Anche stasera

Come l'Opera ti cambia la vita

Voto medio di 45
| 21 contributi totali di cui 11 recensioni , 10 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Questo libro è la storia di una passione, la passione per l'opera lirica, lo spettacolo più elaborato, esagerato, costoso, assurdo - quindi affascinante inventato dall'uomo e, in particolare, dagli italiani. Alberto Mattioli, giornalista ... Continua
Ha scritto il 09/03/16
ANCHE PIÙ OLTREQuando si arriva al termine, si rimpiange che il libro non vada avanti per un altro centinaio di pagine. Perché è un'appassionata dichiarazione d'amore dell'Opera, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti - quindi anche tutte le ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 19/04/14
libro prezioso di cui non capisco come si possa parlare male. L'avevo preso in biblioteca, ma ora lo comprerò sicuramente per averlo nella mia libreria nel reparto opera lirica! E quanti spunti interessanti per una che l'opera vorrebbe cantarla, in ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 03/09/13
Divertentissimo!
Se un giorno nella vostra vita, comodamente seduti in platea avete desiderato che almeno uno dei puntuali attacchi di tosse durante un "pianissimo" avesse esiti fatali, questo è il libro che fa per voi.
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 02/04/13
Ho conosciuto Alberto Mattioli grazie alle gustose cronache teatrali pubblicate dal mensile Art e Dossier. In questo volume, in cui si ritrova la penna scanzonata e divertente del giornalista modenese, aleggia però anche parecchia spocchia. Era ..." Continua...
  • 2 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il 25/12/12
Anche se non concordo con l'autore su alcune sue affermazioni, è un libro scritto bene, molto interessante e divertente da leggere. Lo consiglio sia ai neofiti che agli aficionados degli spettacoli lirici.
Buona lettura!

Alfredo
  • Rispondi

Ha scritto il Nov 05, 2014, 14:09
[Il problema più importante è] che il teatro e la musica non sono sottratti al fluire del tempo. E nemmeno al fatto che non cambiano solo i tempi, cambiamo anche noi. Sono diversi, per esempio, i nostri occhi e le nostre orecchie. Cioè, sono ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 05, 2014, 14:05
Non ci sarà cantante o ripassatore di spartiti o loggionista o semplice fesso che non garantirà: "Verdi quell'acuto lo voleva, me l'ha detto il mio maestro che l'ha saputo dal suo che era figlio della donna di servizio di Tamagno al quale Verdi ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 05, 2014, 14:01
La critica italiana, sempre all'avanguardia della retroguardia.
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 05, 2014, 14:01
A un certo punto arrivò una coppia tedesca giovane e perfetta, marito e moglie alti e biondi e con gli occhi azzurri, scortati dalla governante che accompagnava a sua volta il pupo, non ancora alto ma già biondo e con gli occhi azzurri. Invece che ... Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il Nov 05, 2014, 13:56
Ovvio che sulla collina l'intera recita si svolga nel buio più completo e nel silenzio più assoluto. Impensabile udire un telefonino che trilla, una caramella che viene scartocciata, un colpo di tosse men che discreto. All'inizio di ogni atto, in ... Continua...
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi