Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Angelicamente anarchico

Autobiografia

By Andrea Gallo

(39)

| Others | 9788804566014

Like Angelicamente anarchico ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Il prete rosso, il prete di strada, il prete new global. Don Andrea Gallo è ilfondatore della Comunità di San Benedetto al Porto di Genova, un'isola disolidarietà che accoglie persone in difficoltà: tossicodipendenti, expr Continue

Il prete rosso, il prete di strada, il prete new global. Don Andrea Gallo è ilfondatore della Comunità di San Benedetto al Porto di Genova, un'isola disolidarietà che accoglie persone in difficoltà: tossicodipendenti, exprostitute, ex ladri, uomini e donne in transito da un sesso all'altro. Ediventato celebre quando ha denunciato i fatti della scuola Diaz e diBolzaneto in occasione del G8 genovese, diventando un'icona del mondopacifista. Don Gallo, però, è soprattutto un uomo di Chiesa, profondamenteconvinto di indossare l'abito talare, e altrettanto convinto di poterlo farein piena libertà di pensiero e di azione. Un prete angelicamente anarchico,che in questo libro rivela il suo punto di vista rivoluzionario su temicomplessi come la lotta alla droga, il new globalismo, la politica, e raccontadi incontri straordinari con quell'umanità dolente che bussa alla sua porta econ le tante star del mondo dello spettacolo e della politica, da Vasco Rossia Romano Prodi, che lo amano e lo sostengono da anni. Ciò che ne viene fuorisono i frammenti di un romanzo verista, qualcosa di simile a quel mondo di"storie dignitose e disperate" messo in musica e parole dal suo concittadinoFabrizio De André.

15 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Il Gallo

    Non ci si può illudere di risolvere il conflitto tra il bene e il male isolando l'uno a vantaggio dell'altro. Il bene e il male non sono separabili, entrambi vivono dentro di noi e sono in continua lotta tra loro. Noi dobbiamo consapevolmente entrare ...(continue)

    Non ci si può illudere di risolvere il conflitto tra il bene e il male isolando l'uno a vantaggio dell'altro. Il bene e il male non sono separabili, entrambi vivono dentro di noi e sono in continua lotta tra loro. Noi dobbiamo consapevolmente entrare in questo conflitto alleandoci con la parte buona presente in ogni persona.

    Angelicamente anarchico, A. Gallo, Mondadori, Milano, 2005, pag 79-80

    Is this helpful?

    Luigi Oddicini said on Jan 19, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Don Gallo è e resterà sempre un GRANDE!!!

    La lettura di qst libro è appassionante. Don Gallo è stato sempre vicino agli ultimi e ha combattuto tante battaglie in nome della libertà e contro ogni tipo di ingiustizia sociale. Partigiano, prete, no global, pacifista e soprattutto ANGELICAMENTE ...(continue)

    La lettura di qst libro è appassionante. Don Gallo è stato sempre vicino agli ultimi e ha combattuto tante battaglie in nome della libertà e contro ogni tipo di ingiustizia sociale. Partigiano, prete, no global, pacifista e soprattutto ANGELICAMENTE ANARCHICO!
    " Se è peccato fingere di non vedere la miseria, è peccato anche non prendere posizione, restare immobili, non intervenire, trincerarsi nei privilegi e nelle sicurezze acquisite. Conosco la sofferenza fin da ragazzo e ho imparato che l'unico modo per sconfiggerla è la condivisione". Don Andrea Gallo

    Is this helpful?

    Sandra said on Jun 3, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Quando ho cominciato questa avventura ero consapevole del fatto che non sarei mai stato capace di risolvere il problema del Male, ma non per questo mi sentivo dispensato dall'occuparmene. Avevo un motto: AMA IL TUO SOGNO SE PUR TI TORMENTA."

    Is this helpful?

    Ludybug said on Sep 2, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    A volte quando si immagina un futuro migliore si viene interrotti da un: non ci si può far niente, è utopistico.
    Ma del resto l’utopia “è all’orizzonte. Mi avvicino di due passi, si allontana di dieci. Per quanto cammini non la potrò mai raggiungere. ...(continue)

    A volte quando si immagina un futuro migliore si viene interrotti da un: non ci si può far niente, è utopistico.
    Ma del resto l’utopia “è all’orizzonte. Mi avvicino di due passi, si allontana di dieci. Per quanto cammini non la potrò mai raggiungere. Allora a che serve? A camminare. “
    Don Gallo sicuramente è una persona che cammina e che sta facendo correre l’utopia più in là.
    E quello che insegue è la società orizzontale di “Sulle regole” di Gherardo Colombo, in cui tutti si muovono per far andare avanti i loro sogni e per muovere la comunità intera. In cui chi inciampa non viene calpestato e chi non riesce ad alzarsi viene rimesso in piedi, in cui la direzione non è discriminante, puoi passare per qualsiasi religione, ideale o passione che scegli, attraverso i fatti o le parole, incerto e riflessivo o audace e sognatore.
    L’importante è che ognuno possa muoversi. Perché se molti non possono, molti altri rinunciano e pochi si muovono, l’utopia rimane ferma.

    Is this helpful?

    Ludovica said on May 19, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Considerazioni in libertà...

    Is this helpful?

    Leli said on May 9, 2012 | Add your feedback

  • 6 people find this helpful

    ANGELICAMENTE ANARCHICO- Don Andrea Gallo

    Pretaccio maledetto, ingestibile, comunista, anarchico… questo è quanto sicuramente pensano di lui i suoi superiori… e non solo... ma questi potrebbero però essere un valore aggiunto?
    Di seguito alcune frasi estrapolate qua e là dal suo libretto aut ...(continue)

    Pretaccio maledetto, ingestibile, comunista, anarchico… questo è quanto sicuramente pensano di lui i suoi superiori… e non solo... ma questi potrebbero però essere un valore aggiunto?
    Di seguito alcune frasi estrapolate qua e là dal suo libretto autobiografico che danno una piccola idea del pensiero di questo indomabile combattente NEW global ultraottantenne.

    “Il nostro attuale sistema economico si basa sul consumo che diventa spreco. Ma visto che le risorse a disposizione sono quasi finite e gran parte di quelle rimaste appartengono ad altri popoli, ce le andiamo a prendere con la guerra, con il saccheggio di interi continenti, con lo sfruttamento dissennato del Pianeta e della Natura. Questo atteggiamento è l’autostrada che ci condurrà dritti al disastro. L’ordine mondiale, che si pensava stabile e funzionante, altro non è che un intrico insopportabile di ingiustizie…”

    “Sono ancora pochi i preti che scendono in piazza, mentre ce ne vorrebbero molti di più visto che la partecipazione è un dovere del nostro ministero... Chi più di un prete deve scendere in piazza per difendere quello in cui crede, cioè la pace e la giustizia?”

    “La mia opinione è che i popoli si ribellano ai dittatori come Saddam quando sono davvero maturi per farlo. L’Occidente è bravo ad esportare le proprie merci, ma esportare valori non è la stessa cosa… l’unico esercito in cui dobbiamo arruolarci è quello della non violenza. È un esercito che invade il cuore delle persone anche quando, apparentemente, non ha il permesso di farlo. “

    “Siamo sulla buona strada per bloccare il progetto planetario umano. Tutto ruota attorno alla competizione, sta scomparendo la cooperazione. Con il risultato che siamo sul punto di divorarci e di mettere in grave pericolo tutto il sistema di vita…. Non sono solo i poveri e gli oppressi a gridare. Ovunque urlano i fiumi, le foreste morte. È la Terra tutta che freme e lancia allarmi…”

    Eccetera, eccetera per 117 pagine.

    Is this helpful?

    Pufu said on Feb 6, 2012 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (39)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Others 125 Pages
  • ISBN-10: 8804566019
  • ISBN-13: 9788804566014
  • Publisher: Mondadori
  • Publish date: 2007-01-01
Improve_data of this book