Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Armadale

By Wilkie Collins

(26)

| Mass Market Paperback | 9788492421152

Like Armadale ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Cuando el anciano Allan Armadale escribe su terrible confesión en el lecho de muerte, no puede ni imaginarse las repercusiones que tendrá esa carta cuando su hijo recién nacido la lea años después. Por segunda vez, dos hombres con el mismo nombre y e Continue

Cuando el anciano Allan Armadale escribe su terrible confesión en el lecho de muerte, no puede ni imaginarse las repercusiones que tendrá esa carta cuando su hijo recién nacido la lea años después. Por segunda vez, dos hombres con el mismo nombre y el mismo apellido se verán implicados en la prosecución de una herencia que parece maldita.
Mientras tanto, se suceden las sigilosas intrigas de Lydia Gwilt, un personaje misterioso y perverso que horrorizó a los lectores victorianos y que todavía hoy sobrecoge. Una mujer que llegó a ser definida por la crítica como "una de las villanas más curtidas".
Con estos hilos y la complicidad del lector, el maestro Wilkie Collins teje una trama envolvente y seductora que brega entre identidades confusas, maldiciones heredadas, rivalidades amorosas, espionaje... y asesinatos.

14 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Cuando creía que ya conocía todos los trucos del señor Collins, leo una nueva novela y descubro que ha creado a uno de los villanos más redondos de la literatura: la señorita Gwilt. Más allá de la intrincada historia de las dobles identidades, los se ...(continue)

    Cuando creía que ya conocía todos los trucos del señor Collins, leo una nueva novela y descubro que ha creado a uno de los villanos más redondos de la literatura: la señorita Gwilt. Más allá de la intrincada historia de las dobles identidades, los secretos del pasado, y herencias -por otro lado, genial, el autor es un maestro en este campo- y de un principio trepidante, me quedo con este complejo personaje que tanto causa odio como compasión. Simplemente, maravillosa.

    Is this helpful?

    María said on Sep 16, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Come sempre, nei romanzi di Wilkie Collins, tutto torna. In questo caso però ad un certo punto non si vede l'ora di arrivare alla fine. Troppe coincidenze.

    Is this helpful?

    Raulino73 said on May 31, 2012 | Add your feedback

  • 4 people find this helpful

    intricatissimo romanzone pieno di intrighi, sogni premonitori, amori- tra londra, la campagna inglese e l'isola di man. spiccano, più dell'armadale che dà il titolo al libro, la perfida miss gwilt e l'inquieto ozias midwinter- tratteggiati da collins ...(continue)

    intricatissimo romanzone pieno di intrighi, sogni premonitori, amori- tra londra, la campagna inglese e l'isola di man. spiccano, più dell'armadale che dà il titolo al libro, la perfida miss gwilt e l'inquieto ozias midwinter- tratteggiati da collins in modo stupendamente enfatico; storia avvincente e traboccante, ritmo sostenuto per (quasi) tutte le 800 e passa pagine. ancora una volta, grandissimo romanzo di qualità e intrattenimento.

    Is this helpful?

    fiamma said on Feb 28, 2012 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    L'amico di un grande può essere piccolo

    Wilkie Collins, dicono le cronache, era amico di Charles Dickens. Sicuramente, almeno a giudicare da questo suo primo libro che ho letto, non ne sfiorava neppure la grandezza e la capacità narrativa.
    Armadale è infatti, a mio avviso, un buon ...(continue)

    Wilkie Collins, dicono le cronache, era amico di Charles Dickens. Sicuramente, almeno a giudicare da questo suo primo libro che ho letto, non ne sfiorava neppure la grandezza e la capacità narrativa.
    Armadale è infatti, a mio avviso, un buon romanzo d'appendice, e poco più. Costruito per creare suspance, troppo spesso si ha l'impressione che l'intreccio e le cose che accadono siano costruite ad arte: troppe sono le coincidenze, troppi gli accadimenti altamente improbabili che si verificano perché in questo modo la trama può prendere la piega voluta dall'autore. Anche se lo spunto, l'idea fondante del romanzo è molto intrigante, non si sfugge all'impressione di una costruzione artificiale.
    I personaggi, poi, rimangono solo abbozzati, e anche quelli dal tratto più dickensiano, come Mr Bashwood, sembrano più marionette e stereotipi che veri personaggi di romanzo.
    Un ulteriore tratto che colpisce nelle lunghe, a volte troppo, pagine di Armadale è la misoginia dell'autore: tutte le donne che appaiono sono malvage, cattive o, nella migliore delle ipotesi, un po' stupidotte.
    In definitiva un romanzo da leggere per capire come nella Gran Bretagna vittoriana l'industria culturale avesse già una diffusione tale da richiedere prodotti per il grande pubblico, ma come anche tra gli autori più organici a questo sistema vi fossero differenze notevoli di risultato. Chissà che le prossime letture dell'autore non riservino migliori sorprese.

    Is this helpful?

    Viducoli said on Feb 18, 2012 | 1 feedback

Book Details

Improve_data of this book