Artemis Fowl

L'incidente artico

Di

Editore: Arnoldo Mondadori

3.8
(1156)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 300 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo

Isbn-10: 8804509031 | Isbn-13: 9788804509035 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Angela Ragusa

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Adolescenti

Ti piace Artemis Fowl?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Artemis Fowl è davvero un genio criminale? Sì, visto che a dodici anni è riuscito a impadronirsi dell'oro custodito dal Popolo delle creature fatate e a beffarsi della magia grazie al proprio stupefacente Q.I. Artemis ha tuttavia un punto debole: l'amore per la madre, che pretende di mandarlo a scuola come un moccioso qualunque, e per il padre, misteriosamente scomparso fra i ghiacci dell'Artico. Ed è appunto per ritrovare Fowl senior, prigioniero della Mafia russa, che Artemis deve chiedere aiuto ai suoi nemici di sempre, Spinella Tappo della polizia elfica e il suo burbero comandante Julius Tubero. Perché anche il Popolo è in grossissimi guai e per uscirne ha bisogno di Artemis.
Ordina per
  • 3

    6/10

    Questo romanzo, il secondo della serie, risulta meno brillante del precedente in quanto non abbiamo più l'elemento di novità dell'ambientazione, un grande punto di forza nel primo romanzo: "L'incident ...continua

    Questo romanzo, il secondo della serie, risulta meno brillante del precedente in quanto non abbiamo più l'elemento di novità dell'ambientazione, un grande punto di forza nel primo romanzo: "L'incidente artico" è storia d'azione dal ritmo sostenuto e ambientata in un mondo unico nel suo genere, ma non è particolarmente brillante o originale nella trama né memorabile quanto ad approfondimento psicologico dei personaggi. Colfer riesce comunque a tirare fuori un altro paio di idee originali dal cilindro, come quella dei nani che mangiano la terra, controbilanciate però da un umorismo scatologico che francamente poteva risparmiarsi e dal solito sottotesto moralista-ecologista a cui è così affezionato.

    ha scritto il 

  • 3

    Fantasy e tecnologia, mescolati tra di loro per dare vita a questo piccolo romanzo. Stupidi goblin, folletti coraggiosi e folletti malvagi, un saccente centauro, un nano strabiliante e... umani: non m ...continua

    Fantasy e tecnologia, mescolati tra di loro per dare vita a questo piccolo romanzo. Stupidi goblin, folletti coraggiosi e folletti malvagi, un saccente centauro, un nano strabiliante e... umani: non manca nulla, tranne che si finisce velocemente di leggerlo

    ha scritto il 

  • 4

    Fiacco all'inizio (tant'è che avevo quasi pensato di abbandonarlo) ma poi con l'arrivo dei goblin (imbranati e pasticcioni) mi sono fatta un mucchio di risate e quindi, al più presto, proseguirò la le ...continua

    Fiacco all'inizio (tant'è che avevo quasi pensato di abbandonarlo) ma poi con l'arrivo dei goblin (imbranati e pasticcioni) mi sono fatta un mucchio di risate e quindi, al più presto, proseguirò la lettura di questa saga!

    ha scritto il 

  • 3

    Artemis crede che suo padre sia morto da tempo, quando riceve una richiesta di riscatto. Decide così di chiedere aiuto al Popolo Fatato, ma nel sottosuolo è in corso un tentativo di golpe e Spinella e ...continua

    Artemis crede che suo padre sia morto da tempo, quando riceve una richiesta di riscatto. Decide così di chiedere aiuto al Popolo Fatato, ma nel sottosuolo è in corso un tentativo di golpe e Spinella e Burbero hanno bisogno del suo aiuto...

    Simpatico. Probabilmente all'età adeguata l'avrei trovato più divertente, ma non è male.

    * Era un vero genio. In certi casi, l'umiltà è superflua.
    * Come faceva, una povera guardia del corpo, a svolgere decentemente il suo lavoro quando la persona da proteggere insisteva a saltare nella fossa dei leoni?

    ha scritto il 

  • 4

    Artemis Fowl, di cui abbiamo già potuto ammirare le doti criminali nel libro precedente, ha deciso di intraprendere una nuova missione: cercare il padre scomparso misteriosamente anni prima nell'Artic ...continua

    Artemis Fowl, di cui abbiamo già potuto ammirare le doti criminali nel libro precedente, ha deciso di intraprendere una nuova missione: cercare il padre scomparso misteriosamente anni prima nell'Artico. Con un'improbabile alleanza con gli elfi, il giovane protagonista dovrà superare numerose altre difficoltà per trovare suo padre.
    Un libro che mi è piaciuto più del precedente, anche per l'ambientazione (che amo particolarmente).

    ha scritto il 

  • 0

    Increíble libro de fantasía que trata de un niño hacker que le intenta quitar el oro a las criaturas mágicas que habitan en el subsuelo para ayudar a su madre que tiene amnesia. (este es el segundo li ...continua

    Increíble libro de fantasía que trata de un niño hacker que le intenta quitar el oro a las criaturas mágicas que habitan en el subsuelo para ayudar a su madre que tiene amnesia. (este es el segundo libro que me leí antes que el primero pero aún así me gusto).

    ha scritto il 

  • 3

    Questa seconda avventura di Artemis Fowl è un po' più particolare, rispetto all'esordio. La trama si snoda tra scene di spionaggio, zuffe armate e rocambolesche lotte di potere. Ma Artemis Fowl non è ...continua

    Questa seconda avventura di Artemis Fowl è un po' più particolare, rispetto all'esordio. La trama si snoda tra scene di spionaggio, zuffe armate e rocambolesche lotte di potere. Ma Artemis Fowl non è un romanzo immaturo, tutt'altro; a parte la poca descrizione dei personaggi (ho avuto qualche problema ad immaginarne qualcuno), la scrittura è piacevole e leggera, senza troppe pretese. E' un tipo di scrittura "giovane", ricca di elementi fantastici e dinamiche veloci e accattivanti, che di sicuro attirano il lettore giovane e che lasciano, in quello meno giovane, un ricordo piacevole e la curiosità di leggere il romanzo successivo.

    ha scritto il 

  • 0

    In Twinny we trust

    Diciamo che è migliore del primo volume e diciamo pure che finalmente Artemis ha "lasciato a casa la spocchia, che solo quella pesa un paio di chili" (cit.) e fa meno la primadonna, però non mi è piac ...continua

    Diciamo che è migliore del primo volume e diciamo pure che finalmente Artemis ha "lasciato a casa la spocchia, che solo quella pesa un paio di chili" (cit.) e fa meno la primadonna, però non mi è piaciuto. Se l'autore aveva in mente di costruire una trama giallastra, doveva evitare di raccontarci tutti gli annessi e connessi nelle prime pagine per poi lasciarci a guardare Artemis&Company che si arrabattano per salvare baracca e burattini, per 200 pagine. Così non c'è la minima suspense, anzi, le scene che avrebbero dovuto essere d'azione sono di una noia mortale. Due cose si salvano: la trovata iniziale della Baia di Kola (perché uno che tenta di vendere il capitalismo ai russi è tutto un programma, ma del resto i Fowl sono tutti geniacci) e quella finale che non dico per non spoilerare. E stavo dimenticando un'altra cosa: un paio di personaggi escono finalmente dall'anonimato e sono un po' più caratterizzati rispetto al primo volume. Comunque, continuo a fidarmi di Twinny che dice che dal terzo la saga migliora, quindi di sicuro leggo anche il prossimo!

    ha scritto il