Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Anna Karenina

Di

Editore: Fabbri Editori

4.4
(8470)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Russo , Spagnolo , Chi tradizionale , Chi semplificata , Tedesco , Francese , Catalano , Olandese , Svedese , Sloveno , Portoghese , Ceco , Greco

Isbn-10: A000099170 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback , Cofanetto , Altri , Tascabile economico , eBook , Copertina morbida e spillati

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Ti piace Anna Karenina?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Questo è un capolavoro, punto. Certo, è un romanzo dell'Ottocento; certo, è un polpettone sentimentale; certo, il ritmo è spesso un po' lento. Ma fatta la tara all'età, peraltro portata alla grande, r ...continua

    Questo è un capolavoro, punto. Certo, è un romanzo dell'Ottocento; certo, è un polpettone sentimentale; certo, il ritmo è spesso un po' lento. Ma fatta la tara all'età, peraltro portata alla grande, resta il semplice fatto che questo è un capolavoro assoluto della letteratura mondiale, e un libro che ogni lettore un minimo serio dovrebbe leggere. Grandi personaggi, grandi descrizioni, grande analisi psicologica, stupendo affresco della Russia nobil-rurale di metà Ottocento. Tutto stupendo. Leggetelo. Non fatevi fuorviare dall'idea romanzo russo dell'Ottocento=mattone micidiale. Mattone magari sì, ma stupendo.

    ha scritto il 

  • 3

    Molto ben scritto

    I classici mi piacciono sempre, per il loro linguaggio ricercato, che in molti autori moderni si è perso..la trama è discretamente interessante, la nobilta zarista è tratteggiata molto bene..detto que ...continua

    I classici mi piacciono sempre, per il loro linguaggio ricercato, che in molti autori moderni si è perso..la trama è discretamente interessante, la nobilta zarista è tratteggiata molto bene..detto questo non posso dare piu di tre stelle per motivi assolutamente soggettivi: la protagonista è, agli occhi di un maschio come me,del tutto incomprensibile ed a tratti fastidiosa..

    ha scritto il 

  • 2

    5/10

    Come molti libri dell'epoca, un polpettone drammatico in cui troviamo di tutto e di più - tradimento, serate sociali, amore non corrisposto, gravidanze, ritorni a sorpresa, corse di cavalli, suicidio, ...continua

    Come molti libri dell'epoca, un polpettone drammatico in cui troviamo di tutto e di più - tradimento, serate sociali, amore non corrisposto, gravidanze, ritorni a sorpresa, corse di cavalli, suicidio, ferie alle terme e profonde riflessioni sulla vita -, un ottimo romanzo per quando siete sotto il casco della parrucchiera e dovete far passare del tempo mentre i capelli prendono il colore. Ci sono circa una decina di personaggi principali e una distesa sterminata di secondari, e noi seguiamo non solo la storia di Anna ma anche quella di diversi suoi conoscenti nei più piccoli dettagli, pippozzi mentali compresi: ne risulta qualcosa di molto simile a una moderna soap opera, compresa l'affannosa ricerca dell'effetto drammatico e profondo a tutti i costi anche quando le vicende non lo giustificherebbero.

    ha scritto il 

  • 5

    Non esistono abbastanza parole per esprimere la maestosità di questo capolavoro. Seriamente, non ne ho. Quando penso ad "Anna Karenina" sono travolta da così tante emozioni contrastanti che non riesco ...continua

    Non esistono abbastanza parole per esprimere la maestosità di questo capolavoro. Seriamente, non ne ho. Quando penso ad "Anna Karenina" sono travolta da così tante emozioni contrastanti che non riesco ad ordinarle. Tolstoj rappresenta la società dell'epoca con molti riferimenti sociali e politici. E in questo contesto, lo scrittore costruisce un intreccio amoroso ricco di dolcezza e tragedia. "Anna Karenina" non è soltanto la storia di Anna. E' la storia di Konstantin Levin e Kitty, del figlio di Anna, di fratelli, di cognati, di famiglie che si disgregano e altre che si vengono a creare. Il punto di vista cambia in continuazione e ciò conferisce modernità allo stile di Tolstoj. Lo scrittore è capace di una dolcezza e di una semplicità che ricorda uno stile moderno. Il romanzo non da' giudizi ai comportamenti dei personaggi, no; questo compito lo lascia al lettore. E il lettore non può fare a meno di pensare:"Anna ha torto o ragione?" "Vronskij la ama davvero oppure no?" e altre domande che non troveranno mai risposta. E' proprio questo a rendere epico il romanzo. Ho amato ogni singolo personaggio, per la sua profonda caratterizzazione e introspezione. E' un romanzo lungo, a volte non di semplice comprensione, ma ne vale la pena perché alla fine, quando si gira l'ultima pagina, ti dona una pienezza che prima non possedevi.

    ha scritto il 

  • 4

    Pubblicato nel 1877 qundi venti anni dopo Madame Bovary non ha comunque la freachezza di quest'ultimo, accumunano i due libri solo l'adulterio e il suicidio per il resto sono completamente diversi.
    Em ...continua

    Pubblicato nel 1877 qundi venti anni dopo Madame Bovary non ha comunque la freachezza di quest'ultimo, accumunano i due libri solo l'adulterio e il suicidio per il resto sono completamente diversi.
    Emma vive il suo adulterio con estremo egoismo, Anna incontra questo amore che le sconvolge la vita ma lo vive con sofferenza. Sofferenza che sembra un'espiazione per avere abbandonato il marito ma sopratutto il figlio.
    Per altro il libro ha altre figure che lo arricchiscono Levin su tutti ma anche lui combatte con i sui fantasmi che ne fanno un uomo tormentanto.
    Come nell'Idiota ho trovato il rifiuto della morte da parte di chi malato di tisi ed ancora giovane si rende conto che la vita sta per lasciarlo (un argomento che ho sempre avuto caro)
    Verso la fine però Tolstoj, secondo me, calca un po' la mano, non riesco a capire come un uomo tutto d'un pezzo come Carenin fi faccia trascinare in una situazione alquanto bizzarra: un sedicente santone che elargisce i suoi consigli in stato di trans ( fa venire i brividi se pensiamo che proprio la Zarina Alessandra una trentina di anni dopo si affiderà a un tale Rasputin)
    Inoltre il suicidio di Anna a differenza di Emma si verifica in maniera inaspettata, non c'è ragione a ragion di logica, con Vrosky ha solo avuto schermaglie, stupidi litigi ed allora forse il suo gesto va ricercato in quella che oggi viene chiamata depressione, ed allo qualsiasi tentativo di trattenerla non sarebbe valso a niente.
    Belle anche le descrizione della società rurale e contadina e le prime idee di riformare la società russa.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Un libro con cui vale la pena fidanzarsi

    Una storia senza tempo, vagamente moraleggiante, piena di fascino e di senso: "Anna Karenina" è un bel film che ci viene regalato dalla penna di Tolstoj e che personalmente mi ha aiutato a superare al ...continua

    Una storia senza tempo, vagamente moraleggiante, piena di fascino e di senso: "Anna Karenina" è un bel film che ci viene regalato dalla penna di Tolstoj e che personalmente mi ha aiutato a superare alcuni pregiudizi sugli autori russi. La cosa più interessante è stata vedere come i vari personaggi sono stati messi a corredo alla figura di Anna, tanto da renderla quasi un accessorio: la vera storia si consuma intorno a lei, dove si alternano gli amori infedeli agli amori spirituali, la devozione per il lavoro, l'implosione di una storia senza futuro. Sono molto coinvolgenti gli ultimi minuti di vita di Anna, come se fosse la prima vera volta che al lettore viene concesso di guardarle dentro.
    Attenzione all'edizione economica Ben: anche se gode della prestigiosa introduzione di Eraldo Affinati, è piena di refusi!

    ha scritto il 

  • 4

    Un romanzo immenso che ti accompagna, ti riempie per un lungo percorso e, giunto al termine, ti abbandona con uno strano vuoto interiore.
    Ma voglio scrivere di cosa non mi ha convinto:
    - il ritmo da p ...continua

    Un romanzo immenso che ti accompagna, ti riempie per un lungo percorso e, giunto al termine, ti abbandona con uno strano vuoto interiore.
    Ma voglio scrivere di cosa non mi ha convinto:
    - il ritmo da pubblicazione a puntate, gli intrighi, i personaggi, il viaggio in Italia, a tratti trasformano il romanzo in uno sceneggiato di televisivo;
    - si nota la grande ambizione sociale, ma al tempo stesso il fuoco è sempre e solo sulla nobiltà. Oliver Twist e I Promessi Sposi erano già stati scritti;
    - l'immedesimazione di Tolstoj con Levin è evidente ed eccessiva, il personaggio è fin troppo caratterizzato rispetto agli altri. Nell'ultima parte l'autore ruba il romanzo al lettore e abbandona il percorso narrativo per trasformarlo in un proclama delle proprie convinzioni.

    ha scritto il 

  • 5

    anna la mia eroina

    Anna Karenina è per me un'eroina. avevo questo libro nella mia libreria da tanto tempo, io lo guardavo e lui facevo lo stesso, poi ho deciso di leggerlo..è sublime, bellissimo,affascinante, emozionant ...continua

    Anna Karenina è per me un'eroina. avevo questo libro nella mia libreria da tanto tempo, io lo guardavo e lui facevo lo stesso, poi ho deciso di leggerlo..è sublime, bellissimo,affascinante, emozionante,commovente come la stessa Anna.
    mi stupisco ancora di quanta gente non lo abbia ancora letto..un delitto!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Romanzo imponente e sorprendentemente moderno nel tratteggiare i personaggi principali della trama, dotati di grande profondità e vividi nel loro interagire reciproco e con la società dell'epoca.
    L'un ...continua

    Romanzo imponente e sorprendentemente moderno nel tratteggiare i personaggi principali della trama, dotati di grande profondità e vividi nel loro interagire reciproco e con la società dell'epoca.
    L'unico limite dell'opera è la sua lunghezza con momenti in cui il ritmo narrativo cade lasciando il lettore un po' appesantito, ciò non toglie nulla alla potenza delle descrizioni sia della società che dei conflitti interiori ed esteriori dei personaggi; ottimo romanzo ancora attuale e godibile odiernamente, consigliato con riserva per chi si spaventa davanti a opere di grande mole "cartacea"

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per