Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Anna Karenina

Per

Editor: Proa

4.4
(8665)

Language:Català | Number of Pàgines: 874 | Format: Softcover and Stapled | En altres llengües: (altres llengües) English , Russian , Spanish , Chi traditional , Chi simplified , German , Italian , French , Dutch , Swedish , Slovenian , Portuguese , Czech , Greek

Isbn-10: 8496414698 | Isbn-13: 9788496414693 | Data publicació: 

Translator: Andreu Nin

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Do you like Anna Karenina ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Sorting by
  • 4

    La recensione è relativa all'edizione del romanzo, non alla trama.

    La traduzione è di Leone Ginzburg. Per valutare la qualità della traduzione dovrei conoscere il russo, ma purtroppo la mia conoscenza della lingua è molto superficiale, quindi non posso giudicare. La ...continua

    La traduzione è di Leone Ginzburg. Per valutare la qualità della traduzione dovrei conoscere il russo, ma purtroppo la mia conoscenza della lingua è molto superficiale, quindi non posso giudicare. La prefazione di Natalia Ginzburg è del 1945 e la traduzione se non è di quell'anno non se ne allontana molto. Spesso e volentieri ricorre a parole o forme obsolete (fin dall'inizio quando si usa "giorno natalizio" per dire "compleanno" a p. 6, e fino alla fine quando si scrive "diecine di persone" anziché "decine" a p. 880). Un lettore di giovane età, pur trovando il testo comprensibile nel suo complesso, potrebbe avere delle difficoltà.
    La prefazione di Natalia Ginzburg a mio parere sarebbe più adatta come postfazione: i riferimenti a fatti ed eventi del romanzo altrimenti rischierebbero di non risultare chiari. Sfortunatamente, si tratta di un testo molto breve, per un romanzo che meriterebbe molte e più approfondite considerazioni.
    Un dettaglio di pregio sono le note abbondanti e spesso utili per capire il testo; superflue invece le "traduzioni" dei nomi russi (non vedo infatti per quale ragione si debba tradurre "Fjodor" in "Teodoro" in nota, ma nel male, almeno non si è scelto di sostituire il nome originale col nome italiano nel testo).

    dit a 

  • 5

    Maestoso

    Libro divorato per come si possa divorare un libro del genere, per profondità e ampiezza delle riflessioni e per estensione. Ma è stato un vortice meraviglioso. Devo ammettere che ho faticato su alcun ...continua

    Libro divorato per come si possa divorare un libro del genere, per profondità e ampiezza delle riflessioni e per estensione. Ma è stato un vortice meraviglioso. Devo ammettere che ho faticato su alcuni passaggi filosofici, ho letto con meno attenzione tutta una serie di riferimenti alla politica (ad esempio le elezioni nobiliari) e la riflessione finale sulla religione. E' un libro senza dubbio impegnativo che alterna momenti di grandissimo coinvolgimento, soprattutto intorno la vicenda di Anna, con momenti di puro gusto storico e per questo decisamente più lenti.
    Non mi dilungherò sull'analisi del personaggio di Anna oramai discusso sotto ogni prospettiva, dico solo che è immensa nella sua umanità così veritiera, non sembra nemmeno un personaggio, sembra una persona in carne e ossa, Tolstoj è un maestro nel renderla vivida ai nostri occhi con i gesti, le espressioni, il tono della voce, a me è sembrato davvero di averla innanzi, materializzata nella mia mente come se la conoscessi davvero.

    Unica nota che mi sento di fare: ho una edizione N.Compton dalla traduzione assolutamente desueta, poco accurata in alcuni punti, poco scorrevole in altri, ricca di ripetizioni e spesso di errori proprio sintattici. Peccato.

    dit a 

  • 3

    Descubriendo un clásico...

    (Extracto de la reseña publicada en mi blog, http://cosasmiasjc.blogspot.com.es/2015/05/libros-anna-karenina-lev-tolstoi-1878.html)
    El libro se me ha hecho pesado, tanto más cuanto más avanzaba en él, ...continua

    (Extracto de la reseña publicada en mi blog, http://cosasmiasjc.blogspot.com.es/2015/05/libros-anna-karenina-lev-tolstoi-1878.html)
    El libro se me ha hecho pesado, tanto más cuanto más avanzaba en él, pero no me arrepiento de haberlo leído, al contrario, y animo al que tenga curiosidad a hacerlo. No puedo decir que lo haya disfrutado, pero en su mayor parte “se dejaba leer” bastante bien, las historias principales son intemporales y los personajes magníficos, sus perfiles psicológicos brillantes… además he aprendido cosas sobre Rusia y su sociedad en los tiempos del zar, y he descubierto a un clásico de la literatura universal. Así que creo poder decir que el balance final ha sido positivo, aunque he necesitado muuucho tiempo para llegar hasta su última página. Por otro lado, sé de gente a la que le ha encantado…

    dit a 

  • 2

    patronimici a go-go

    Premessa: ho passato tre anni all'università a sudare sul dizionario di russo. Nonostante questo, il caro Tolstoj mi ha incasinata di brutto con i mille patronimici in questo libro. Non solo sono tant ...continua

    Premessa: ho passato tre anni all'università a sudare sul dizionario di russo. Nonostante questo, il caro Tolstoj mi ha incasinata di brutto con i mille patronimici in questo libro. Non solo sono tanti, come nella stragrande maggioranza della letteratura russa. Qui sembrano tutti uguali: lasciare il libro per un paio di giorni equivale a perdersi, a non sapere più chi ha detto cosa e quando. Leggetelo quando avete tempo, un po' ogni giorno, e eviterete di tornare indietro di venti pagine ogni volta per riprendere il filo ;)

    dit a 

  • 5

    Capolavoro senza tempo

    Il numero di pagine non deve spaventare: Anna Karenina si legge con estrema facilità, catturati come si è dai personaggi e dalle loro vicende. Un romanzo senza tempo!

    dit a 

  • 3

    non credo mi avvicinerò, ancora una volta, alla letteratura russa. lo stile è fluido, scorrevole, ma porca miseria quanto si dilunga lo scrittore. descrive i vizi "peccaminosi" dell'alta società russa ...continua

    non credo mi avvicinerò, ancora una volta, alla letteratura russa. lo stile è fluido, scorrevole, ma porca miseria quanto si dilunga lo scrittore. descrive i vizi "peccaminosi" dell'alta società russa. con un pizzico di filosofia politica e religiosa, a rendere le cose ancora più pesanti. 3 stelle. non sono due solo per lo stile.

    dit a 

  • 5

    come un lettore ignaro

    Questo Tolstoj va sicuramente tenuto d'occhio. Qui si cimenta in un romanzo lunghissimo, oltre 800 pagine, popolato di personaggi di cui segue le vicende con meticolosità straordinaria. Anche se le pa ...continua

    Questo Tolstoj va sicuramente tenuto d'occhio. Qui si cimenta in un romanzo lunghissimo, oltre 800 pagine, popolato di personaggi di cui segue le vicende con meticolosità straordinaria. Anche se le parti che forse toccano di più sono quelle più emotivamente forti della morte del fratello di Levin e delle ultime ore della protagonista, lo scrittore esprime tutta la sua potenza nella narrazione calma e avvolgente.
    Molto interessante il dualismo tra la protagonista e Levin, tra la passione mondana e il lavoro agricolo. Un po' pesanti le riflessioni religiose, specie nel finale.
    Ecco, se ci possiamo permettere dei suggerimenti a Tolstoj per un suo prossimo romanzo: sicuramente continui con una narrazione maestosa e ampia, e quindi anche lunga in numero di pagine e ricca di personaggi, si mantenga e anzi si accentui il dualismo di ambientazione tra la passione e la vita, sostituendo alla campagna qualcosa di più forte... per il titolo, suggeriamo qualcosa che esprima già questo dualismo, tipo "Amore e Morte", oppure ancora meglio "Pace e Guerra" (anche se già temiamo i discorsi sulla storia umana che si sentirà in dovere di propinarci alla fine della narrazione...).

    dit a 

  • 4

    Bello, bello, bello!!! Un classicone che ancora mi mancava, ma che sono contenta di aver letto. Anna è una donna dei giorni nostri, eroina ma allo stesso tempo umana e non priva di colpe. E' vero: è l ...continua

    Bello, bello, bello!!! Un classicone che ancora mi mancava, ma che sono contenta di aver letto. Anna è una donna dei giorni nostri, eroina ma allo stesso tempo umana e non priva di colpe. E' vero: è lungo, pieno di personaggi che fanno da contorno e spostano il punto centrale della storia, molto descrittivo, ma se così no fosse non sarebbe uno dei libri più conosciuti al mondo dal quale hanno tratto tantissime versioni cinematografiche!

    dit a 

Sorting by
Sorting by