Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Appuntamento con la paura

Di

Editore: Mondadori (Oscar scrittori moderni. Narrativa, 1507)

3.6
(344)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 211 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8804508523 | Isbn-13: 9788804508526 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Lydia Lax , Maria Grazia Griffini

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Appuntamento con la paura?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un'eccentrica vecchia signora trafitta da una freccia mentre passeggia nel suo giardino, una medium assassinata nel bel mezzo di una seduta spiritica, una bambola animata da uno spirito demoniaco che compie strani scherzi, una tragica festa natalizia, una grande casa di campagna dove qualcuno nasconde un favoloso rubino macchiato dal sangue di molte vittime e un'insospettabile coppia di truffatrici. Otto sconvolgenti racconti brevi, pubblicati per la prima volta nel 1961, nei quali Agatha Christie non si limita a fare agire i suoi insuperabili personaggi Hercule Poirot e Miss Marple ma introduce anche un pizzico di inspiegabile mistero. Una raccolta insolita nel quale la regina del giallo classico lascia libero il suo lato oscuro confrontandosi con il sovrannaturale.
Ordina per
  • 0

    Avevo già letto e straletto tutti i raccconti di questo libro con protagonisti sia il mio caro Poirot che la vecchia pettegola Marple...ma...sono rimasta sorpresa da 3 racconti che mai avrei immaginato scritti dalla Christie: La Bambola della sarta, davvero bislacco, L'Ultima sèance, veramente mo ...continua

    Avevo già letto e straletto tutti i raccconti di questo libro con protagonisti sia il mio caro Poirot che la vecchia pettegola Marple...ma...sono rimasta sorpresa da 3 racconti che mai avrei immaginato scritti dalla Christie: La Bambola della sarta, davvero bislacco, L'Ultima sèance, veramente mooolto inquietante (a quanto pare per un istante la nostra Agatha è stata vittima della mania spiritista del suo collega Doyle; pazzesco re e regina del giallo contagiati entrambi dallo spiritismo...) e Asilo, un raccontino con protagonista la mia vecchietta Marple.
    Il libro è stato regalato ad altri. Va bene così

    ha scritto il 

  • 2

    Peccato, questa raccolta di racconti della intramontabile Agatha mi ha deluso.
    Quattro sono notevoli( La follia di Greenshaw, La bambola della sarta, L'ultima seance e Asilo ) mentre gli altri non si discostano molto da un livello piuttosto piatto e modesto.
    Nei quattro che ho apprez ...continua

    Peccato, questa raccolta di racconti della intramontabile Agatha mi ha deluso.
    Quattro sono notevoli( La follia di Greenshaw, La bambola della sarta, L'ultima seance e Asilo ) mentre gli altri non si discostano molto da un livello piuttosto piatto e modesto.
    Nei quattro che ho apprezzato è ammirevole la capacità di far serpeggiare inquietudine nel lettore senza grandi mezzi o trovate, ma col solo abile uso dei dettagli. In qualche caso davvero un brivido corre lungo la schiena, seppur fugace.
    Il resto dei racconti sembrano sinceramente romanzi abortiti , non riescono a catturare , o a sorprendere, nemmeno per una pagina. La media complessiva perciò è bassa, come votazione finale.

    ha scritto il 

  • 4

    Per un paio di ore di relax, se si apprezzano lo stile scarno, la semplicità e l'intelligenza di Agatha Christie.
    Ho aggiunto la quarta stellina perché Agatha Christie conosce i suoi limiti e li sa valorizzare.

    ha scritto il 

  • 3

    Qualche raccontino per passare una giornata, niente a che vedere con i misteri a cui ci ha abituato la geniale scrittrice. Il migliore è di sicuro "L'avventura del dolce di Natale", il più strutturato, il più lungo, quello, quindi, in cui si notano a meglio le caratteristiche stilistiche dell'aut ...continua

    Qualche raccontino per passare una giornata, niente a che vedere con i misteri a cui ci ha abituato la geniale scrittrice. Il migliore è di sicuro "L'avventura del dolce di Natale", il più strutturato, il più lungo, quello, quindi, in cui si notano a meglio le caratteristiche stilistiche dell'autrice che ho sempre amato e in cui si apprezza il carattere, non sempre simpatico, ma fenomenale di quella macchietta che è Hercule Poirot!

    ha scritto il 

  • 3

    Passatempo

    E' un po' come la settimana enigmistica, una serie di piccoli episodi con tutti i maggiori interpreti delle saghe di Agatha, semplici e brevi, per passare la giornata

    ha scritto il 

  • 0

    Effetto Christie.

    Ho letto quasi tutto quello che Agatha Christie ha scritto. Ora non so dire esattamente perché, visto che ho finito di leggerla circa venti anni fa e in vent’anni molte sono cambiate dentro e fuori di me. Ricordo però nettamente di averla letta soprattutto in momenti in cui mi sono sentita mancar ...continua

    Ho letto quasi tutto quello che Agatha Christie ha scritto. Ora non so dire esattamente perché, visto che ho finito di leggerla circa venti anni fa e in vent’anni molte sono cambiate dentro e fuori di me. Ricordo però nettamente di averla letta soprattutto in momenti in cui mi sono sentita mancare la terra sotto i piedi e le mie certezze si sono sbriciolate. Quando stavo male, insomma, abbastanza da diventare impenetrabile a qualunque altrui storia, divoravo le “salcicce” inglesi di Agatha Christie (era lei a definire così i suoi gialli) una dopo l’altra. Dentro c'erano sempre storie in cui la vita di uomini e donne veniva improvvisamente devastata e distrutta, ma dove qualcuno (di solito un presuntuoso investigatore belga o un’anziana zitella di provincia) era sempre in grado di individuare il colpevole ed estirparlo da quella vita, riportandola alla normalità. L’orrore veniva rinchiuso sotto il coperchio del passato, l’ordine e il senso tornavano a scandire le ore e i giorni. Funzionava sempre.
    Ora che grazie ad Anobii ho messo in ordine le mie librerie e ritrovato i suoi gialli, proverò a rileggerne uno, così, per riconoscenza e nostalgia.

    ha scritto il 

  • 3

    Ho acquistato questo libro solo per aver letto "bambola posseduta" e, in effetti, è stato il racconto più bello.
    Ho avuto difficoltà a leggerlo, specialmente i racconti con Poirot che non mi intrigavano più di tanto. Diciamo che gli ultimi racconti sono stati migliori. Miss Marple mi è piac ...continua

    Ho acquistato questo libro solo per aver letto "bambola posseduta" e, in effetti, è stato il racconto più bello.
    Ho avuto difficoltà a leggerlo, specialmente i racconti con Poirot che non mi intrigavano più di tanto. Diciamo che gli ultimi racconti sono stati migliori. Miss Marple mi è piaciuta abbastanza.
    Il fatto che abbia impiegato mesi per un libro la dice lunga...

    ha scritto il 

  • 3

    Qualche racconto è un gioiellino, altri - specialmente quelli in cui la Christie si cimenta con il paranormale - non mi hanno entusiasmato. In generale, credo che la Christie non dia il meglio di sè nel genere racconti, dato che una delle capacità che maggiormente ammiro in lei, cioè quella di ca ...continua

    Qualche racconto è un gioiellino, altri - specialmente quelli in cui la Christie si cimenta con il paranormale - non mi hanno entusiasmato. In generale, credo che la Christie non dia il meglio di sè nel genere racconti, dato che una delle capacità che maggiormente ammiro in lei, cioè quella di caratterizzare i personaggi, non riesce ad esprimersi appieno nel racconto breve.

    ha scritto il