Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Aristoi

Di

Editore: Mondadori

3.6
(45)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 504 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Francese

Isbn-10: 8804415673 | Isbn-13: 9788804415671 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Franco Forte , Nicoletta Greco

Genere: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Aristoi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Frutto di una spietata selezione, collocati sul gradino più alto della complessa struttura sociale in cui è organizzata la popolazione delle galassie, gli Aristoi sono i veri e unici padroni dell'oniricron, la raffinata tecnologia che permette a un uomo di essere in due posti nello stesso tempo, di dominare la realtà fisica e quella virtuale, determinando l'aspetto e le vicende di entrambe. Sono l'oligarchia benigna di un mondo perfetto, senza fame e malattie, ordinato e felice. Ma esiste un frammento di universo nascosto allo sguardo degli Aristoi, in cui uno dei potenti sperimenta folli teorie genetiche. Un inferno affascinante e barbaro, contro il quale Gabriel, l'illuminato, dovrà combattere per salvare il suo paradiso. Con questo romanzo, Williams reinventa con un colpo di genio gli stereotipi del cyberpunk, ritrovando la carica visionaria e la profondità della migliore fantascienza anni '80. Una combinazione di avventura, esotismo e ipertecnologia, un trascinante viaggio nel futuro inquieto dell'uomo che impara a essere Dio.
Ordina per
  • 3

    Faticosetto

    Un bel po' ampolloso, difficle da leggere e ostico. Peccato perchè altrimenti sarebbe un bel libro, davvero. Nonostante questo, merita comunque un tentativo. La seconda parte è decisamente miglioree più facile da leggere della prima.

    ha scritto il 

  • 2

    Quando a pagina 120 l'autore ti sta ancora raccontando il complesso e noioso modo di vivere degli Aristoi, la trama non è ancora partita, ci sono pagine e pagine di digressioni filosofiche, e a pag.186 ti accorgi che qualcosa inizia a muoversi ma fondamentalmente scopri che non ti importa come va ...continua

    Quando a pagina 120 l'autore ti sta ancora raccontando il complesso e noioso modo di vivere degli Aristoi, la trama non è ancora partita, ci sono pagine e pagine di digressioni filosofiche, e a pag.186 ti accorgi che qualcosa inizia a muoversi ma fondamentalmente scopri che non ti importa come va a finire la storia... beh, è il momento di lasciar perdere questo romanzo e provarne altri.

    ha scritto il 

  • 3

    La prima parte è davvero molto dura da "digerire", poi attorno a metà libro la faccenda comincia a diventare interessante.
    Interessanti spunti per lettori di fantascienza, un mattone terribile per i "non adepti".

    ha scritto il 

  • 2

    Forse il mio giudizio poco lusinghiero su questo libro potrebbe essere influenzato da un periodo di difficoltà di lettura in generale, ma ho fatto davvero una gran fatica, soprattutto all'inizio, per riuscire a concentrarmi sulla lettura. Eppure gli argomenti non mi sono affatto nuovi ed altre s ...continua

    Forse il mio giudizio poco lusinghiero su questo libro potrebbe essere influenzato da un periodo di difficoltà di lettura in generale, ma ho fatto davvero una gran fatica, soprattutto all'inizio, per riuscire a concentrarmi sulla lettura. Eppure gli argomenti non mi sono affatto nuovi ed altre storie di questo genere me le sono lette tutte di un fiato. La trilogia dell'età dell'oro di John C. Wrigth per esempio, o anche qualche romanzo di Stross. Ma qui mi è stato davvero difficile "entrare" nella storia, l'inizio mi è sembrato molto confuso, poco comprensibile, a tratti addirittura noioso.
    Si riprende abbastanza dopo metà libro circa (ma ancora si ritrovamo capitoli un po' appesantiti da particolari del tutto supreflui) quando la storia si anima, ci sono scene di combattimenti corpo a corpo che sembrano coreografati dai coreografi di Matrix, ma che purtroppo non rendono come nei films.
    Poco efficaci anche i brani "a due colonne" che certo non aiutano la fluidità della narrazione.
    Conclusione abbastanza scontata e poco o nulla sorprese.

    ha scritto il 

  • 4

    Un eccellente romanzo di fantascienza. Una storia appassionante e ben congegniata che mescola la letteratura Cyberpunk a una sci-fi di stampo più classico. Consigliato a chi ama il genere.

    ha scritto il 

  • 5

    Williams è un autore secondo me sopravvalutato e incostante. Aristoi rimane a mio avviso il suo capolavoro ed è indubbiamente uno dei testi fantascientifici più interessanti degli ultimi venti anni.

    ha scritto il