Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Arlecchino, servitore di due padroni

Di

Editore: Rizzoli (BUR)

3.8
(109)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 288 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8817122408 | Isbn-13: 9788817122405 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature

Ti piace Arlecchino, servitore di due padroni?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Personale - Libro della mia Gioventù - Letteratura teatrale - Romanzo italiano - Arlecchino servitore di due padroni

    Una commedia classica di un grande autore come Goldoni: come avrebbe potuto deludere? La trama in sé è piena di giochi di parole, fraintendimenti e ingarbugliamenti con risoluzione finale; i ricchi e gustosi costumi accentuano il lato grottesco dei personaggi-maschere presenti (Arlecchino, Pantal ...continua

    Una commedia classica di un grande autore come Goldoni: come avrebbe potuto deludere? La trama in sé è piena di giochi di parole, fraintendimenti e ingarbugliamenti con risoluzione finale; i ricchi e gustosi costumi accentuano il lato grottesco dei personaggi-maschere presenti (Arlecchino, Pantalone, Brighella); Le parole rendono un’atmosfera giocosa e lieve in cui campeggia lo storico interprete Arlecchino.

    ha scritto il 

  • 5

    Fenomenale, non avevo letto niente di Goldoni (un pò diffidente della sua morale di "buone maniere"), ma con questo libro mi sono ricreduto: l'autore riesce a delineare una figura eccezionale di servo astuto e stupido al tempo stesso (Arlecchino), ma che si riesce a barcamenare con continue inven ...continua

    Fenomenale, non avevo letto niente di Goldoni (un pò diffidente della sua morale di "buone maniere"), ma con questo libro mi sono ricreduto: l'autore riesce a delineare una figura eccezionale di servo astuto e stupido al tempo stesso (Arlecchino), ma che si riesce a barcamenare con continue invenzioni in una spassosa situazione di "doppio gioco" fino alla fine, riuscendo persino a sposare la ragazza di cui è invaghito. Una delle migliori commedie italiane.

    ha scritto il 

  • 4

    esempio classico di come la commedia dell'arte italiana abbia saputo costruire dell'ottimo teatro reinterpretando la commedia terenziana, e soprattutto menandrea, ma con l'acume e lo spirito caratteristico del genio di Goldoni. I personaggi sono burattini archetipici della narrazione di sempre, m ...continua

    esempio classico di come la commedia dell'arte italiana abbia saputo costruire dell'ottimo teatro reinterpretando la commedia terenziana, e soprattutto menandrea, ma con l'acume e lo spirito caratteristico del genio di Goldoni. I personaggi sono burattini archetipici della narrazione di sempre, ma chissà perchè il XVII secolo riecheggia in ogni verso di queste poche, divertentissime pagine.

    ha scritto il 

  • 5

    non si capisce subito, serve rileggere x il dialetto veneziano vecchio, che viene usato, ma non è poi così difficile, e la storia è bellissima oltre ad essere "comica"... mi è piaciuto così tanto ke poi l'ho pure visto al teatro...

    ha scritto il