Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Antimanuale del sesso

Di

Editore: Marco Tropea

3.3
(27)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 223 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8855800604 | Isbn-13: 9788855800600 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Non-fiction

Ti piace Antimanuale del sesso?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Inaspettato. Il sesso è il punto di partenza per riflessioni filosofiche, analisi sociali, considerazioni sulla morale e parziale racconto autobiografico. Fa pensare e insieme mantiene una vena leggera e brillante. Mi ha evidenziato un punto di vista a cui non avevo pensato, riflessioni sulla lib ...continua

    Inaspettato. Il sesso è il punto di partenza per riflessioni filosofiche, analisi sociali, considerazioni sulla morale e parziale racconto autobiografico. Fa pensare e insieme mantiene una vena leggera e brillante. Mi ha evidenziato un punto di vista a cui non avevo pensato, riflessioni sulla libertà e sulle costrizioni sociali, sul conformismo. Interessante.

    ha scritto il 

  • 0

    A un condannato a morte fu concesso un ultimo desiderio. «Desidero non essere presente all'esecuzione» disse. Il boia ci pensò su un attimo. «Non te lo posso concedere» gli rispose alla fine. «Devi esprimere un altro desiderio.» Il condannato riflette' un momento e alla fine disse: «Allora deside ...continua

    A un condannato a morte fu concesso un ultimo desiderio. «Desidero non essere presente all'esecuzione» disse. Il boia ci pensò su un attimo. «Non te lo posso concedere» gli rispose alla fine. «Devi esprimere un altro desiderio.» Il condannato riflette' un momento e alla fine disse: «Allora desidero imparare il giapponese...

    Come con il genio della lampada, avevo realizzato i tre desideri grazie a un'intervista da trecento euro (netti). Quella sera di settembre, le libido sentiendi, sciendi e dominandi mi spinsero tutte insieme a essere me stessa, a continuare a essere me stessa, a finire con l'essere me

    Eros, che per gli antichi era un dio, per i moderni è un problema.

    «È indubbio che non ci sia niente di più emozionante nella vita di un uomo che la scoperta casuale della perversione cui è destinato.»

    ha scritto il 

  • 4

    non fatevi ingannare dal titolo

    è molto più che uno stupido manuale.
    Per chi di voi che ancora non la conoscesse, la Tasso è una ex prostituta che si ferma a riflettere e mette nero su bianco le riflessioni al di la della pratica. Riflessioni a tutto tondo sul sesso e sulla sessualità, per alcune donne direi una lettura e ...continua

    è molto più che uno stupido manuale.
    Per chi di voi che ancora non la conoscesse, la Tasso è una ex prostituta che si ferma a riflettere e mette nero su bianco le riflessioni al di la della pratica. Riflessioni a tutto tondo sul sesso e sulla sessualità, per alcune donne direi una lettura essenziale, uscite dagli schemi che hanno costruito per voi gli uomini!

    ha scritto il 

  • 4

    Al di là delle intelligenti riflessioni sulla sessualità è un libro pieno di citazioni che da sole meritano una lettura.
    Ho particolarmente apprezzato i vari riferimenti etimologici ed anche gli episodi autobiografici contribuiscono piacevolmente ad allegerire la lettura, senza essere tropp ...continua

    Al di là delle intelligenti riflessioni sulla sessualità è un libro pieno di citazioni che da sole meritano una lettura.
    Ho particolarmente apprezzato i vari riferimenti etimologici ed anche gli episodi autobiografici contribuiscono piacevolmente ad allegerire la lettura, senza essere troppo invadenti.
    In ogni caso, la qualità migliore del libro è l'essere riuscita a scansare le banalità più avvilenti,che in fatto di sessualità sono quasi inevitabili, specie quando si ricerca un anticonformismo forzato. Bello. Lo sarebbe anche se non parlasse di sesso. Anzi, posso dire che sia bello nonostante parli di sesso. In fondo anche l'autrice l'ha chiamato "antimanuale".

    ha scritto il 

  • 0

    La "completezza" implica che nulla resti fuori, che non vi sia un'origine o una destinazione, ma soltanto un transito. Nemmeno qualcosa di chiuso può essere completo.
    Credere che l'interazione sessuale si "completi" con il coito é come credere che la vita si completi con una Mercedes Slk. U ...continua

    La "completezza" implica che nulla resti fuori, che non vi sia un'origine o una destinazione, ma soltanto un transito. Nemmeno qualcosa di chiuso può essere completo.
    Credere che l'interazione sessuale si "completi" con il coito é come credere che la vita si completi con una Mercedes Slk. Ugualmente frustrante, snervante, traumatizzante, labile. La stragrande maggioranza delle ansie che sfociano in disfunzioni sessuali (impotenza, eiaculazione precoce, vaginismo...) derivano dal malinteso di dare senso all'interazione sessuale coronandola con il coito.

    ha scritto il 

  • 4

    Di cosa (non) parliamo quando parliamo di sesso

    Ti aspetti una mangiatrice di uomini e trovi invece una donna di grande attenzione e sensibilità nei confronti dell'universo maschile.
    Ogni capitoletto del romanzo, che fonde narrazione autobiografica a riflessioni storiche e scientifiche (la Nostra è sessuologa, ma non solo) mira a sfatare ...continua

    Ti aspetti una mangiatrice di uomini e trovi invece una donna di grande attenzione e sensibilità nei confronti dell'universo maschile.
    Ogni capitoletto del romanzo, che fonde narrazione autobiografica a riflessioni storiche e scientifiche (la Nostra è sessuologa, ma non solo) mira a sfatare luoghi più o meno comuni della sessualità e a sottolineare i profondi e antichi condizionamenti psicologici e sociali di cui siamo vittime.
    Bella novità, dirà qualcuno: c'eravamo arrivati già negli anni Settanta. Eppure lo sguardo della Tasso è colto e originale, oltre che giovane, e coniuga una solida preparazione umanistica a una insolita spregiudicatezza personale.

    Il libro sposa sostanzialmente la tesi di Foucault nella "Storia della sessualità": a partire dall'Ottocento e dalla invenzione del "discorso normativo sul sesso", questo non si è più occultato tramite la repressione e il silenzio, bensì grazie alla sovraesposizione e alla messa in scena. Insomma, pur di non parlarne, se ne parla in continuazione. In modi e termini così banalizzanti da averlo trasformato in un fantoccio.

    ha scritto il 

  • 5

    Un punto di vista diverso!

    Sicuramente un libro da leggere perchè guarda veramente da un punto diverso tutti i luoghi comuni che noi abbiamo sul sesso in generale. Strutturato in brevi capitoli può essere letto a mo di pillole quotidiane per dare il tempo a metabolizzare un marea di informazioni “alternative” che l’autrice ...continua

    Sicuramente un libro da leggere perchè guarda veramente da un punto diverso tutti i luoghi comuni che noi abbiamo sul sesso in generale. Strutturato in brevi capitoli può essere letto a mo di pillole quotidiane per dare il tempo a metabolizzare un marea di informazioni “alternative” che l’autrice espone in modo estremamente lucido e privo di pregiudizi.
    Una voce diversa e benvenuta in un mondo purtroppo, a dire poco omologato, specialmente per quanto riguarda il sesso e i suoi annessi.

    ha scritto il