Angeli dell'universo

Voto medio di 93
| 28 contributi totali di cui 16 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Páll nasce a Reykjavik il 30 marzo 1949. Come in un'antica saga islandese, la sua nascita è accompagnata da due avvenimenti che segnano il suo destino. La madre Gudrun ha un sogno premonitore sulla diversità del figlio. L'Islanda vive le difficoltà d ...Continua
Matteo Fumagalli
Ha scritto il 28/03/17

Il punto di vista visionario e criptico sul senso della (propria) vita di un uomo annegato nella follia. Una lettura non sempre facile, ma ricca di fascino, che si impara a comprendere a lettura conclusa. Lasciatevi guidare.

Livorno58
Ha scritto il 11/03/16

La malattia mentale in salsa islandese.

aal
Ha scritto il 08/03/16
Capolavoro
Un libro meraviglioso. Una delle letture più emozionanti degli ultimi anni. La storia di una discesa nella follia raccontata con una grazia cristallina e con un candore che lascia senza fiato. Un cammino verso l'annientamento che mentre prosegue sen...Continua
Pipaluk63
Ha scritto il 23/11/13
E' un tratto sottile, quello della follia. Un tratto di penna che disegna una cosmogonia distorta, un paesaggio mosso da ombre che, lentamente, oscurano le lame di sole, le zone chiare. Una rete parallela o sghemba di segni che altrove conducono, a p...Continua
Occhi di velluto
Ha scritto il 24/01/13
È strano, a volte, il filo rosso che può unire letture casuali, il legame tra due libri che si prendono -chissà perché proprio quelli, e non altri- dallo scaffale, a un dato momento. Forse perché sono i libri stessi che ci vengono incontro, ci chiama...Continua

Katia
Ha scritto il Sep 01, 2017, 15:48
E tuttavia non so perché a me non è riuscito di raggiungere un più saldo equilibrio sulla strada scivolosa che chiamiamo vita; perché alcuni attraversano la vita per una via diritta mentre altri vagano all’infinito per vicoli oscuri. “La vita è solo...Continua
Katia
Ha scritto il Aug 06, 2017, 16:40
E tuttavia non so perché a me non è riuscito di raggiungere un più saldo equilibrio sulla strada scivolosa che chiamiamo vita; perché alcuni attraversano la vita per una via diritta mentre altri vagano all’infinito per vicoli oscuri. “La vita è solo...Continua
Mucri
Ha scritto il Dec 16, 2016, 14:37
"L'orologio batte le due. E tuttavia non so perchè a me non è riuscito di raggiungere un più saldo equilibrio sulla strada scivolosa che chiamiamo vita; perchè alcuni attraversano la vita per una via dritta mentre altri vagano all'infinito per vicoli...Continua
Pag. 58
Occhi di velluto
Ha scritto il Jan 24, 2013, 08:54
Ora che la fine si avvicina, i muri crollano e il sipario cala, lo dico chiaro e tondo: io sono vissuto sotto la luna piena, ho attraversato la volta del cielo e gli abissi del mare. Ho amato, ho riso, ho pianto e ora che le lacrime scorrono e tutto...Continua
Pag. 202
Occhi di velluto
Ha scritto il Jan 24, 2013, 08:49
Sono solo, assolutamente solo.
Pag. 142

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi