«Ho scritto questo libro per me stesso, e neppure di questo sono troppo sicuro. Per molto tempo sono state solo pagine sparse che rileggevo e forse correggevo convinto di non avere tempo. Ma tempo per cosa? Ero incapace di spiegarlo con precisione. H ...Continua
Coda
Ha scritto il 06/04/17
Una donna di nome Anversa.
Deve essere successo qualcosa di orribile, dunque di molto doloroso, qualcosa attorno a cui si gira, senza mai farglisi troppo accanto, per non fare delle parole il becco degli avvoltoi. “Ho scritto questo libro per i fantasmi, che sono gli unici ad...Continua
  • 3 mi piace
  • 1 commento
gianz
Ha scritto il 27/12/16
Scene sparse per un possibile film dada (un giallo ... forse)
Superato lo shock delle prime pagine l'occhio è andato a una delle tante parole ricorrenti (scena) e allora l'ho letto come un susseguirsi disordinato di possibili scene di un film "dada" (o anarchico che in sostanza è la stessa cosa). La successione...Continua
  • 1 mi piace
Kobayashi
Ha scritto il 07/08/16
Ancora Bolaño che mi ossessiona e che rileggo finché non capirò meglio. In fondo sono solo queste letture inquietanti a darmi giovamento “giacché libri che non danno disagio sono libri disertati dagli dèi” (Manganelli). E Bolaño dice di aver scritto...Continua
  • 17 mi piace
  • 6 commenti
daniele...
Ha scritto il 06/10/15
Cerro Azul, arrivo surfando!
Io sono tra quei sapientoni convinti che i Beach Boys non siano stati solo dei simpatici ragazzotti indiscutibilmente legati alla tavola da surf, ma dei geniali inventori e innovatori della musica pop. Una delle loro canzoni più celebri, "I get aroun...Continua
  • 18 mi piace
  • 12 commenti
sigurd
Ha scritto il 15/05/15
Qui resterò
Il libro che Bolaño più amava tra i suoi è anche quello meno amato dai suoi lettori e, potremmo concludere, nessun autore forse è il miglior interprete di se stesso. Devo dire che dissento un po’ dai bolaniani e non posso dare proprio tutti i torti a...Continua
  • 26 mi piace
  • 13 commenti

Kobayashi
Ha scritto il Aug 07, 2012, 19:02
L'estate C'è una malattia segreta chiamata Lisa. È indegna come tutte le malattie e si manifesta di notte. Nel tessuto di un linguaggio misterioso le cui parole significano senza eccezione che lo straniero "non sta bene". E io vorrei che lei venisse...Continua
Pag. 100

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi