Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Arthur e il popolo dei Minimei

Di

Editore: Mondadori

3.6
(612)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 235 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804547081 | Isbn-13: 9788804547082 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: M. Bastanzetti

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Children , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Arthur e il popolo dei Minimei?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Arthur ha dieci anni e molte preoccupazioni. Sui genitori non può contare,visto che l'hanno lasciato in campagna dalla nonna e non si fanno mai vedere.La nonna è simpatica, la casa è bella, ma un malvagio speculatore medita diimpossessarsene. Quanto al nonno, è misteriosamente scomparso da quattro anni.Arthur è solo un bambino... A chi chiedere aiuto? Nella biblioteca del nonno,Arthur trova qualcosa che lo aiuterà ad andare nel paese dei Minimei... sololoro possono salvare la situazione. Dal libro, best seller in Francia, è statotratto un film di animazione diretto dall'autore stesso, noto registafrancese.Età di lettura: da 9 anni.
Ordina per
  • 1

    Non è un romanzo, ma il copione del film

    Vergognoso. Besson ha pensato bene di spacciare la sceneggiatura del suo film per un romanzo, senza nemmeno porsi il problema di ritoccarla quel tanto da renderla leggibile. I tempi al presente, ...continua

    Vergognoso. Besson ha pensato bene di spacciare la sceneggiatura del suo film per un romanzo, senza nemmeno porsi il problema di ritoccarla quel tanto da renderla leggibile. I tempi al presente, nessuna introspezione, descrizioni dettagliate della mimica dei personaggi e dei luoghi come se si rivolgesse agli attori e agli scenografi. E' il copione del film questo, non un romanzo! Vergogna vergogna vergogna... non esistono altre parole.

    ha scritto il 

  • 0

    ebook scambiabile - Romanzo straniero - Personale - Fantasy - Arthur e il popolo dei Minimei

    ebook scambiabile - Romanzo straniero - Personale - Fantasy - Arthur e il popolo dei Minimei

    ha scritto il 

  • 5

    Ametto di averlo comprato solo perchè era in sconto e mi piaceva il coso spelacchiato in copertina. Solo dopo averlo letto ho scoperto essere una saga per bambini. E' appunto una lettura per bambini ...continua

    Ametto di averlo comprato solo perchè era in sconto e mi piaceva il coso spelacchiato in copertina. Solo dopo averlo letto ho scoperto essere una saga per bambini. E' appunto una lettura per bambini quindi nel leggerlo bisogna tenerne conto. Io amo il genere e l'ho adorato, è bello, divertente, avventuroso e totalmente surreale. Se poi, lo scrittore, si chiama Luc Besson direi che gli ingredienti per un bel romanzo ci sono tutti. Ri-sottolineo... per bambini o per adulti che amano tornare bambini.

    ha scritto il 

  • 4

    All'epoca mi piacque un sacco. Lo leggevo e rileggevo. Tanto che mio padre mi consigliava sempre di leggere altro XD. Riletto recentemente mi sono accorta che è scritto in maniera abbastanza ...continua

    All'epoca mi piacque un sacco. Lo leggevo e rileggevo. Tanto che mio padre mi consigliava sempre di leggere altro XD. Riletto recentemente mi sono accorta che è scritto in maniera abbastanza infantile. O comunque che non può esercitare più lo stesso fascino di allora. Ma rimarrà sempre uno dei miei libri preferiti. Il mio secondo libro (dopo la gabbianella e il gatto), il mio primo fantasy, la mia prima saga. A questo libro voglio e vorrò per sempre un bene particolare.

    ha scritto il 

  • 3

    Libro per ragazzi piuttosto carino e semplice, buoni sentimenti a profusione peccato che la storia non abbia una fine in questo libro bisognerebbe andare avanti con il secondo volume, ma,per quanto ...continua

    Libro per ragazzi piuttosto carino e semplice, buoni sentimenti a profusione peccato che la storia non abbia una fine in questo libro bisognerebbe andare avanti con il secondo volume, ma,per quanto mi riguarda non so se lo farò.

    ha scritto il