Ancella

Aspirazioni e fermenti di una giovane donna

Di

Editore: Mondadori

2.9
(8)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: A000112976 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Mario Casalino

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura

Ti piace Ancella?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Ancella

    "Maid in waiting" è il primo romanzo della "trilogia di Dinny" nota come "End of the chapter". Sempre attento all'analisi sociale e dei mutamenti nel costume e nella morale nell'Inghilterra degli anni ...continua

    "Maid in waiting" è il primo romanzo della "trilogia di Dinny" nota come "End of the chapter". Sempre attento all'analisi sociale e dei mutamenti nel costume e nella morale nell'Inghilterra degli anni '30, Galsworthy propone una nuova serie di personaggi, senza troppo staccarsi dal mondo dei Forsyte. Nel romanzo sono narrate due vicende, entrambe pretesto per un approfondimento della natura dei personaggi e della società. Nel suo insieme il romanzo presenta una scrittura felice ma una struttura meno organica e soddisfacente del solito. Ottima opera, comunque, penalizzata però da una traduzione insoddisfacente.

    ha scritto il 

  • 2

    Riposante, abbastanza inutile, illuminante sul "tipo inglese".
    Di Galsworthy avevo letto la saga dei Forsythe che mi era piaciuto molto, ma questo non ha fuoco, non ha passione, è una narrazione abbas ...continua

    Riposante, abbastanza inutile, illuminante sul "tipo inglese".
    Di Galsworthy avevo letto la saga dei Forsythe che mi era piaciuto molto, ma questo non ha fuoco, non ha passione, è una narrazione abbastanza distante (stanca? anziana?) di una britannica fanciulla, Dinny, e del tentativo di non fare finire estradato in Bolivia suo fratello Uberto (si, quasi tutti i nomi sono tradotti, è un'edizione del '33!).
    Ci si muove tra sir, squire, lord e ministri; tutti sono indicibilmente buoni e corretti, anche l'americano Hallorsen - che ha dato vita alla tragedia di Uberto (il libro non merita di essere raccontato e quindi eviterò i dettagli) - si rivela nobile di cuore.
    Insomma, lontano anni luce dai due americani-inglesi che hanno così ben ritratto quegli anni, Wharton e James.
    Però si lascia leggere, senza lungaggini.

    ha scritto il