Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Ancora dalla parte delle bambine

By Loredana Lipperini

(290)

| Paperback | 9788807722141

Like Ancora dalla parte delle bambine ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Le eroine dei fumetti le invitano a essere belle. Le loro riviste propongono test sentimentali e consigli su come truccarsi. Nei loro libri scolastici, le mamme continuano ad accudire la casa per padri e fratelli. La pubblicità le dipinge come piccol Continue

Le eroine dei fumetti le invitano a essere belle. Le loro riviste propongono test sentimentali e consigli su come truccarsi. Nei loro libri scolastici, le mamme continuano ad accudire la casa per padri e fratelli. La pubblicità le dipinge come piccole cuoche. Le loro bambole sono sexy e rispecchiano (o inducono) i loro sogni. Questo è il mondo delle nuove bambine. Negli anni settanta, Elena Gianini Belotti raccontò come l'educazione sociale e culturale all'inferiorità femminile si compisse nel giro di pochi anni, dalla nascita all'ingresso nella vita scolastica. Le cose non sono cambiate, anche se le apparenze sembrano andare nella direzione contraria. Ad esempio, libri, film e cartoni propongono, certo, più personaggi femminili di un tempo: ma confinandoli nell'antico stereotipo della fata e della strega. Sembra legittimo chiedersi cosa sia accaduto negli ultimi trent'anni, e come mai coloro che volevano tutto (il sapere, la maternità, l'uguaglianza, la gratificazione) si siano accontentate delle briciole apparentemente più appetitose. E bisogna cominciare con l'interrogarsi sulle bambine: perché è ancora una volta negli anni dell'infanzia che le donne vengono indotte a consegnarsi a una docilità oggi travestita da rampantismo, a una certezza di subordine che persiste, e trova forme nuove persino in territori dove l'identità è fluida come il web.

149 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Il libro è fonte di molte informazioni interessanti ed accompagna nella riflessione. Purtroppo però divaga continuamente, i capitoli partono da un tema ma poi seguirne il filo diventa complicato, in quanto si dipana in troppe vie traverse.

    Inoltre è ...(continue)

    Il libro è fonte di molte informazioni interessanti ed accompagna nella riflessione. Purtroppo però divaga continuamente, i capitoli partono da un tema ma poi seguirne il filo diventa complicato, in quanto si dipana in troppe vie traverse.

    Inoltre è incredibilmente critico. Finisce per fare la stessa cosa di cui accusa la società: additare le donne per qualsiasi scelte facciano, sempre e solo condizionate.... ma avremmo ancora un pò di libero arbitrio??

    Peccato, partiva da ottimi presupposti.

    Is this helpful?

    -Cele Snicket- said on Mar 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    niente a che vedere con la capacità di analisi del predecessore, solo qualche spunto interessante qui e lì. La scrittura è molto disordinata e un po' troppo polemica.

    Is this helpful?

    Rosaria Musumeci said on Mar 13, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    molto bello. sicuramente da molti spunti di riflessione. mette in luce cose talmente ovvie che ormai non ci facevo nemmeno più caso, dandole per scontate senza riflettere sul fatto che siano sbagliate. unico difetto un pò "esagerato". o forse sono io ...(continue)

    molto bello. sicuramente da molti spunti di riflessione. mette in luce cose talmente ovvie che ormai non ci facevo nemmeno più caso, dandole per scontate senza riflettere sul fatto che siano sbagliate. unico difetto un pò "esagerato". o forse sono io che sono talmente impastata in questi preconcetti sulla condizione della donna da non capire. ma non vedo dove sia l'errore se una donna laureata e affermata sogni cmq di farsi una famiglia. per il resto credo che nel mio piccolo assesterò ulteriormente il tiro nell'educazione dei miei figli

    Is this helpful?

    Irina Barabino said on Sep 15, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sono stata bambina all'inizio e adolescente alla fine degli anni Novanta, e confermo tutto.

    Is this helpful?

    citrosodina said on Sep 7, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    ESSENZIALE per comprendere i meccanismi della società che fa del genere una differenza insormontabile ed imputa ai media l'unica responsabilità negativa di questo, avviando uno "scarica barile" continuo (dalla tv, ad internet, da internet alla famigl ...(continue)

    ESSENZIALE per comprendere i meccanismi della società che fa del genere una differenza insormontabile ed imputa ai media l'unica responsabilità negativa di questo, avviando uno "scarica barile" continuo (dalla tv, ad internet, da internet alla famiglia, ecc.). Consiglio di leggere prima il testo della Belotti per capire come è stato trasmesso tradizionalmente il concetto di genere nei vari meccanismi, poi il testo della Lipperini per capire come questi siano sopravvissuti e rapportatisi con i nuovi media.

    Is this helpful?

    Lasca said on Aug 22, 2013 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (290)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 288 Pages
  • ISBN-10: 8807722143
  • ISBN-13: 9788807722141
  • Publisher: Feltrinelli
  • Publish date: 2010-01-01
Improve_data of this book