Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Appunti di un venditore di donne

Di

Editore: Mondadori

3.8
(2754)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 331 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Inglese , Spagnolo , Portoghese , Catalano

Isbn-10: 8860738636 | Isbn-13: 9788860738639 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback , Altri

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Appunti di un venditore di donne?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Tra ristoranti di lusso, discoteche, bische clandestine e cabaret - dove cresce una nuova generazione di uomini di spettacolo destinata a rivoluzionare la comicità italiana - che fa i suoi affari un uomo enigmatico, affascinante, reso cinico da una menomazione inflittagli per uno «sgarbo». Si fa chiamare Bravo. Il suo settore sono le donne. Lui le vende. La sua vita è una lunga notte bianca che trascorre in compagnia di disperati, come l'amico Daytona. L'unico essere umano con cui pare avere un rapporto normale è un vicino di casa, Lucio, formidabile chitarrista cieco con cui condivide la passione per i crittogrammi. La comparsa improvvisa di una ragazza, Carla, che per sfuggire alla povertà decide di entrare nel giro della prostituzione, risveglia dolorosamente in Bravo sensazioni che l?handicap aveva messo a tacere. Ma per lui non è l'inizio di una nuova vita, che comunque gli sarebbe preclusa, bensì di un incubo che lo trasformerà in un uomo braccato dalla polizia, dalla malavita e da un'organizzazione terroristica. Incastrato come capro espiatorio in una serie di omicidi e in una strage efferata, per salvarsi non potrà contare che su se stesso. Il mondo, cui aveva cercato di sottrarsi scegliendo l'oscurità alla luce del giorno, lo risucchia mettendolo faccia a faccia con la violenza del proprio tempo. Qualcosa di molto più grosso di lui che fa sembrare acqua cristallina i suoi traffici sporchi.
Ordina per
  • 5

    Ho adorato Io uccido e Niente di vero tranne gli occhi. Fuori da un evidente destino e pochi inutili nascondigli mi hanno lasciato perplessa. Su questo libro non ho dubbi: fantastico!!! Dopo un inizio ...continua

    Ho adorato Io uccido e Niente di vero tranne gli occhi. Fuori da un evidente destino e pochi inutili nascondigli mi hanno lasciato perplessa. Su questo libro non ho dubbi: fantastico!!! Dopo un inizio un po' lento, la trama comincia a dispiegarsi, il ritmo si fa serrato e la storia diventa ricca di colpi di scena. Quando pensi che ormai sia tutto finito ecco che arriva un altro elemento a completare l intricato puzzle.

    ha scritto il 

  • 5

    Un incipit un po' scioccante, una storia che non c'è...e poi ritmo incalzante, colpi di scena, personaggi ben delineati e tutti i pezzi del puzzle vanno al loro posto. Veramente bello e scritto benuss ...continua

    Un incipit un po' scioccante, una storia che non c'è...e poi ritmo incalzante, colpi di scena, personaggi ben delineati e tutti i pezzi del puzzle vanno al loro posto. Veramente bello e scritto benussimo. Ambientato nell. Milano degli anni 70, ben descrive clima e ambienti. Ve lo consiglio.

    ha scritto il 

  • 4

    Non avevo mai letto nulla di Faletti e ammetto di essermi accostata a questo romanzo un po' prevenuta, seppur incuriosita. Mi sono trovata immersa in un giallo italianissimo, ambientato in una Milano ...continua

    Non avevo mai letto nulla di Faletti e ammetto di essermi accostata a questo romanzo un po' prevenuta, seppur incuriosita. Mi sono trovata immersa in un giallo italianissimo, ambientato in una Milano guardata con occhio benevolo, seppur in un periodo storico, gli anni 70, molto difficile. Un giallo ben congegnato, che appassiona, grazie anche ad un protagonista con una straordinaria sensibilità e a personaggi di contorno sempre ben studiati. Insomma, un romanzo da leggere, una bellissima scoperta.

    ha scritto il 

  • 5

    Imperdibile scorcio italiano

    Ora posso dire di aver letto tutti i libri di Faletti. O, nel caso di Fuori da un evidente destino e Pochi inutili nascondigli, di averci almeno provato.
    Che dire? È un peccato che Giorgio non ci sia ...continua

    Ora posso dire di aver letto tutti i libri di Faletti. O, nel caso di Fuori da un evidente destino e Pochi inutili nascondigli, di averci almeno provato.
    Che dire? È un peccato che Giorgio non ci sia più, se è stato capace di scrivere questo romanzo.
    Non amo film e libri ambientati in Italia e non amo il periodo storico in cui è ambientato Appunti di un venditore di donne: la storia si sviluppa parallelamente al caso Moro, triste pagina degli anni 70.
    Bravo, il protagonista, è un personaggio con uno spessore che raramente mi è capitato di incontrare. I colpi di scena non si contano e la narrazione è ipnotica.
    Potrei scrivere molto altro, ma preferisco dire: leggetelo!

    ha scritto il 

  • 5

    Che peccato, Giorgio!

    Mi mancava questo romanzo da leggere tra tutti i capolavori scritti da Faletti, e posso considerarlo un omaggio postumo a un grandissimo autore. Una scrittura perfetta, frasi meravigliose (ne andrebbe ...continua

    Mi mancava questo romanzo da leggere tra tutti i capolavori scritti da Faletti, e posso considerarlo un omaggio postumo a un grandissimo autore. Una scrittura perfetta, frasi meravigliose (ne andrebbero trascritte davvero troppe), la storia che ti appassiona fino all'ultimo pagina... L'Italia ha perso non solo un grande comico ma pure un bravissimo autore quando Faletti ci ha lasciato.
    5 stelle per tutto, per le descrizioni di una Milano che non c'è più, per una storia inventata che non lesina fatti di cronaca nera e vera, per la violenza che trasuda dalle pagine... Grazie Giorgio.

    ha scritto il 

  • 4

    Meglio "copiare" Scerbanenco che non Deaver

    Ecco un libro di Faletti che mi è piaciuto. Molto. Ritmo serrato, tanti twist nella trama e concessioni limitate all'autoerotismo pennaiolo. Molto carino, si'.

    ha scritto il 

  • 5

    Il più bel libro di Faletti. Personaggio fuori dagli schemi, storia che non ti aspetti,colpi di scena, il tutto descritto con un linguaggio asciutto e deciso che perfettamente si sposa con la storia n ...continua

    Il più bel libro di Faletti. Personaggio fuori dagli schemi, storia che non ti aspetti,colpi di scena, il tutto descritto con un linguaggio asciutto e deciso che perfettamente si sposa con la storia narrata. Se potessi aggiungerei una stella.

    ha scritto il 

Ordina per