As Correções

Por

Editor: Companhia das Letras

4.2
(5779)

Language: Português | Number of Páginas: | Format: Paperback | Em outros idiomas: (outros idiomas) English , French , Spanish , German , Italian , Finnish , Swedish , Danish , Slovenian , Catalan , Dutch , Czech , Chi traditional

Isbn-10: 8535903569 | Isbn-13: 9788535903560 | Data de publicação:  | Edition 1

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Do you like As Correções ?
Junte-se ao aNobii para ver se os seus amigos já o leram, e descubra livros semelhantes!

Registe-se gratuitamente
Descrição do livro
Sorting by
  • 5

    Sulla celebrazione dell'errore, ovvero sul rapporto tra psicologia e tradizione letteraria russa.

    Errare è umano, dice l'andante popolare, e la correzione è per definizione il tentativo di risolvere l'errore. In questo romanzo, il primo che abbia affrontato di questo autore monumentale, si raccont ...continuar

    Errare è umano, dice l'andante popolare, e la correzione è per definizione il tentativo di risolvere l'errore. In questo romanzo, il primo che abbia affrontato di questo autore monumentale, si raccontano le cinque storie dei cinque componenti di una famiglia, di come si siano trovati di fronte al loro errore e di come abbiano tentato di correggerlo.
    Non è un romanzo scorrevole, non è un romanzo coeso. Eppure esiste qualcosa che mi ha attaccato alle pagine in maniera morbosa: superata una prima grossa delusione quando si è abbandonata la storia del primo membro della famiglia - di gran lunga la più fantasiosa e interessante per me - per seguire qualcosa di meno entusiasmante e digerita quindi la consapevolezza che l'interesse del lettore sarebbe stato anche in momenti successivi sottomesso dalla struttura o sostituito dalla funzione, ho legato empaticamente in modo molto forte e rapido con almeno quattro dei protagonisti e l'unico desiderio nato in me era che la vecchia madre riuscisse davvero a ottenere il suo natale in famiglia e che tutto filasse liscio.

    Tre quinti dei personaggi sono dei nevrotici cronici degni della New York alienata di Woody Allen - o del realismo postmoderno e della sua componente isterica in generale - i restanti ricalcano piuttosto bene lo stereotipo degli americani del midwest che abbiamo anche qui in Italia, la dinamica famigliare è contenuta e comune, vorrei dire condivisa, e l'aria generale del romanzo - anche se affatto innovativa o particolarmente brillante - funziona dalla prima all'ultima pagina. Sommiamo i due o tre temi psico-sociali del momento a una scrittura potente e in grado di torcere letteralmente le budella al lettore ed ecco che è nato un nuovo classico.

    C'è una frase, buttata lì nel marasma delle seicento pagine che compongono il romanzo, che da sola mi pare essere recensione, interpretazione, sunto e messaggio di tutto il libro: La paura dell'umiliazione e il desiderio d'umiliazione sono strettamente collegati: lo sanno sia gli psicologi che i romanzieri russi. Ecco, questa cosa è Le Correzioni.

    dito em 

  • 1

    una pizza pazzesca! un film americano stravisto, con nevrosi che vorrebbero essere alla Allen ma te lo fanno venire a te il giramento, retorico, prolisso e con una scrittura davvero indigesta. Mi è st ...continuar

    una pizza pazzesca! un film americano stravisto, con nevrosi che vorrebbero essere alla Allen ma te lo fanno venire a te il giramento, retorico, prolisso e con una scrittura davvero indigesta. Mi è stato regalato da un amico caro e ho pensato "Non l'avrà letto" e invece lo ha letto e a lui è piaciuto! Due pagine per descrivere un tavolo...naaaa, insopportabile!

    dito em 

  • 0

    "Le correzioni"... Da correggere

    sulla quarta di copertina c'è scritto..."un grande romanzo che si legge d'un fiato", non è stato il mio caso. L'ho trovato farraginoso,prolisso e soltanto in alcuni punti interessante, soprattutto nel ...continuar

    sulla quarta di copertina c'è scritto..."un grande romanzo che si legge d'un fiato", non è stato il mio caso. L'ho trovato farraginoso,prolisso e soltanto in alcuni punti interessante, soprattutto nelle descrizioni ambientali esterne ed interne. I caratteri dei personaggi rispecchiano veramente i nostri,di uomini occidentali,che stanno invecchiando, ma l'autore l'ha portata veramente troppo per le lunghe

    dito em 

  • 4

    E' stap il mio primo Franzen, e nonostante ci abbia messo un pochino a terminarlo l'ho trovato bellissimo. E logorante. E già mi manca. E nulla, leggetelo, ne vale la pena. Una scrittura ricca, in cui ...continuar

    E' stap il mio primo Franzen, e nonostante ci abbia messo un pochino a terminarlo l'ho trovato bellissimo. E logorante. E già mi manca. E nulla, leggetelo, ne vale la pena. Una scrittura ricca, in cui si inciampa, si corre, ci si strugge. Tante, tantissime informazioni. Descrizione dei personaggi così accurata che quasi quasi mi sembrava di doverci andare a prendere un caffè l'indomani. Talento.

    dito em 

  • 2

    Letto subito dopo "Eccomi" di Foer, rispetto al quale tratta argomenti simili anche se non sovrapponibili. E a dimostrazione di questo stato di cose, mentre provo ancora nostalgia per i protagonisti d ...continuar

    Letto subito dopo "Eccomi" di Foer, rispetto al quale tratta argomenti simili anche se non sovrapponibili. E a dimostrazione di questo stato di cose, mentre provo ancora nostalgia per i protagonisti del precedente romanzo, ho invece odiato TUTTI i personaggi descritti in queste settecento e passa pagine: non sono riuscito a provare simpatia per nessuno tremando solo all'idea di avere come vicino di casa un membro di questa famigliola del midwest. A parte il (legittimo) nervoso, attraverso le ambiguità, le nevrosi e le ipocrisie di quella parte di america, ben si capisce come il trumpismo abbia potuto affondare le proprie radici.

    dito em 

  • 4

    Bello, ma gli manca qualcosa per entrare nel cuore. Oltretutto, il personaggio di Gary ha una storyline abbastanza insignificante rispetto agli altri, ai quali comunque ne succedono troppe, quasi ai l ...continuar

    Bello, ma gli manca qualcosa per entrare nel cuore. Oltretutto, il personaggio di Gary ha una storyline abbastanza insignificante rispetto agli altri, ai quali comunque ne succedono troppe, quasi ai limiti dell'inverosimile. Letto d'un fiato, avrebbe forse giovato di leggeri tagli qua e là; il voto rimane alto in ogni caso.

    dito em 

  • 5

    eccellente...

    Si davvero non lo abbandoneresti mai, e la capacità di parlare della famiglia che hanno tutti i grandi scrittori americani del '900, è intatta, purtroppo non si puo' parlare allo stesso di altri suo r ...continuar

    Si davvero non lo abbandoneresti mai, e la capacità di parlare della famiglia che hanno tutti i grandi scrittori americani del '900, è intatta, purtroppo non si puo' parlare allo stesso di altri suo romanzi che ho letto sulla scia dell'entusiasmo suscitato..

    dito em 

  • 5

    Ci sono le correzioni che ognuno di noi apporta nel tentativo di ripetere gli errori che ritieni altri abbiano compiuto. Nel tentativo di correggere, molto spesso, l'effetto è peggiore del tuo modello ...continuar

    Ci sono le correzioni che ognuno di noi apporta nel tentativo di ripetere gli errori che ritieni altri abbiano compiuto. Nel tentativo di correggere, molto spesso, l'effetto è peggiore del tuo modello di riferimento. Poi ci sono le correzioni che accadono e distorcono il normale svolgersi degli eventi, producendo effetti e risultati migliori. Libro spiazzante, amaro e a tratti esilarante. Ora capisco perché "Purity" è stato tanto pompato commercialmente: "Purity" gode della bellezza riflessa de "Le correzioni".

    dito em 

Sorting by
Sorting by
Sorting by