Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Archeoastronomia italiana

Di

Editore: CLEUP

3.7
(3)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 272 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8871781538 | Isbn-13: 9788871781532 | Data di pubblicazione: 

Genere: Art, Architecture & Photography , Non-fiction , Science & Nature

Ti piace Archeoastronomia italiana?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Fin dalla più remota antichità e in tutti i paesi, utilizzando particolari orientamenti di certe strutture su alcuni punti dell'orizzonte sui quali sorgeva o tramontava il Sole o la Luna, l'uomo ha cercato di individuare, con l'osservazione di questi fenomeni, i momenti che riteneva più opportuni per celebrare i suoi culti o per individuare le date più importanti per i lavori agricoli. Anche in Italia esistono numerosi monumenti che testimoniano l'utilizzo di queste antiche pratiche. In questo libro sono illustrati i risultati delle più recenti ricerche nel campo dell'archeoastronomia italiana e le metodiche che vengono utilizzate in questa disciplina nonché gli elementi fondamentali dell'astronomia che sono necessari per affrontare i vari argomenti trattati.
Ordina per
  • 4

    Il più tecnico tra i libri (reperibili) sull'archeoastronomia italiana

    A parte qualche fastidioso refuso nel testo, devo dire che é stata una lettura piuttosto veloce e piacevole. Le 250 pagine sono scritte con caratteri grandi ed in maniera semplice e sufficientemente ...continua

    A parte qualche fastidioso refuso nel testo, devo dire che é stata una lettura piuttosto veloce e piacevole. Le 250 pagine sono scritte con caratteri grandi ed in maniera semplice e sufficientemente corredata di immagini. Romano é stato il precursore, in Italia, di questa disciplina ed il suo testo é piuttosto "sui generis" rispetto ad altri sull'argomento: decisamente molto tecnico, soprattutto nella seconda parte offre molti spunti che mai avevo trovato altrove.

    La prima metà del libro é una specie di "catalogo" dei siti archeoastronomici italiani: interessantissimo in particolare il capitolo sugli allineamenti astronomici nella Cappella degli Scrovegni di Giotto.

    Nella seconda parte vengono invece affrontati aspetti "tecnici" e scientifici fondamentali per chi vuole cimentarsi in questa disciplina: una specie di prontuario di astronomia per archeoastronomi.

    In appendice, forse la parte più preziosa, una serie di indicazioni operative e concrete su come verificare gli orientamenti astronomici. Utilissima in particolare l'Appendice A sull'utilizzo del teodolite, per ricavare azimut ed altezze di monumenti antichi ma anche per determinare l'altezza degli ostacoli sull'orizzonte.

    Nell'appendice B vengono esposti i metodi di costruzione con i quali gli antichi potevano realizzare allineamenti megalitici costituiti da forme geometriche ben precise. Si tratta di una parte in cui, quasi si trattasse di "archeologia sperimentale", vengono spiegati passo dopo passo tutti i procedimenti necessari per disegnare (con poche corde e bastoni) forme geometriche anche piuttosto complesse: cerchi, ellissi, ovali ecc.

    Breve ma particolarmente interessante anche l'appendice C, in cui viene riportato, passo per passo, il vitruviano "metodo dell'analemma": é con esso che i costruttori medievali riuscivano ad orientare chiese e monumenti sui principali momenti del ciclo annuale del Sole.

    ha scritto il