Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Animals n. 14

Luglio-Agosto 2010

Di

Editore: Coniglio

3.4
(11)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 98 | Formato: Altri

Isbn-10: A000081928 | Data di pubblicazione: 

Curatore: Laura Scarpa

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace Animals n. 14?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Intervista a MICHELE MARI
EDMOND BAUDON e la musica del disegno.
Inoltre: Noir e Carnet de Voyage.

FUMETTI: VISINTIN, MARTIN, CREANZA, VECCHI, TRONDHEIM, VIVES, DE RAPHELIS, PANACCIONE, FABBRI
Ordina per
  • 1

    46 pagine di fumetti (strisce finali comprese) su 100: ma non era una rivista di fumetti, per l'appunto? Bah.


    Poi, parliamone: ma non si possono proprio correggere le bestialità grammaticali di certi cosiddetti Autori? Il minimo che ci si aspetta è che oltre a fare i disegnini sappiano anc ...continua

    46 pagine di fumetti (strisce finali comprese) su 100: ma non era una rivista di fumetti, per l'appunto? Bah.

    Poi, parliamone: ma non si possono proprio correggere le bestialità grammaticali di certi cosiddetti Autori? Il minimo che ci si aspetta è che oltre a fare i disegnini sappiano anche esprimersi in un italiano accettabile. E guardate che Visintin e l'inutile idiota di Vivès non sono mica Dante Alighieri: un'aggiustatina qua e là mica li offende, ve lo prometto. Ed esistono programmini semplici semplici per modificare i testi all'interno dei balloon. (Cito a memoria: "nubi all'ORRIZZONTE", "UN'ALTRO membro dell'equipaggio" e l'impagabile "delle belle glutei/natiche/chiappe" del povero deficiente)
    Veramente inqualificabili. Almeno d'ora in avanti risparmierò 5 euro al mese.

    ha scritto il 

  • 2

    Ultimo numero che acquisto, per quanto mi concerne gli editori di questa rivista di fumetti (?) possono andare in fallimento.
    Salvo solo l'intervista a Michele Mari che ha permesso di conoscere meglio l'autore, il suo modo di concepire la scrittura e i suoi obbiettivi, e mi son ritrovata a ...continua

    Ultimo numero che acquisto, per quanto mi concerne gli editori di questa rivista di fumetti (?) possono andare in fallimento.
    Salvo solo l'intervista a Michele Mari che ha permesso di conoscere meglio l'autore, il suo modo di concepire la scrittura e i suoi obbiettivi, e mi son ritrovata a condividere con lui la modalità di ascolto della musica.
    Il resto che dio me ne scampi.
    Visentin storia insulsa, non male alcune tavole ma i colori verde vomito proprio indigesti.
    Miguel Angel Martin storia scema infarcita di volgarità, disegno magari piacerà a qualcuno a me proprio non dice niente.
    Baudoin, belli i disegni e dopo? che mi vuoi rappresentare??
    Pino Creanza, embé? Cairo Blues, storia insulsa, disegni non male ma niente di nuovo sotto il sole...
    Barilari architetto e fumettista (?), acquarelli belli, é stato in Australia il Barilari e ha fatto questi disegni e acquarelli, bene mi fa piacere, complimenti, é tanta la gente che fa viaggi e disegna, e allora??? vivo benissimo senza vederli.
    Mauro Vecchi non male il tratto, la storia incomprensibile, almeno per la sottoscritta. Boh.
    E le Inezie quotidiane??? no ma io ho pagato 5 euri per sta roba qua? L'asilo infantile l'ho finito da un pezzo...
    Bene Luigi Bernardi e il suo racconto e presentazione del suo libro, vien voglia di leggerlo.
    Interessante l'articolo su Simenon, sapeva come vendersi da vivo e anche da morto.
    E poi il clou della demenzialità che quasi mi fa scaraventare la rivista contro il muro, Jujù, Mimì etc, bisogna già impegnarsi per disegnare e creare un fumetto altrettanto imbecille, inutile e finiamola qua che é meglio.
    E poi il G. Panaccione, non mi dispiace il disegno, ma anche qua la storia che pena...
    E il Bicio Fabbri oh signur... ma a che serve sta roba???
    Makkox almeno mi ha strappato una no anzi due risate, e mi piace pure il disegno.
    La bambina filosofica mai piaciuta neanche su Linus.
    E per finire in bellezza Bianco e Canottiere: ma andate in miniera a lavorare che é meglio...
    Ultimo numero che compro. Garantito.

    ha scritto il