Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Arcobaleno

Di

Editore: Feltrinelli

3.6
(1927)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 135 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Portoghese , Giapponese

Isbn-10: 8807818558 | Isbn-13: 9788807818554 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Alessandro Giovanni Gerevini

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Travel

Ti piace Arcobaleno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Orfana del padre, Eiko vive con la madre e la nonna, proprietarie di un ristorante. Finito il liceo, la giovane decide di trasferirsi a Tokyo e trova un'occupazione in un ristorante indonesiano, l'Arcobaleno. Alla morte delle due donne, si ritrova completamente sola. Per vincere il dolore della perdita, Eiko si concentra completamente sul suo lavoro. Il signor Takada, proprietario dell'Arcobaleno, si dimostra molto solidale e comprensivo con lei e le propone di aiutare la moglie incinta nella conduzione domestica. Questo nuovo impegno,a contatto con un ambiente in apparenza tranquillo, consente a Eiko di riprendersi. Ma presto si accorge di quanto siano orribili i rapporti tra il marito e la moglie, fatti di bugie e tradimenti.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    “Arcobaleno” è il mio primo contatto con Banana Yoshimoto. Non so dire se la delusione che ho provato dopo la lettura sia dovuta alle aspettative che mi ero creata al riguardo, fatto sta che il libro ...continua

    “Arcobaleno” è il mio primo contatto con Banana Yoshimoto. Non so dire se la delusione che ho provato dopo la lettura sia dovuta alle aspettative che mi ero creata al riguardo, fatto sta che il libro non mi ha lasciato alcuna emozione. Alcune frasi mi hanno colpito per la bellezza del rapporto di Eiko con la natura, il suo amore per piante e animali, i ricordi malinconici legati all’infanzia e al paese natale.
    Eiko, a Tahiti, ripensa alle azioni che l’hanno portata dove si trova ora, ripercorre le varie tappe della propria vita fino al presente, così che anche il lettore sia consapevole del suo passato, delle sue sofferenze e della situazione complicata che si trova a vivere. La riflessione serve al lettore per conoscere la storia, ma anche alla stessa Eiko per realizzare il proprio amore per Takada, suo datore di lavoro. L’uomo, intrappolato in un matrimonio infelice, le ha dichiarato i propri sentimenti e i due hanno trascorso la notte insieme prima che la ragazza partisse per Tahiti per riposare corpo e spirito.
    Ho molto apprezzato la figura della signora Kaneyama, che Eiko incontra durante la sua vacanza. L’anziana racconta l’infelicità del suo primo matrimonio e come si sia sentita libera e felice soltanto dopo aver avuto il coraggio di chiedere il divorzio. Eiko, riflettendo sulle parole della donna, arriverà a comprendere l’importanza dei propri sentimenti e finalmente prenderà la decisione di iniziare una relazione con Takada una volta tornata in Giappone.
    Sono presenti connotati culturali tipici giapponesi: l’estremo rispetto per le convenzioni sociali, la grande importanza del lavoro e il timore di offendere in alcun modo i propri superiori (Eiko teme di offendere il signor Takada quando rifiuta un nuovo lavoro che l’avrebbe allontanata dal ristorante), oltre all’amore per la natura. Il romanzo è caratterizzato da toni malinconici.

    ha scritto il 

  • 2

    Dignitoso romanzo della Yoshimoto, scritto con il consueto stile a brevi periodi e descrizioni evocative, leggero senza essere superficiale ma un po' troppo breve, alcuni aspetti si potevano sviluppar ...continua

    Dignitoso romanzo della Yoshimoto, scritto con il consueto stile a brevi periodi e descrizioni evocative, leggero senza essere superficiale ma un po' troppo breve, alcuni aspetti si potevano sviluppare meglio ed il finale risulta un po' raffazzonato. Godibile senza infamia e senza lode

    ha scritto il 

  • 3

    在閱讀完村上春樹後,接著閱讀吉本芭娜娜,首先有的共同奇妙感受是,日本文學果然與台灣文學不太相同,在閱讀春上和吉本的作品時,我覺得我都花了一些時間去摸索,作者在這本書中想描寫什麼?又想傳達什麼呢?而這本書中,作者花了大部分的開頭來描述大溪地,大溪地的山,樹木與海,最讓人印象深刻的是條黃色的鯊魚,閱讀至此,讀者可能會認為這是一篇寫景的文章,忽而故事穿插了主角在日本時的故事,用插敘法表現出這趟旅行大溪地 ...continua

    在閱讀完村上春樹後,接著閱讀吉本芭娜娜,首先有的共同奇妙感受是,日本文學果然與台灣文學不太相同,在閱讀春上和吉本的作品時,我覺得我都花了一些時間去摸索,作者在這本書中想描寫什麼?又想傳達什麼呢?而這本書中,作者花了大部分的開頭來描述大溪地,大溪地的山,樹木與海,最讓人印象深刻的是條黃色的鯊魚,閱讀至此,讀者可能會認為這是一篇寫景的文章,忽而故事穿插了主角在日本時的故事,用插敘法表現出這趟旅行大溪地的原因,不過因為現在與過去時空交錯描寫的關係,我在閱讀時偶爾會覺得情感較難延續。整體而言吉本芭娜娜在本故事中,確實著力於情感的描寫,從人物的動作,甚至與動物或物品的交流間展現情感,而這方面與村上對於情感的表現技巧是不太相同的。

    ha scritto il 

  • 5

    Romanzo meraviglioso, scorrevole e rilassante. Ho amato molto Eiko, ragazza sensibile, orgogliosa, laboriosa e piena di vita, il suo amore per il suo lavoro di cameriera nel ristorante tahitiano chiam ...continua

    Romanzo meraviglioso, scorrevole e rilassante. Ho amato molto Eiko, ragazza sensibile, orgogliosa, laboriosa e piena di vita, il suo amore per il suo lavoro di cameriera nel ristorante tahitiano chiamato Arcobaleno, per le piante, per gli animali del suo datore di lavoro, l'affascinante signor Takada, anch'egli amante degli animali, sposato con una moglie fredda, egoista, cinica e bugiarda, la quale aspetta un figlio dal suo amante.
    Io dico solo una cosa: voglio andare a Tahiti!!!!!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    0

    Mah, che dire. Come ogni libro di questa autrice devo assorbirlo un pò per capire se mi piace o meno.
    Uno dei pochi casi in cui il finale è limpido e a lieto fine, mi sono sentita particolarment ...continua

    Mah, che dire. Come ogni libro di questa autrice devo assorbirlo un pò per capire se mi piace o meno. <br />Uno dei pochi casi in cui il finale è limpido e a lieto fine, mi sono sentita particolarmente partecipe quando vengono narrati l'amore e gli episodi che coinvolgono gli animali.<br />Come sempre però Banana sa emozionarmi e stupirmi nel giro di due righe.

    ha scritto il 

  • 1

    Non è il suo peggiore (per quello ci si deve rivolgere ad "A Proposito Di Lei"), anche perché, tra le pagine, qualche momento di fosforo lo si trova e perché gli ambienti marini, caraibici ed esotici ...continua

    Non è il suo peggiore (per quello ci si deve rivolgere ad "A Proposito Di Lei"), anche perché, tra le pagine, qualche momento di fosforo lo si trova e perché gli ambienti marini, caraibici ed esotici vengono raccontati alla perfezione, immergendo il lettore in un clima torrido e di assoluto relax.
    Tuttavia, ha il pericolo dell'inutilità: la narrazione è inconsistente e si dimentica ciò che è appena successo durante la lettura. Forse perché, effettivamente, poco succede.

    Non è minimalismo, è inconsistenza pura.
    La lettura scorre veloce, ma scivola addosso alla pelle, senza lasciare alcuna traccia.

    è meno peggio di "A Proposito Di Lei", dicevo. Eppure, mentre quel romanzo (a fatica) ero riuscito a finirlo, questo -colpa il tedio che questo romanzo di niente scatena- a dieci pagine della fine, ho deciso di arrendermi.

    ha scritto il 

  • 4

    Davvero un arcobaleno di emozioni!

    "Arcobaleno" è stato scritto dall'autrice Giapponese Banana Yoshimoto nel 2002 e pubblicato in Italia da Feltrinelli nel 2003 nella collana i Canguri.
    La sua trama parla di Eiko una ragazza che lascia ...continua

    "Arcobaleno" è stato scritto dall'autrice Giapponese Banana Yoshimoto nel 2002 e pubblicato in Italia da Feltrinelli nel 2003 nella collana i Canguri.
    La sua trama parla di Eiko una ragazza che lascia a zona natia, zona di mare, dove è nata e cresciuta e dove la sua famiglia gestiva un ristorante per trasferirsi a Tokyo e lavorare in un ristorante Tahitiano.
    Dopo la morte della nonna e della mamma Eyko non regge più i suoi ritmi di vita e il gestore del suo ristorante le concede un periodo di riposo facendola lavorare come domestica nella sua casa prima poi lasciandole del tempo libero per farle fare un viaggio proprio a Tahiti. In questo periodo di tempo Eiko si rende conto dei suoi reali sentimenti verso le persone che la circondano e del loro modo di vivere.

    Questo libro è un continuo avvicendarsi di racconti della vita di Eiko fino al momento in cui parte per il suo viaggio a Tahiti e di momenti della sua vacanza in cui analizza e mette a fuoco il suo modo di essere e il suo modo di approcciarsi alla vita, alle emozioni e alla realtà.
    Prende delle posizioni rispetto a tutto quello che è ed è stata la sua vita fino a quel momento perché capisce che la bellezza della vita sta nello stupirsi e nel godere prima di tutto della meraviglia che ci danno le piccole cose.
    E' così bello vedere i colori e la vivacità di quei posti incantati e puri attraverso la vista inizialmente annebbiata e poi man mano più vivida e vivace di Eiko. Una Eiko che potremmo in realtà essere noi in prima persona.
    Spesso ci si appanna la visione della vita e non ce ne rendiamo conto perdendo di vista gli obbiettivi primari della nostra felicità.
    Un libro che non sai come va a finire fino all'ultima pagina perché come solo Banana Yoshimoto sa fare, un momento ci da un colpetto di malinconia, un altro di ottimismo...

    Due frasi che ho trovato stupende in questo libro:


    "A me succede sempre così. Quando mi accorgo delle mie emozioni, all'inizio non riesco mai a mettere a fuoco la situazione. Solo dopo che la confusione si è trasformata in immagini, allora tutto mi appare chiaro. No si tratta di stupidità, ma della prova che il mio animo non è corrotto, una cosa di cui vado orgogliosa. Il trucco sta nell'abbandonarmi al torpore fintanto che non prendo coscienza, attendendo senza scuotermi di risvergliarmi spontaneamente. Solo quello che emerge in quel momento rappresenta la mia verità."

    "Per me i veri angeli sono le persone che in certi momenti compaiono all'improvviso a dare luce alla vita."

    ha scritto il 

Ordina per