Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Angelology

Di

Editore: Nord (Narrativa Nord)

3.3
(1077)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 498 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Chi tradizionale

Isbn-10: 8842916463 | Isbn-13: 9788842916468 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: A. Rusconi , V. Februari

Disponibile anche come: eBook , Altri

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Angelology?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Suor Evangeline era solo una bambina quando il padre la affidò alle Suore Francescane dell'Adorazione Perpetua presso il Convento di Santa Rosa, nei pressi di New York. Ora, a ventitrè anni, la scoperta di una lettera inviata da Abigail Rockefeller nel 1943 all'ormai defunta Madre Superiora del convento, catapulta Evangeline in una storia segreta che risale a oltre mille anni prima: l'antico conflitto tra la società degli Agelologisti, un gruppo di persone che si occupano dello studio degli angeli da tempo immemorabile, e i Nephilim, stirpe di creature discendenti da essere umani e angeli caduti, caratterizzati da una straordinaria bellezza.
Suor Evangeline scopre di appartenere a una famiglia di Angelologisti, che per generazioni e generazioni hanno dedicato la loro vita cercando un modo per fermare i Nephilim. Aiutata dal giovane storico Verlaine, Suor Evangeline si ritroverà ben presto al centro di un conflitto che li porterà dal bucolico convento sulle rive dell'Hudson ai posti più raffinati di New York, dal cimitero di Montparnasse alle lontane montagne della Bulgaria.
Ordina per
  • 2

    Lunghissimo, noioso, senza suspense. Quando finalmente sembra che un po' d'azione animi il tutto, ecco che il finale rovina una storia mai decollata.
    Sconsigliato.

    ha scritto il 

  • 3

    Noi dipendiamo dalla parola scritta. La luce ha creato l'universo e la luce ci guida attraverso di esso, ma senza il Verbo non sapremmo né da dove veniamo né dove siamo diretti.

    Il romanzo era cominciato in maniera del tutto inaspettata.
    La scissione fra sacro e profano, sul reciproco sfiorarsi di materiale e immateriale, giungendo a conclusioni filosofiche e spirituali, in c ...continua

    Il romanzo era cominciato in maniera del tutto inaspettata.
    La scissione fra sacro e profano, sul reciproco sfiorarsi di materiale e immateriale, giungendo a conclusioni filosofiche e spirituali, in cui il solo fatto di comprendere certe nozioni è davvero un'impresa, poneva delle domande sull'incontro dell'uomo e gli angeli.
    Era stato piatto ed enigmatico per tutta la vicenda, ma il suo andamento poco sinuoso cominciò a migliorare progressivamente, quando presi consapevolezza di un importante questione: la teologia non è qualcosa di remoto, zeppo di favole e miti, o una massa indistinta di anime flagellate da pestilenze o punizioni divine. La religione vive e pulsa nel presente, scalciando ogni giorno, aprendo finestre sul lattiginoso panorama del futuro. E la Trussoni ha avuto la capacità di comprenderla, garantendosi un posto migliore fra gli scaffali della mia libreria.
    Chi conosce veramente quel velo di mistero che aleggia attorno alla storia delle antiche religioni? Chi è mai stato in grado di porre un confronto fra sogno e realtà, scavando in profondità sulla genealogia etica e religiosa? Chi ha mai avanzato in punta di piedi in una terra ignota di cui tuttavia nessuno ha mai saputo raccontare?
    Mentre scrivo, ripenso a tutto questo, avvertendo il fascino per questo romanzo trasformarsi in qualcosa di fastidioso, che generava confusione. In questi momenti, non riesco ad avere le idee chiare; avrei dovuto pazientare purché comprendessi quali emozioni prevalessero in me. La solitudine, i ricordi, una serie di avvenimenti che continuano a galleggiare fino all'ultimo in una piscina piena di misteri e punti interrogativi. Un sentimento di reverenza - per l'audacia della sua ricerca -, misto a timore - per la natura poco fruttuosa della storia: di questo ero fermamente convinta. Nonostante la mente e lo spirito percepissero in maniera del tutto diversa, e la melodia che sprigionavano le sue pagine non sempre arrivava alle orecchie di chi ascoltava.
    Angelology si è conteso il mio tempo con sfide letterarie imminenti, recensioni chilometriche scritte di getto, il tempo che scarseggiava scoprendolo nella sua vasta moltitudine. Quell'angelo messo in disparte, solo e dall'aria afflitta, sebbene mi indusse a seguire con vigore l'incredibili vicissitudini di protagonisti misteriosi e solitari, non riuscì a raggiungere il mio cuore. Seducendo e rovinando, tuttavia, il mio animo facendo immergermi completamente nella storia fino a confondere la realtà con la fantasia.
    Una storia che ha un ché d'affascinante e misterioso, come una farfalla ferma che, improvvisamente, si sveglia e si trasforma svolazzando nell'aria. Ci parla di personaggi non propriamente amabili: cinici, ossessivi, smaniosi e di esseri angelici dalle fattezze umane che restano ai margini, circondati fino all'ultimo da un alone di mistero che avvolgono la loro figura come morbide ali. Dal ritmo lento e sincopato, fa sorgere le riflessioni più profonde dell'animo umano: nel credere che la fede sia in realtà una sorta di sostanza preziosa e irraggiungibile, posseduta da molti. Ed, descrivendo situazioni assurde e sorprendenti che conducono il lettore a immergersi in profondità del proprio inconscio, è un thriller avvincente sullo sfondo di una guerra in corso da molti anni che affascina con una rievocazione estremamente convincente di angeli caduti, lotte incessanti tra il Bene e il Male, rivelazioni sconcertanti posti alla fine di ogni capitolo. Facendomi avvolgere completamente dalla storia, toccando impunemente le loro ali luminose, udendo la musica celestiale che sprigionavano le loro lire.
    Continuavo a fissare il testo come se la melodia che avevano sprigionato le parole potessero sbiadire l'essenza del loro significato. Non riuscivo ad immaginare il passato remoto in cui si è accanita l'autrice, come se avesse decostruito e poi rimesso insieme nozioni, schemi filosofici ed etici.
    Sono stata catapultata in una realtà parallela atipica che aveva la forma e la dimensione di una caverna. Dove regnava una fetta di oscurità, il freddo intirizziva le mie membra. Nell'aria rombava l'eco minaccioso di una congiura di studiosi e Nefilim, a cui è stato impossibile stabilirne la provenienza. In mezzo a schiere di ricercatori, suore anziane e comprensive, una famiglia ricca e il misterioso Varleine. Avventuriero, ambizioso, enigmatico, compagno di avventure dell'umile protagonista. Evangeline. Spettatrice di un inspiegabile avvenimento. Ricercatrice e studiosa di alcune lettere, spedite negli anni ’40. Assiste e combatte la vita non come se fosse una vittima, ma un eroina. Una volontaria. Fra piazze brulicanti di pendolari, nel mezzo di un caos cosmico.
    Cogliere la bellezza, il valore teologico ed etico del romanzo si è dimostrato un'impresa non da poco. La sua evanescenza è talmente sfuggente che non è stato semplice tracciarne i contorni. Ignoravo la sua vera essenza e la reale portata del suo talento. Frutto di numerose ricerche, capace di donare agli uomini qualche nozione in più del necessario.
    Danielle Trussoni firma un mistico e ridondante affresco religioso che esordisce con lentezza, ma che affonda lentamente le sue radici nel cuore di chi legge. Non divampa, ne cattura nell'immediato ma, lucidissimo, ambizioso, perfettamente costruito, è un romanzo superbo. Poco compiacente e pieno di superiorità, fissato su un volto non più giovanile. Vissuto con passione, orgoglio, pianti e sorrisi.

    "C'è sempre qualcuno disposto a indossare l'armatura e a gettarsi in battaglia. Ma il vero genio sa trovare il modo per tenere ciò che desidera anche senza doversi sacrificare."

    ha scritto il 

  • 3

    本來看了前四分之三,覺得還不錯,描寫的瑣碎一點,但很讓人有身歷其境的感覺。
    結果看了結局...就決定給三星了...這結局實在是不太好...

    人物部分描寫的也不是很有趣,男女主角之間沒甚麼互動,天使學家到底為何而戰呢? 戰鬥天使這個大招又有點讓人意外...

    ha scritto il 

  • 3

    Teologia, Storia e soprannaturale si mischiano in questo romanzo in modo stupefacente. Una lettura piacevole, grazie anche allo stile della scrittrice. Trama ben strutturata e finale azzeccato. ...continua

    Teologia, Storia e soprannaturale si mischiano in questo romanzo in modo stupefacente. Una lettura piacevole, grazie anche allo stile della scrittrice. Trama ben strutturata e finale azzeccato.

    ha scritto il 

  • 2

    Me ha decepcionado mucho, en ningún momento me ha enganchado la historia, de hecho he tardado bastante en leerlo y el final tampoco me ha gustado, y eso que lo cogí con ganas pero...te deja totalmente ...continua

    Me ha decepcionado mucho, en ningún momento me ha enganchado la historia, de hecho he tardado bastante en leerlo y el final tampoco me ha gustado, y eso que lo cogí con ganas pero...te deja totalmente ijdiferente, frío, una pena. Creo que se le podía haber sacado mucho más.

    ha scritto il 

  • 1

    Tenetevi stretti il portafogli

    Ho letto questo libro un paio di anni fa sotto un passa parola di una collega, in uno di quei momenti nei quali non sai bene cosa leggere e accetti qualunque consiglio. Ne scrivo la recensione solo pe ...continua

    Ho letto questo libro un paio di anni fa sotto un passa parola di una collega, in uno di quei momenti nei quali non sai bene cosa leggere e accetti qualunque consiglio. Ne scrivo la recensione solo perché ho visto che a breve verrà pubblicato quello che credo sia il sequel, e mi sento ispirata ad un opera di bontà: perché altri non commettano l'errore di spendere male il proprio denaro... Vi prego, è per il vostro bene!

    E' domenica e siete in spiaggia? Avete del tempo da perdere? Bene. Se proprio non sapete che fare, state aspettando che cali la sera ma non volete impegnare la mente questo è il vostro libro.
    Banale è l'aggettivo migliore per descrivere questo "romanzo". La storia già dai primi capitoli si rivela essere alquanto scontata, scontatissima. L'idea di fondo sarebbe anche carina ma il suo "fascino" è schiacciato da tutta una serie di "sviste" dell'autrice stessa. Con tutta la mancanza di stima che provo per Moccia... La Trussoni è il suo corrispettivo americano di genere fantasy.
    La banalità della storia è data sostanzialmente da una mancanza di articolazione ed approfondimento della trama: praticamente ogni volta che i personaggi si cimentano nelle indagini, il lettore sa esattamente come si svilupperanno le tracce e sopratutto a chi porteranno. I personaggi? Piatti, stereotipati e in certi momenti veramente insopportabili. Il finale poi è di una banalità mostruosa: la protagonista scopre di essere il personaggio più potente, il bene trionfa sempre, immagini gloriose di personaggi che, molto Marvel-style, stanno sopra i grattacieli ad osservare la città... Mancava solo una voce esterna con il "vissero per sempre felici e contenti" a chiudere il quadro.
    Quello che mi ha fatto letteralmente imbestialire è stata la totale mancanza di suspense in un libro che è a metà tra un giallo d'investigazione e un fantasy. Non è quello che ci si aspetta quando acquisti un testo di quasi 500 pagine! Certo, fin da quando metti mano al portafogli sai di non star comprando un capolavoro, ma diamine sono pur sempre 500 dannate facciate! Non si possono svolgere intere indagini nel tempo di una tazza di caffè, arrivando quasi subito alla conclusione!

    Molto chiaramente: più che un romanzo, questa è la sceneggiatura di un film tipicamente americano. Comprarlo? Assolutamente no.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Note:

    1.提及許多聖經天使們的故事,前面描寫背景時讀來有點艱澀困難。
    2.中後期劇情緊湊起來後較有FU。
    3.不知是作者或譯者功力,文藻相當優美是無庸置疑的。
    4.說了四分之三厚度的天使,重點卻是達爾文的天演論...
    5.承4,我到底是為了什麼前面看那麼多天使檔案ED還虎頭蛇尾?!(眼神死)
    6.似電影《異底洞》,人與其他類族界線模糊的曖昧,而那種模糊讓人毛骨悚然。
    7.Life finds a way ...continua

    1.提及許多聖經天使們的故事,前面描寫背景時讀來有點艱澀困難。
    2.中後期劇情緊湊起來後較有FU。
    3.不知是作者或譯者功力,文藻相當優美是無庸置疑的。
    4.說了四分之三厚度的天使,重點卻是達爾文的天演論...
    5.承4,我到底是為了什麼前面看那麼多天使檔案ED還虎頭蛇尾?!(眼神死)
    6.似電影《異底洞》,人與其他類族界線模糊的曖昧,而那種模糊讓人毛骨悚然。
    7.Life finds a way.

    ha scritto il 

Ordina per