Anatomia dell'irrequietezza

Voto medio di 787
| 94 contributi totali di cui 78 recensioni , 16 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Per i lettori che conoscono e amano Bruce Chatwin Anatomia dell’irrequietezza diventerà una sorta di breviario, per quelli che hanno meno familiarità con l’opera del grande vagabondo sarà un’introduzione alle sue esperienze e alle sue idee, ... Continua
Ha scritto il 15/10/16
“Anatomia dell’irrequietezza” è una raccolta postuma di testi scritti da Bruce Chatwin, divisa in sezioni. Nella prima Chatwin parla della sua predisposizione al viaggio, la ricerca di luoghi dove sentirsi a casa e poter esprimere se ...Continua
  • 1 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 19/09/16
Lo considero un completamento della lettura dell'Opera di Chatwin. Se son piaciuti i più noti, bisogna aggiungerci anche questo.
  • 2 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 05/09/16
Bellissimo viaggio, anche interiore. L'ho letto bene; l'unica parte che proprio ho saltato è quello delle recensioni che l'autore fa ad alcuni libri.Altro piccolo difetto quando si addentra alla descrizione degli oggetti da collezione. Per il resto ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 03/05/16
Si tratta di un libro postumo dello scrittore inglese, pubblicato nel 1996. Contiene dicotomie che lasciano il segno (radici-deserto, vivere stanziale-nomadismo, progresso-natura, razionalità-istinto, potere-rivoluzione) e temi incisivi e tuttora ...Continua
Ha scritto il 18/01/16
Una raccolta di scritti, pensieri, recensioni. Racconti di viaggio, di sogni, di desideri di evasione. Un senso di incompletezza aleggia su tutta l'opera. Il titolo si riferisce ad un libro che l'Autore ha avuto in lettura, però mai completata. Lo ...Continua

Ha scritto il Sep 05, 2016, 10:13
il viaggio dev'essere avventuroso....sentire piu' da vicino le necessità e gli intralci del vivere; scendere da questo letto di piume della civiltà e trovare sotto i piedi il granito del globo, sparso di selci taglienti
Pag. 124
Ha scritto il Jan 18, 2016, 23:47
Detesto le confidenze. D'altronde, sono convinto che un uomo è la somma delle sue cose, anche se alcuni fortunati sono la somma di un'assenza di cose.
Ha scritto il Jun 03, 2011, 18:37
In uno dei suoi momenti cupi, Pascal dice che tutta l'infelicità dell'uomo proviene da una causa sola, non sapersene star quieto in una stanza. <> egli scrive < ...Continua
Pag. 121
Ha scritto il Jun 03, 2011, 18:33
E' un impulso emotivo anzichè razionale quello che ha sempre indotto gli uomini ad abbandonare la civiltà e a cercare una vita più semplice, una vita in armonia con la <>, non impacciata da possessi, libera da vincoli opprimenti della ...Continua
Pag. 104
Ha scritto il Jun 03, 2011, 18:31
Girovagare soddisfa in parte, magari, la mia curiosità naturale e il mio impulso a esplorare, ma poi sono tirato indietro da un desiderio di casa. Ho una coazione a vagare e una coazione a tornare - un istinto di rimpatrio, come gli uccelli ...Continua
Pag. 94

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi