Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Animal farm

Di

Editore: Loffredo

4.3
(23339)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 122 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Chi semplificata , Spagnolo , Portoghese , Francese , Tedesco , Olandese , Coreano , Finlandese , Catalano , Svedese , Polacco , Sloveno , Ungherese , Russo , Greco , Giapponese , Croato , Galego , Ceco , Turco

Isbn-10: 8880964429 | Isbn-13: 9788880964421 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico , Copertina rigida , Copertina rinforzata scuole e biblioteche , Copertina morbida e spillati

Genere: Fiction & Literature , Political , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Animal farm?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Imperdibile! Romanzo allegorico di sorprendente attualità... Chiaro e molto efficace. Sempre valida la divenuta ormai proverbiale massima finale sull'ugualianza. Orwell riesce ad evidenziare tutte le contraddizioni ed a mettere in ridicolo il vecchio impero URSS, inoltre descrive per certi versi ...continua

    Imperdibile! Romanzo allegorico di sorprendente attualità... Chiaro e molto efficace. Sempre valida la divenuta ormai proverbiale massima finale sull'ugualianza. Orwell riesce ad evidenziare tutte le contraddizioni ed a mettere in ridicolo il vecchio impero URSS, inoltre descrive per certi versi anche la situazione tipica del mondo attuale, quella in cui una élite vive sulle spalle dei popoli. Consigliatissimo. Per chi vuole riflettere senza perdersi in noiosi e lunghi "mattoni".

    ha scritto il 

  • 5

    L'ho trovato molto interessante e di facile lettura, sia perché è piccino sia perchè mi ha preso tanto. Con questo posso confermare la mia stima nei confronti di Orwell, in quanto i suoi libri mi danno sempre una buona opportunità per approfondire un periodo storico e soprattutto mi danno la poss ...continua

    L'ho trovato molto interessante e di facile lettura, sia perché è piccino sia perchè mi ha preso tanto. Con questo posso confermare la mia stima nei confronti di Orwell, in quanto i suoi libri mi danno sempre una buona opportunità per approfondire un periodo storico e soprattutto mi danno la possibilità di ragionare su tanti argomenti. La fattoria degli animali in particolare è una "favola" che critica apertamente il comunismo stalinista, così accurata che gli animali protagonisti rappresentano persone e gruppi realmente esistiti. Per questo, dopo la lettura, consiglio di fare qualche ricerca in merito per conoscere appunto i personaggi coinvolti e con la scusa studiarsi o ripassare il momento storico.

    ha scritto il 

  • 4

    Dov'è finito Palla di Neve?

    Letto per curiosità, perché mio figlio aveva deciso di portarlo come testo d'inglese per l'esame di stato (lui non è un grande lettore, anzi). Molto interessante. Va inserito nell'abbecedario della conoscenza dell'uomo, per conoscere l'uomo della strada. Come con i grandi libri, si possono fare p ...continua

    Letto per curiosità, perché mio figlio aveva deciso di portarlo come testo d'inglese per l'esame di stato (lui non è un grande lettore, anzi). Molto interessante. Va inserito nell'abbecedario della conoscenza dell'uomo, per conoscere l'uomo della strada. Come con i grandi libri, si possono fare più interpretazioni, ma, eloquente è, magistralmente esposto, come tutti siamo animali nel nostro recinto, nella nostra fattoria. E Orwell ce lo dice anche facendoci ridere, non è cosa da poco. Poi lo ha letto anche il fratello.

    ha scritto il 

  • 2

    Letto (e odiato) ai tempi del liceo. Errore enorme! Riletto oggi con una maturità diversa. Questo romanzo è terribilmente attuale. Da leggere!

    Voto: 7 e mezzo/10

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo essersi ribellati ed aver cacciato il padrone, gli animali di una fattoria decidono di autogestirsi e di instaurare un nuovo sistema di governo, ispirandosi ai principi marxisti e fondando la propria convivenza su utopistici concetti di parità: ognuno deve lavorare per quanto è capace e deve ...continua

    Dopo essersi ribellati ed aver cacciato il padrone, gli animali di una fattoria decidono di autogestirsi e di instaurare un nuovo sistema di governo, ispirandosi ai principi marxisti e fondando la propria convivenza su utopistici concetti di parità: ognuno deve lavorare per quanto è capace e deve utilizzare i beni comuni secondo i propri bisogni. Ma lentamente e prepotentemente si impone una nuova oligarchia di tiranni che si distinguono per egoismo ed astuzia, i maiali, capeggiati dal grasso Napoleon. La sua cattiveria ed i suoi maltrattamenti sottomettono gli abitanti della fattoria a cui, alla fine, in antitesi con gli intendimenti iniziali, sarà imposto il nome di “Fattoria padronale”. Pubblicato per la prima volta nel 1947, è la satira feroce nei confronti del totalitario regime stalinista in URSS ma è anche una condanna dura e impietosa di tutti i governi dittatoriali. Aldilà del nobilissimo intento di criticare tutte le rivoluzioni - che nascono con le migliori intenzioni egualitarie per poi rivelarsi peggiori delle sopraffazioni che si proponevano di cancellare - tratta di una lettura non sempre appassionante e coinvolgente.

    ha scritto il 

  • 4

    Uno dei capostipiti della letteratura, e delle opere scritte da Orwell, come si sà è lo specchio di una cultura, di uno stato sociale, di una politica che l'autore, a quei tempi, non poteva trattare perciò lo ha dovuto modificare.In tal modo è stato capace di farsi capire da tutti i ceti sociali, ...continua

    Uno dei capostipiti della letteratura, e delle opere scritte da Orwell, come si sà è lo specchio di una cultura, di uno stato sociale, di una politica che l'autore, a quei tempi, non poteva trattare perciò lo ha dovuto modificare.In tal modo è stato capace di farsi capire da tutti i ceti sociali, ma soprattutto di differenziarsi ed emergere, essendo tutt'ora un titolo importantissimo che non può macare in una libreria. Una lettura non esageratamente complicata, ma che và ponderata e capita nel complesso del libro.In ogni caso consigliatissimo.

    ha scritto il 

Ordina per