Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ante actium. Il destino di un guerriero

Di

Editore: Giannini

3.2
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 887431485X | Isbn-13: 9788874314850 | Data di pubblicazione: 

Genere: History

Ti piace Ante actium. Il destino di un guerriero?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 2

    Molto deludente

    Mi spiace parlar male di un giovane esordiente ma il romanzo proprio non mi è piaciuto. Il protagonista deve andare ad alessandria d'egitto da brindisi e inspiegabilmente passa attraverso tutta la grecia, la turchia, la persia, si ferma qualche mese e poi riparte attraverso la siria ... lo fa per ...continua

    Mi spiace parlar male di un giovane esordiente ma il romanzo proprio non mi è piaciuto. Il protagonista deve andare ad alessandria d'egitto da brindisi e inspiegabilmente passa attraverso tutta la grecia, la turchia, la persia, si ferma qualche mese e poi riparte attraverso la siria ... lo fa per far perdere le proprie traccie direte voi ? Peccato che durante tutto il suo viaggio tentino svariate volte di ucciderlo e di catturarlo (riuscendoci tra l'altro) quindi ? Sembra quasi che l'autore voglia dar sfoggio di conoscenze personali. Tra l'altro la lorica segmentata ai tempi di cesare è da matita blu !!!!
    Naturalmente nel finale (piuttosto affrettato) trova la più gnocca del reame e ruba il documento che gli serve per finire la propria missione.
    Ricompense ? Ma proprio nessuna è il molosso di cesare lui mica un mercenario qualsiasi.
    Anche se amate follemente i romanzi storici potete passare la mano.

    ha scritto il 

  • 4

    i commenti di alcuni lettori:

    Katia Sorrentino
    un dolce pomeriggio di agosto, le mie vacanze appena iniziate...che faccio da sola in spiaggia? ok è arrivata l'ora di leggere questo libro ... la voglia non c'era (non amo i romanzi storici):sono sempre stata una che fa fatica ad inter ...continua

    i commenti di alcuni lettori:

    Katia Sorrentino
    un dolce pomeriggio di agosto, le mie vacanze appena iniziate...che faccio da sola in spiaggia? ok è arrivata l'ora di leggere questo libro ... la voglia non c'era (non amo i romanzi storici):sono sempre stata una che fa fatica ad interessarsi alla storia, una che ai tempi della scuola faceva i riassuntini prima dell'interrogazione di storia...Vi dico solo che in tre giorni ho finito le 278 pagine...che dire?l'ho divorato: una perfetta miscela di descrizioni (mai noiose ma ben esplicative di ciò che si voleva rappresentare) e di fluidità nei dialoghi mai pesanti...e la storia era come un sottofondo musicale che accompagnava in maniera soft la trama. Insomma finalmente ho conosciuto Ottaviano e Marco Antonio accompagnata mano nella mano da Tera e Lucio Fabio Silano ed i suoi valori amici cartaginesi e Romani.
    Bravo Fabio...l'unico per il momento che è riuscito a farmi leggere con avidità un romanzo storico...
    Aspetto il prossimo con impazienza...

    Marisa Marchino
    Un libro scorrevole, interessante e mai banale. A tratti anche didattico. Lo consiglio a chi si appassiona di Storia ma anche a chi ama i buoni romanzi. La sua qualità migliore? Per me, il senso del ritmo.

    Ida Palumbo
    Ciao! Ho da poco finito di leggere Ante Actium e mi è piaciuto veramente molto! Non è facile trovare una strada propria nella selva dei romanzi storici ma mi è sembrato tutto nuovo e originale; ho apprezzato soprattutto che a muovere il protagonista fosse l'affetto paterno, qualcosa che in fondo non si trova spesso o che comunque è posto in secondo piano rispetto al movente classico dell'amore "coniugale"... All'inizio avevo trovato forse troppo immediati e profondi i rapporti che Lucio instaura con i marinai cartaginesi e Tiresia conoscendoli in realtà molto poco, ma effettivamente è molto plausibile che in una situazione così estrema gli unici di cui ci si possa fidare diventino subito tuoi intimi;

    Alexandro Ascoli
    Ave Fabio!
    Sono quasi alla fine del libro, l'ho letto con molto piacere e godimento ed ho apprezzato in modo particolare lo sforzo che hai fatto, riuscendo, di dare ai protagonisti un eloquio quanto più coerente possibile con i tempi. Spesso infatti, i tuoi colleghi blasonati, attribuiscono ai loro protagonisti, un modo di parlare troppo moderno e, quindi, stonato rispetto al contesto. Tu, invece, hai reso molto bene tanto l'ambientazione visiva quanto quella uditiva. Le critiche, costruttive ovviamente, le riserverò alla fine.
    Bravo ancora!
    Vale, amico mio!

    Remo Martini
    Ciao Fabio ( mi permetto il "tu" perchè tu sei nato nel 1983 e io nel 1954, quindi vinco io) Sono un lettore di romanzi storici e tra i preferiti, ci sono quelli dove c'è una lettura scorrevole, il protagonista ti affascina e quando è finito hai imparato qualcosa. Sulla tua opera c'è tutto questo...bravo bocia
    Alpino Remo

    Adriana Demanega
    amici e fan di fabio sorrentino.....comprate e sopratutto leggete il suo libro......e' veramente bello.....ricco di storia e poesia.....ho finito di leggerlo e veramente merita.....e adesso aspetto il suo secondo libro con gioia un ciao a tutti adriana....

    Francesco Alamia
    Ante Actium. Libro molto molto bello si legge tutto d'un fiato. Ti immergi proprio nella Roma di quel periodo piena ti intrighi e avventure. Non vedi l'ora di vedere come prosegue l'avventura del molosso di CESARE ma quando arrivi alla fine del libro ti dispiace perché avresti voluto che continuasse ancora.

    Maria Capasso
    ‎...ieri ho finito il tuo libro...e già mi manca...Fabio sei riuscito in ciò che credo ogni scrittore desideri, legare il lettore alle pagine...per me è stato così, anzi le ultime pagine del tuo meravigliso libro me le sono centellinate...alla fine non volevo che finisse...Sto Silano mi ha davvero conquistata e ancor di più mi è piaciuto il tuo modo di scrivere, scorrevole ma sempre preciso e coinvolgente, non credo assolutamente fosse facile adentrarsi in certi argomenti, soprattutto così lontani dai giorni nostri, ci sei riuscito in modo colto e coinvolgente...Complimenti!!!

    ha scritto il