Arrivederci amore, ciao

Voto medio di 2.148
| 296 contributi totali di cui 294 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In questo romanzo che racconta il cuore nero del Nordest e, più in generale, dell'Italia patinata ed "emergente", Carlotto "mette a frutto" le pessime conoscenze che ha fatto in carcere, nel mondo criminale e anche tra i personaggi delle ... Continua
Ha scritto il 27/02/17
Ingredienti: un criminale senza scrupoli né ideali, un mondo di violenze, ricatti e corruzione, una rapina per poter nuotare nell'oro, una scia di omicidi per rimanere a galla.Consigliato: a chi vuol immergersi nel lato più sporco di soldi e ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 08/11/16
Nella quarta di copertina si paragona Carlotto ad Ellroy: non scherziamo. Io apprezzo l'autore italiano più per i suoi libri fuori dal genere del giallo o del noir. Questo libro nonostante a tratti sembri un pò tirato via nella trama, scritto con ..." Continua...
Ha scritto il 24/10/16
Un noir agghiacciante. Un viaggio per i lati peggiori del nostro paese attraverso un personaggio che è il derivato coerente di quegli ambienti. Tutta l'ipocrisia e le contraddizioni di quelle istituzioni raccolte nel più noncurante, egoista, ..." Continua...
Ha scritto il 21/10/16
Il congegno narrativo è cristallino e sfiora la perfezione nel descrivere le imprese di personaggi di un'abiezione esemplare, pervicace e disgustosa. Il problema (mio) è che ho il cuore tenero, e alla fine la mancanza assoluta di umanità mi ..." Continua...
Ha scritto il 16/09/16
Duro, durissimo, spietato, freddo come la scrittura che lo racconta. In tempi di orrende violenze sulle donne, quell'aspetto mi ha fatto particolarmente male. Non sono proprio riuscita a pensarlo "solo" come un romanzo. Mi ha ricordato certo ..." Continua...

Ha scritto il Feb 17, 2012, 16:41
Passeggiavo per Milano impellicciata e ingioiellata come una principessa, ma la notte dormivo sola. Non ho mai smesso di amarlo, però, io sono una di quelle che amano solo un uomo nella vita, e quando me l'hanno ammazzato sono diventata la ... Continua...
Ha scritto il Feb 17, 2012, 16:38
La solitudine di quella donna era agghiacciante, e la solitudine era l'unico lato dell'esistenza che mi faceva paura. Quando sei solo e privo di mezzi, diventi preda di qualcun altro. Come avevo fatto io con lei.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi