Anna vestita di sangue

Di

Editore: Newton Compton (Vertigo)

4.0
(207)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8854137723 | Isbn-13: 9788854137721 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Educazione & Insegnamento , Horror , Adolescenti

Ti piace Anna vestita di sangue?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Suo padre lo faceva prima di essere violentemente ucciso da un fantasma che stava cercando di eliminare. E ora Cas, armato del misterioso pugnale athame di suo padre, continua la missione: viaggia di città in città insieme a sua madre, una strega, e al suo gatto fiuta-fantasmi, alla ricerca di spiriti cattivi. Quando arrivano a Thunder Bay per uccidere un fantasma chiamato dai locali "Anna vestita di sangue", Cas non si aspetta nulla di diverso dal solito. Si trova invece di fronte a una ragazza posseduta da rabbia e maledizioni, uno spirito diverso da quelli che ha incontrato fino a quel momento. Indossa ancora il vestito che aveva quando fu assassinata brutalmente, nel 1958. Dal giorno della sua morte Anna ha ucciso tutti coloro che hanno osato entrare nella dimora vittoriana che una volta era casa sua. Per qualche motivo però Anna non uccide Cas. E lui allora le chiede aiuto per trovare lo spirito che ha ucciso suo padre.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Storia decisamente dark, con molti spunti da horror e con una narrazione molto colorita, infatti il protagonista Cas usa anche molte parolacce per esprimere i suoi stati d'animo.
    Teseo Cassio è un cac ...continua

    Storia decisamente dark, con molti spunti da horror e con una narrazione molto colorita, infatti il protagonista Cas usa anche molte parolacce per esprimere i suoi stati d'animo.
    Teseo Cassio è un cacciatore di fantasmi che con il suo fedele coltello di famiglia manda da qualche parte i fantasmi vendicativi che non vogliono oltrepassare e massacrano gli esseri viventi; il suo è un ruolo che ha accettato da subito ,ma in lui ristagna la sete di vendetta nei confronti del padre che è stato trucidato proprio da uno di questi esseri e non ha paura di fare qualcosa di sbagliato per raggiungere il suo scopo. Quando riceve la segnalazione di un fantasma che mutila orribilmente le sue vittime in una casa, decide di andare a fermarlo, ma si ritroverà ad affrontare qualcosa che non ha mai visto, qualcosa che farà andare il suo cuore in pezzi.
    Mi è sembrato di assistere ad una puntata di Supernatural young adult, ma poco importa perché la storia è accattivante e mi ha catturata. Cas e Anna: un nuovo amore maledetto? Visto il finale, mi sa proprio di si.
    Ho letto che stanno per girare il film e, visto che questa sarebbe una duologia interrotta da noi, chissa mai che riusciamo ad avere anche il seguito.

    ha scritto il 

  • 1

    The ring versione poraccia.

    THAT'S BAAAAAAAAAAAAAAAAD!

    Eccoci Kendare, la resa dei conti!

    Una stella tolta per la scrittura: mediocre, banale, adatta forse al mio cuginetto di terza elementare e PRURIGINOSA al massimo. Confesso ...continua

    THAT'S BAAAAAAAAAAAAAAAAD!

    Eccoci Kendare, la resa dei conti!

    Una stella tolta per la scrittura: mediocre, banale, adatta forse al mio cuginetto di terza elementare e PRURIGINOSA al massimo. Confesso che se non fosse stato per una challenge a cui partecipo, probabilmente a pagina 30 avrei detto "No grazie, eh! Simpaticissima, MA NO". Sostanzialmente, le frasi per il 98% delle volte sono articolate (che parolona, riferita alla Blake..) in SOGGETTO-VERBO-COMPLEMENTO OGGETTO-PUNTO. Una specie di stream of consciousness dei poracci al contrario che seriamente, dopo poco fa venire la tentazione di sbattere la testa al muro e insultare il mondo (Non necessariamente in questo ordine: si può pure insultare il prescelto e poi sbattere la testa al muro.. O imprecare sbattendo la testa al muro, insomma, fate voi!)

    La seconda stella se l'è giocata con la storia: ok, questa prendetela con le pinze perché è una mia mancanza, ma diciamo che i fantasmi non sono proprio il mio "ODDIOOOOO!".. C'è pure da dire però che ad inizio anno ho letto Restless spirits, sempre con la stessa titubanza e mi ha invece catturato.. Forse sono proprio i fantasmi del libro che mi hanno fatto salire il tedio e la noia (ma ci torno, sono i protagonisti della terza stellina evaporata). Non so, tutta la parte di incantesimi, wicca, formule.. Mi ha veramente snervato, che palle!! Le testate al muro hanno aumentato il ritmo, a questo punto.

    La terza stella ha fatto PUFF! per la vigliaccata/cretinanza dell'autrice di rendere i FANTASMI (cito da Wikipedia: "una presenza incorporea, spesso caratterizzata da alcuni elementi macabri o sinistri") CORPOREI, forzuti, bellissimi (e come ti sbagli..), ed essenzialmente umanoidi.
    NO. DIAMINE, NO!
    Se vuoi parlare di fantasmi, fallo come il signore comanda, non come ti pare! Altrimenti chiamalo il mostro delle caramelle, il sanguinoso vendicatore, l'ignoto che voleva solo ballare.. che ne so, qualsiasi cosa!! -__- (Qui le capocciate al muro sono diventate infinite.. E le imprecazioni in aramaico antico).

    La quarta stella AHIME' (...) è partita PER IL DISGUSTOSO VOLEMOSE BBBENE E FACCIAMOLA FINIRE A TARALLUCCI E VINO, ah, ah, ah! Immaginatevi, così eh, si fa per parlare.. Insomma, immaginatevi che 'sti quattro menomati mentali siano riusciti ad intrappolare il fantasma di Anna in un cerchio magico (...Sì, lo so, non chiedete a me), che la suddetta sia debolissima e vi basterebbe darle un pizzico per ammazzarla e portare a termine il vostro compito (MA POI.. MA CHI TE L'HA CHIESTO CAS??? MA UN SANO PACCO DI BISCOTTI E AFFARI TUOI NO EH? ERA FINITO AL SUPERMERCATO??); ecco dunque, immaginatevi la scena.. Indovinate CHI non la uccide? -_-
    Boh, a questo punto mi sono sentita presa in giro ai massimi livelli.. E tutto perché tocca redimere Anna (E che si crea un personaggio fygo totalmente cattivo? Non scherziamo, dai), darle una chance e creare quel minimo sindacale di love story, che se oggi non ci metti nemmeno un bacio manco ti guardano.. Ecco. RENDO???
    Qui ho iniziato a prendere a pugni il cuscino e ad usare la lingua gnomica per maledire la mia nefasta scelta di leggere il libro.

    La quinta stella, SE CE NE FOSSERO STATE SEI, non avrebbe avuto speranza di esistere perché questi adolescentelli deficienti mi hanno disgustato e seccato OLTREMISURA.
    MA BASTA!!!! Smettetela di passarvi a vicenda il virus dell'idiozia santa miseria!
    Cas, tu non lo sai, ma io ti avrei riempito di calci dalla mattina alla sera.. Peccato tu non esista, saresti stato perfetto per farmi sfogare la rabbia repressa accumulata con questa poracciata ;_;

    SE poi, per pura fantascienza, arriverà il giorno in cui avremo SETTE stelline... sappi Kender che ti saresti giocata anche l'ultima COSI', giusto per e perché sono cattiva. Tiè, occhio per occhio, dente per dente.

    ha scritto il 

  • 4

    Anna vestita di sangue

    Lo ammetto ho comprato questo libro perché la trama mi ricordava la mia amata serie tv di Supernatural
    Ho apprezzato molto la base su cui è stata costruita la storia di Anna, così come o apprezzato il ...continua

    Lo ammetto ho comprato questo libro perché la trama mi ricordava la mia amata serie tv di Supernatural
    Ho apprezzato molto la base su cui è stata costruita la storia di Anna, così come o apprezzato il protagonista Cass.
    Avevo riposto molte aspettative per il finale e devo dire che non mi ha deluso ma mi ha lasciato con quella domanda, tanto amata e odiata da noi lettori, chissà cosa accadrà dopo?
    l'unica cosa che mi ha dato un pò fastidio è stata la narrazione in prima persona al presente ma ci posso sorvolare sopra visto che è una mia sensazione che non so spiegare visto che non è la prima volta che leggo un libro con questa struttura!

    ha scritto il 

  • 3

    Molto carino!

    Esordio per questa autrice nel mondo dello young-adult. So che qualcuno odia questo genere di romanzi, ma a me tocca leggerli uguale! Devo dire, nonostante la storia sia propriamente ideata per le ra ...continua

    Esordio per questa autrice nel mondo dello young-adult. So che qualcuno odia questo genere di romanzi, ma a me tocca leggerli uguale! Devo dire, nonostante la storia sia propriamente ideata per le ragazzine, che l’autrice non fa per niente una brutta figura, anzi. Molto più storia gotica che young-adult, anche se i protagonisti sono comunque dei ragazzini di diciassette anni. Kendare Blake ha creato una storia in cui il confine tra i vivi e morti è più sottile di quanto si potrebbe immaginare, in cui la vendetta è il piatto forte e riempie di vita anche le ombre dei cadaveri e in cui l’oscurità e l’amore non sono poi così diversi. Con le sue connotazioni horror e la sua brillante narrazione, la Blake ha dato vita ad una storia originale. Il protagonista è un cacciatore di fantasmi, Teseo Cassio “Cas” Lowood, che con il suo fedele pugnale,”l’athame”, ereditato dal padre, riesce a uccidere gli spettri assetati di vite umane. Cas però è un diciassettenne e non bisogna dimenticarlo. Non è facile per lui essere sempre in viaggio, sempre con lo zaino in spalla, viaggiando di città in città per svolgere il suo lavoro, accompagnato solamente da sua madre, una strega “bianca” e dal fedele gatto nero avvistatore di fantasmi “Tebaldo”. Nel mondo di Cas i fantasmi, in modo particolare quelli uccisi da morte violenta, sono delle creature divorate dal bisogno di uccidere chiunque gli si avvicini, per infliggere il loro stesso dolore. Cas ha un potere particolare che glieli fa vedere e riconoscere, ma soprattutto riesce ad ucciderli di nuovo, grazie all’eredità lasciatale dal padre ed al suo pugnale che porta sempre con se. Cas è un bel personaggio. Non è il solito supereroe tutto muscoli, anzi. Ha tutti i difetti che hanno i ragazzini di diciassette anni. E’ ossessionato dalla morte di suo padre e ne vorrebbe vendicare la morte. Sboccato, autoironico e davvero molto umano, Cas sa davvero come entrare in sintonia con il lettore. La nuova missione che lo aspetta, dopo anni di lotta ai fantasmi, è quella di annientare il fantasma di Anna vestita di sangue. Fantasma che vive a Tunder Bay e che appartiene ad una ragazza morta a sedici anni nel 1958. Anna stava andando al ballo della scuola, ma venne uccisa da qualcuno, che le tagliò quasi la testa. Il fantasma di Anna si presenta con lo stesso vestito con cui è morta, ma intriso del suo sangue, da questo il nomignolo. Dopo la sua morte, Anna ha straziato e ucciso chiunque abbia messo piede nella sua vecchia casa e per ora è invincibile. Cas deve ucciderla di nuovo, prima che Anna commetta altri omicidi. Ma Anna non è un semplice fantasma. Anna è un appuntamento con il destino che cambierà la vita non solo di Cas, ma anche quella di altre persone, altri ragazzi che potrebbero essere gli amici che Cas non ha mai avuto finora. La sua squadra diventerà inaspettatamente folta e variegata e, tra stregoni voodoo, telepati e cheerleader agguerrite da gestire, Cas avrà decisamente molto di cui preoccuparsi. Ma quello che lo metterà più in difficoltà sarà la stessa Anna, che non essendo un fantasma come gli altri è capace anche di strapparti il cuore e farlo a pezzi. Anna vestita di sangue è un romanzo, carismatico, ironico e coinvolgente. La storia è violenta e sanguinosa, piena di scene forti e terrificanti, magistralmente descritte dall’abile penna della Blake. Tuttavia, per quanto cruento possa essere, adrenalinico e anche un po’ scurrile, il romanzo risulta essere incredibilmente suggestivo e poetico. Kendare Blake ha saputo creare due personaggi, Cas e Anna, per cui fare il tifo. Sono agli opposti, ma si attraggono, e nonostante tutto l’amore può nascere anche nella lotta per la redenzione. Anna è una figura tragica e terrificante al tempo stesso, è una spietata assassina nella parte del fantasma, ma riesce a tornare una ragazzina al cospetto di Cas. La sua storia farebbe vacillare chiunque, anche il più intrepido dei cacciatori di fantasmi, che vive per la vendetta e non crede nelle seconde possibilità. I due si ritroveranno a lottare insieme contro i propri demoni superando dei limiti che non avrebbero mai creduto possibile valicare. L’autrice ha saputo mescolare, senza mai abbandonare il suo stile fresco e dissacrante, horror, paranormale, riti voodoo e maledizioni di ogni sorta. Lo stile è ricco e dettagliato, i tempi narrativi sono vincenti e i personaggi secondari sono interessanti e ben costruiti. Il finale è decisamente inatteso, ma lascia una porta aperta per un secondo capitolo. Adatto per lettori dai 15 ai 17 anni. Voto: 7

    ha scritto il 

  • 4

    Anna dressed in blood

    Veramente una bella sorpresa questo libro! Mi è piaciuto parecchio anche se è molto diverso dagli YA che leggo solitamente. Qui infatti il protagonista è un maschio (una novità piacevole)e le atmosfer ...continua

    Veramente una bella sorpresa questo libro! Mi è piaciuto parecchio anche se è molto diverso dagli YA che leggo solitamente. Qui infatti il protagonista è un maschio (una novità piacevole)e le atmosfere sono horror.
    Lo stile è leggero, scorrevole, molto fluido, forse come unica pecca ha proprio il fatto di essere un pò troppo veloce.
    La prima parte è la più interessante, con Cas che affronta Anna più volte, finendo per restare folgorato da lei, dalla sua storia, dalla sua bellezza, dal suo potere. Finchè non si scopre la sua tragica storia, forse raccontata un pò troppo sbrigativamente ma comunque d'effetto. La seconda parte è leggermente più macchinosa, ma non per questo meno interessante e appassionante. Il libro termina con un finale molto aperto, dove c'è spazio per un seguito. Peccato che la Newton Compton non abbia per ora intenzione di pubblicarlo ç__ç Che amarezza!

    ha scritto il 

  • 5

    La recensione completa la trovi qui: http://blog.pianetadonna.it/iotralerighe/anna-vestita-di-sangue-kendare-blake/

    L’ho iniziato a leggere perche la copertina è davvero meravigliosa. Devo dire che in ...continua

    La recensione completa la trovi qui: http://blog.pianetadonna.it/iotralerighe/anna-vestita-di-sangue-kendare-blake/

    L’ho iniziato a leggere perche la copertina è davvero meravigliosa. Devo dire che inizialmente non mi ha presa più di tanto, carino, storia lineare con qualche scena di tensione ben piazzata qua e la (insomma, saltavo al minimo rumore..Sarò fifona io??). Poi quando sono arrivata a metà del libro mi sono proprio appassionata e le pagine restanti le ho divorate in un sol boccone. Un libro pieno di tristezza alternata a momenti ironici, che ti trasmette quella curiosità di continua a leggere finche non arrivi alla fine del libro.

    ha scritto il 

Ordina per