli spezzano il cuore.
    Dopo essere stato lasciato dalla diciannovesima Catherine, Colin viene convinto da Hassan a fare un viaggio per schiarirsi le idee e i due si ritroveranno nel Tennessee a visitare la tomba dell'Arciduca Francesco Ferdinando, mentre Colin cerca di trasformare il suo dolore in una formula matematica per proteggersi da future sofferenze.

    Il libro segue il tipico schema di John Green: adolescente sfigato e impopolare ma con una particolare caratteristica che compie un viaggio, sia fisico che emotivo, nel quale mette in dubbio tutta la sua vita per poi trovare la sua strada.
    Green usa il suo tocco per aggiungere interesse ad una storia che altrimenti rischia di essere banale e riesce come al solito a stupire.

    said on 

  • 3

    Un Green non eccezionale..

    'Teorema Catherine' è il secondo romanzo pubblicato da Green e, a mio parere, il peggiore tra i suoi romanzi. Il difetto principale è il protagonista eccessivamente noioso. Ha, peró, una morale nascos ...continue

    'Teorema Catherine' è il secondo romanzo pubblicato da Green e, a mio parere, il peggiore tra i suoi romanzi. Il difetto principale è il protagonista eccessivamente noioso. Ha, peró, una morale nascosta e un finale poco prevedibile. Ho adorato le note a piè di pagine con le varie formule matematiche e i vari aneddoti del protagonista. In summa: consiglio questo libro a chi ha già letto Green e vuol 'completare' la sua 'collezione'.

    said on 

Sorting by
Sorting by