And Then There Were None

A Novel

By

Publisher: St. Martin's Paperbacks

4.4
(14526)

Language: English | Number of Pages: 288 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , Italian , German , French , Catalan , Swedish , Czech , Greek , Dutch , Portuguese

Isbn-10: 0312979479 | Isbn-13: 9780312979478 | Publish date: 

Also available as: Audio Cassette , Paperback , Hardcover , School & Library Binding , Leather Bound , Library Binding , Others , Audio CD , Softcover and Stapled , eBook

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like And Then There Were None ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
First, there were ten--a curious assortment of strangers summoned as weekend guests to a private island off the coast of Devon. Their host, an eccentric millionaire unknown to all of them, is nowhere to be found. All that the guests have in common is a wicked past they're unwilling to reveal--and a secret that will seal their fate. For each has been marked for murder. One by one they fall prey. Before the weekend is out, there will be none. And only the dead are above suspicion.AUTHORBIO: Agatha Christie is the world's best-known mystery writer. Her books have sold over a billion copies in the English language and another billion in 44 foreign languages. She is the most widely published author of all time in any language, outsold only by the Bible and Shakespeare. Her writing career spanned more than half a century, during which she wrote 80 novels and short story collections, as well as 14 plays, one of which, The Mousetrap, is the longest-running play in history. Two of the characters she created, the brilliant little Belgian Hercule Poirot and the irrepressible and relentless Miss Marple, went on to become world-famous detectives. Both have been widely dramatized in feature films and made-for-TV movies. Agatha Christie also wrote romantic novels under the pseudonym Mary Westmacott. As well, she wrote four non-fiction books including an autobiography and an entertaining account of the many expeditions she shared with her archaeologist husband, Sir Max Mallowan. Agatha Christie died in 1976.
Sorting by
  • 3

    Nononono, bellissima l'ambientazione sull'isola, bella l'idea delle dieci persone con lo scheletro nell'armadio ma...un giallo senza neanche un briciolo di indizi per capire da soli chi è l'assassino ...continue

    Nononono, bellissima l'ambientazione sull'isola, bella l'idea delle dieci persone con lo scheletro nell'armadio ma...un giallo senza neanche un briciolo di indizi per capire da soli chi è l'assassino proprio non lo posso accettare!

    said on 

  • 4

    A qualcuno è mai capitato di scorrere le pagine in avanti, giusto per vedere quante ne mancano alla fine del capitolo? Magari siete stanchi, a letto, gli occhi si stanno per chiudere, ma c'è ancora un ...continue

    A qualcuno è mai capitato di scorrere le pagine in avanti, giusto per vedere quante ne mancano alla fine del capitolo? Magari siete stanchi, a letto, gli occhi si stanno per chiudere, ma c'è ancora una briciola di lucidità intellettiva che vi spinge a dire che se mancano due, tre pagine al prossimo capitolo, forse è fattibile leggerle prima di morire addormentati. Ecco, a me è successo leggendo Dieci piccoli indiani, e ovviamente mi sono spoilerata da sola il chi della situazione. Lo sapevo che non lo dovevo fare, lo sapevo lo giuro, però è stato più forte di me: volevo dormire ma volevo ancora leggere. Con i gialli però è un'autospoileramento telefonato, dovevo e dovrò starci più attenta.

    Imprecazioni sussurrate sotto le coperte alle due di notte a parte, me lo sono goduto questo giallo a “isola chiusa” della Christona. Come tutte le sue narrazioni anche questa scorre davvero bene, e da signora del Giallo quale lei era e sarà per sempre, la curiosità di capire chi, cosa e come è costantemente stimolata, tant'è che credo siano pochi quelli che non si sono bevuti in un sorso questa bella storia di morte e morti mezza degenerata.

    Che poi, son dell'idea che i gialli della Christie andrebbero letti sempre due volte: la prima per lasciarsi trasportare da quella abitudinaria scia di morte che culmina nella scoperta dell'assassino ( senza che in tutto questo ci si capisca poco più di una mazza); la seconda per rivivere tutto col senno di poi, assaporando quel pizzico di superbia che finalmente ci distingue da quei poveri inetti e ignari personaggi.

    Comunque, devo ammettere con onestà che preferisco i casi di Miss Marple e Poirot sopra tutti; considero Dieci piccoli indiani un testo leggermente sopravvalutato tra la sconfinata produzione di capolavori della Signora, ma questo è una mia opinione personale. Però, narrazione di genere sempre valida e godibile, dal gusto retrò che mai stanca. Proverò a rileggerlo in lingua originale, prima o poi.

    said on 

  • 4

    Wow

    E' il primo libro di Agatha Christie che leggo e devo dire che mi ha lasciata a bocca aperta fino all'ultima pagina... Non vi preoccupate, non vi svelerò nulla dell'assassino e sul suo modo di agire c ...continue

    E' il primo libro di Agatha Christie che leggo e devo dire che mi ha lasciata a bocca aperta fino all'ultima pagina... Non vi preoccupate, non vi svelerò nulla dell'assassino e sul suo modo di agire con astuzia e furbizia. Si tratta di un libro ricco di dettagli e minuziose descrizioni dei vari personaggi coinvolti. Una lettura piacevole.

    said on 

  • 5

    Labirintico

    L'autrice di gialli più famosa di sempre mostra tutta la sua abilità nel creare labirintici intrecci narrativi, proprio perché in questo caso mette le carte subito in tavola e le scopre man mano facen ...continue

    L'autrice di gialli più famosa di sempre mostra tutta la sua abilità nel creare labirintici intrecci narrativi, proprio perché in questo caso mette le carte subito in tavola e le scopre man mano facendoci assaporare tutta la sospance degna dei migliori thriller.

    said on 

  • 4

    Il giallo per antonomasia. L'ansia palpabile, la sfiducia nell'altro che pagina dopo pagina porta il lettore ad un epilogo inaspettato.
    Consigliato anche ad un pubblico giovane che si avvicina per la ...continue

    Il giallo per antonomasia. L'ansia palpabile, la sfiducia nell'altro che pagina dopo pagina porta il lettore ad un epilogo inaspettato.
    Consigliato anche ad un pubblico giovane che si avvicina per la prima al genere.

    said on 

  • 5

    E’ uno dei pochi libri, come “Assassinio sull’Orient Express”, che ti fa “scervellare” e ti prende con sé come se fossi tu uno dei protagonisti.
    In alcuni momenti fa pure paura …
    Angelica - prima med ...continue

    E’ uno dei pochi libri, come “Assassinio sull’Orient Express”, che ti fa “scervellare” e ti prende con sé come se fossi tu uno dei protagonisti.
    In alcuni momenti fa pure paura …
    Angelica - prima media

    said on 

  • 5

    And then there were none è una miniserie della bbc andata in onda tra il 26 e il 28 dicembre basata sul romanzo Dieci piccoli indiani
    Ho colto quindi l’occasione per leggere il libro nella versione or ...continue

    And then there were none è una miniserie della bbc andata in onda tra il 26 e il 28 dicembre basata sul romanzo Dieci piccoli indiani
    Ho colto quindi l’occasione per leggere il libro nella versione originale per poter fare un confronto con questa miniserie.
    http://www.ilfiorepurpureo.org/wp/2016/03/30/recensione-and-then-there-were-none/

    said on 

  • 5

    suggestione e sospetto

    E' una trama perfetta, una serie di incastri che seguono il filo logico degli eventi. Il fatto che non ci siano detectives o qualcuno intento a risolvere il caso gli conferisce un'estrema originalità ...continue

    E' una trama perfetta, una serie di incastri che seguono il filo logico degli eventi. Il fatto che non ci siano detectives o qualcuno intento a risolvere il caso gli conferisce un'estrema originalità per quel genere giallo. Gli stessi protagonisti discutono e si sospettano a vicenda, aumentando la tensione. Il luogo è percepito come sogno come parte delle varie visioni, in cui per suggestione, i protagonisti incorrono.
    E poi la canzoncina e i vari titoli che gli sono stati attribuiti hanno aumentato la mia curiosità di sbirciare nella biografia e nelle trame dei vari film, di cui la stessa autrice aveva modificato il finale per una rappresentazione teatrale.
    Ottimo.

    said on 

Sorting by
Sorting by