Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Anna Karenina

By Leo Tolstoy

(229)

| Paperback | 9780140440416

Like Anna Karenina ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Translated by Constance Garnett, Introduction by Leonard J. Kent and Nina Berberova

1098 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 3 people find this helpful

    “Lo sguardo stanco e nello stesso tempo appassionato di quegli occhi colpiva per la sua assoluta schiettezza. Guardandola negli occhi pareva di leggere nella sua anima, e conoscerla significava amarla”.

    La mia copia di “Anna Karenina” ha vi ...(continue)

    “Lo sguardo stanco e nello stesso tempo appassionato di quegli occhi colpiva per la sua assoluta schiettezza. Guardandola negli occhi pareva di leggere nella sua anima, e conoscerla significava amarla”.

    La mia copia di “Anna Karenina” ha viaggiato con me in Provenza, ad Ischia, all’isola di Procida. Porta i segni dell’erba bagnata e della sabbia, ha le pagine scurite dallo smog e la copertina rovinata dai tanti passaggi tra le borse. Anna: l’eroina per eccellenza, vittima e carnefice, perennemente sopraffatta dalla sua inquietudine, dalla sua smania di vivere e dall’incapacità di essere felice.
    Anna è solo sentimento, è lo splendore di un brillante autentico.
    Il mio amore per lei è cresciuto pagina dopo pagina, raggiungendo il culmine in quello che è uno dei capitoli più emblematici del romanzo: l’incontro con Levin, l’incontro tra le due anime dello stesso Tolstoj. L’iniziale diffidenza che cede il passo all’ammirazione per una donna schietta e passionale lacerata dai suoi dissidi interiori, che nonostante tutto non perde mai la sua forza e la sua dignità, ma rimane sempre fedele a se stessa.
    E poi l’epilogo: un destino tragico, ineluttabile, per la passione che porta il marchio della colpa e del peccato, pregno di speranza per l’amore limpido e puro che cresce protetto dal sacro vincolo del matrimonio.
    Ho amato Anna, sopra ogni cosa, ma di questo romanzo ho amato tutto, ogni singola pagina. È un’opera perfetta, disse Dostoevskji: si, lo è.

    Is this helpful?

    said on Sep 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Cosa porteresti con te su un'isola deserta?

    Se mi ponessero la famosa domanda: "Stai andando su un'isola deserta e puoi portarti dietro solo due libri, quale sceglieresti?" questo romanzo sarebbe una delle due scelte, perchè "Anna Karenina" parla della vita in tutte le sue sfaccettature: amore ...(continue)

    Se mi ponessero la famosa domanda: "Stai andando su un'isola deserta e puoi portarti dietro solo due libri, quale sceglieresti?" questo romanzo sarebbe una delle due scelte, perchè "Anna Karenina" parla della vita in tutte le sue sfaccettature: amore, odio, gelosia, amicizia, perdono.
    Consigliatissimo.

    Is this helpful?

    citizen erased said on Sep 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un capolavoro senza tempo

    Un'opera complessa, un romanzo lunghissimo e pieno di personaggi. Anna, Vronsky, Stiva, Dolly, Kitty e Levin: di loro l'autore si serve per raccontare l'amore in tutte le sue declinazioni.
    Anna è decisamente il personaggio più controverso: la ami e l ...(continue)

    Un'opera complessa, un romanzo lunghissimo e pieno di personaggi. Anna, Vronsky, Stiva, Dolly, Kitty e Levin: di loro l'autore si serve per raccontare l'amore in tutte le sue declinazioni.
    Anna è decisamente il personaggio più controverso: la ami e la odi con la stessa intensità. E non puoi fare altrimenti.
    Levin, invece, è il vero eroe romantico della saga, oltre che il personaggio che mi è piaciuto di più, forse per l'evoluzione che ha avuto dall'inizio alla fine.

    Is this helpful?

    Paloma said on Sep 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Tolstoj > Dostoevskij

    Chi sono io per dare un giudizio su Lev Tolstoj?
    Come potrei mai permettermi?
    Dico solo: punteggio pieno.

    Is this helpful?

    Me, My Shelf and I said on Aug 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Passioni 'morbose e disperate'. Gelosia logorante. L'annullamento nell'altro. Complicazioni. Complessità incompresa.
    Anna, la donna che tutti vorremmo essere e che temiamo di diventare. Pagine convolgenti e serrate itervallate dalle solite digressio ...(continue)

    Passioni 'morbose e disperate'. Gelosia logorante. L'annullamento nell'altro. Complicazioni. Complessità incompresa.
    Anna, la donna che tutti vorremmo essere e che temiamo di diventare. Pagine convolgenti e serrate itervallate dalle solite digressioni e riflessioni tolstojane di carattere economico, morale e filosofico.

    Is this helpful?

    Maria Petracca said on Aug 17, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Avevo paura a intraprendere la lettura, per un limite di insicurezza, di incapacità: e se non fossi riuscita a finirlo? E se non l'avessi capito? Ma Anna ti coinvolge, si impossessa di te, ti divora e continua a vivere anche dopo che è stata voltata ...(continue)

    Avevo paura a intraprendere la lettura, per un limite di insicurezza, di incapacità: e se non fossi riuscita a finirlo? E se non l'avessi capito? Ma Anna ti coinvolge, si impossessa di te, ti divora e continua a vivere anche dopo che è stata voltata l'ultima pagina. Non avrei assolutamente creduto di rimanere così scossa da questa storia, tanto da poter scrivere una recensione - se 'recensione' può essere definita. In 887 pagine ti immergi tra Mosca e San Pietroburgo, sali sulle carrozze, balli in un elegante vestito nero, ti innamori di Vronskij, e nel frattempo Anna tocca tutte le corde del tuo corpo, e non ti lascia più andare; assapori un profondo senso di pienezza e di vuoto: ci si sente pieni perchè l'intensità delle parole ti apre un mondo dentro, vuoti perchè la stessa intensità è difficile trovarla in un altro romanzo che provochi la stessa partecipazione. Non resta che continuare a leggere per testare il paragone. Grazie Tolstoj per averci regalato la tua immortalità, e grazie Anna, per esserti impossessata di me.

    Is this helpful?

    eLis* said on Aug 10, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book