Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ascesa e declino del denaro

Una storia finanziaria del mondo

Di

Editore: Mondadori

3.6
(20)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 306 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804594713 | Isbn-13: 9788804594710 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Paolo Canton

Genere: Business & Economics , History

Ti piace Ascesa e declino del denaro?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La moneta è da sempre uno strumento di primaria importanza per qualsiasi forma di relazione umana, oltre che economica. Per i cristiani è la radice di tutti i mali; per i generali è il principale equipaggiamento bellico; per i rivoluzionari la catena che imprigiona i lavoratori. Dall'antica Babilonia alle miniere d'argento scoperte in Bolivia, l'evoluzione del credito e del debito ha avuto la stessa rilevanza dell'innovazione tecnologica per l'avvento della civiltà. Se le banche hanno creato la base materiale degli splendori del Rinascimento italiano e il mercato obbligaziona-rio è stato un fattore decisivo in conflitti come la guerra dei Sette anni e la guerra civile americana, l'insegnamento più importante che possiamo oggi trarre dalla storia della finanza è che ogni bolla inevitabilmente scoppia. Il momento che stiamo attraversando - di crisi globale e di importanti ridefinizioni del rapporto tra Stato e mercato, capitalismo e governance finanziaria - è quello più indicato per capire le ragioni dell'ascesa della moneta.
Ordina per
  • 1

    Scandaloso

    Scandalosa la recensione positiva di Dario varese e quella http://lanostrastoria.corriere.it/2009/11/niall-ferguson-occidente-votat.html Mentre assolutamente fair la recensione del prof de ...continua

    Scandalosa la recensione positiva di Dario varese e quella http://lanostrastoria.corriere.it/2009/11/niall-ferguson-occidente-votat.html Mentre assolutamente fair la recensione del prof de Cecco http://www.lindiceonline.com/index.php?option=com_content&view=article&id=276:dececcoferguson&catid=39:segnali&Itemid=56 Scandaloso che questo libro nella classifica economica in lingua inglese sia 3 e J.K. Galbraith sia solo secondo c'è un abisso http://www.anobii.com/charts?languageId=1&range=W&categoryId=3

    http://www.youtube.com/watch?v=nFpdmKwJVEQ&feature=related Su questo concordo perfettamente 2 penny meglio darli ai piccioni Pag 9 secondo una scuola di pensiero i derivati hanno migliorato l'efficienza dei mercati collocando il rischio presso chi è in grado di sopportarlo (CAGATA nei fatti). Gli entusiasti parlano di fine della volatilità (per ora aumenta di brutto). Pag 10 Prima o poi tutte le Bolle scoppiano. La causa della crisi 2008-2009 non è produttiva, ma finanziaria. I CDO erano rating AAA come i titoli di stato cioè il piombo diventa oro. Pag 13 Profonda ignoranza finanziaria Pag 14 I padroni dell'universo si affidano ai matematici e ignorano le lezioni del passato (qui il mitico taleb esprime il concetto molto meglio) Pag 15 Il denaro accentra le reazioni emotive. La finanza accentua differenze chi vince piglia tutto (qui taleb lo dice meglio) Pag 17 Nukak-makù tribù selvaggia e pacifica Pag 18 la vita del cacciatore raccoglitore è come dice Thomas Hobbes nel libro dello stato di natura "solitaria, povera, sgradevole, brutale e breve". (Visione antropologica negativa dello stato di cacciatori agricoltori). Nell'impero inca era il lavoro l'unità di misura del valore e l'economia pianificata e centralizzata. Pag 19 Fine impero inca 1572. Nota cristoforo colombo sbarca a puerto plata a Santo domingo. Pag 20 Sfruttametno disumano degli indios e degli africani nelle miniere (pag 17-20 dimostrano unicamente la distruttività del mondo occidentale) Pag 21 le prime monete metalliche a Efeso nei pressi di Izmir in Turchia. Il denarius in argento il sestertius in bronzo. Pag 22 Ai tempi di Carlo magno l'argento è raro in Europa mentre è diffuso nei paesi islamici dove c'è fiorente commercio e come moneta si usa peperoncino o pelli di scoiattolo. Il problema si poteva risolvere o scambiando schiavi e legname con argento oppure facendo guerra (crociate). Anche se il ritorno netto delle Crociate fu modesto (sicuramente vero ma citare fonti!!!) "Problema delle monetine" difficoltà di stabilire una relazione stabile fra le monete coniate in metalli diversi. Comporta periodica scarsità delle monete di più piccolo taglio soggette a deprezzamento e falsificazioni. Con l'argento del Messico il real de a ocho spagnolo divenne la prima vera moneta globale. Pag 23 Spagna per pagare guerre estrae tanto argento da far precipitare valore e poi abbondanza di risorsa strategica elimina incentivi a fare attività economica (come petrolio oggi in arabia, Nigeria, Persia, Russia) (più avanti parla della cacciata degli ebrei, ma non parla per il momento della cacciata dei moriscos che fece un grosso danno all'agricoltura anche se migliorò la stabilità interna). Aumento dell'offerta di moneta a parità di condizioni genera inflazione. Pag 24 le banconote nascono in Cina nel 600. Valore intrinseco delle banconote è pressochè zero, sono solo promesse di pagamento. Cioè quando uno riceve banconote confida nel segretario del tesoro e il presidente della FED. E' la moneta elettronica o virtuale che domina ora l'offerta di moneta (soprattutto in USA). LA MONETA E' QUESTIONE DI FIDUCIA (FEDE) nella persona che ci paga e in chi emette moneta. Pag 25 Tutto può fungere da moneta. La relazione principale definita dalla moneta è quella fra debitore e creditore. Nella mesopotamia non era vero e proprio credito, ma anticipi da magazzino. Esercizi matematici dell'epoca di Hammurabi (1792 e 1750 A.c.) suggeriscono che sui debiti a lungo termine si potesse applicare qualcosa di simile a un'interesse composto. CREDITUM è il participio passato del latino CREDO (nella promessa di restituzione) Pag 26 Nell'epoca delle città stato fine duecento il sistema numerico romano ed ad esempio a Pisa 7 monete diverse. Serie di Fibonacci il rapporto tra due termini successivi tende alla sezione aurea (compare in uno scritto sanscrito) Pag 26 Liber Abaci scritto 1202 c'erano frazioni e il concetto di Valore attuale ma innovazione più importante sono i numeri arabi e sistema decimale. http://it.wikipedia.org/wiki/Liber_abbaci Pag 27-28 cita Shakespeare il mercante di venezia. Prestatore di denaro è rischioso la remunerazione per il rischio è l'interesse. Pag 28 Banco Rosso è un palazzo a Venezia seduti al tavolo (tavule) sulle proprie panche (banci). Nel 1179 Terzo concilio laterano scomnica ai cristiani per prestito a interesse. Pag 29 Nel deuteronomio 23,20-21 si legge "allo straniero potrai prestare a interesse, ma non al tuo fratello". Il prezzo dell'infrazione era l'esclusione sociale. Parla dell'esplulsione degli Ebrei 1492 (non dei moriscos). Il termine ghetto deriva da Getto (c'era una fonderia a Venezia e identifica la colata di fusione del metallo). Gli Ebrei a Venezia tassati, portare un turbante prima giallo e poi rosso. Una sorta di permesso di soggiorno da rinnovare ogni 5 anni. Nel 1598 gli ebrei ottengono alcuni diritti. Pag 33 Nei primi del 300 in Italia la finanza era dominata da tre ditte fiorentine: Bordi, Peruzzi, Acciaiuoli. Tutte e tre spazzate via negli anni '40 del secolo dall'insolvenza di Edoardo III d'Inghilterra e Roberto I d'Angiò re di Napoli. I medici erano membri della corporazione dei cambia valute (arte del cambio) Pag 34 nel 1360 almeno 5 membri della famiglia dei Medici furano condannati a morte per reati capitali. Per i Medici furono importanti nei primi anni di attività le lettere di cambio (cambium per leteras). Se uno vantava un credito si faceva rilasciare una lettera che poteva andare a cedere e riscuotere denaro in banca. Pag 34-35 I libri contabili dei medici non sempre partita doppia. http://it.wikipedia.org/wiki/Luca_Pacioli Winner!! http://it.wikipedia.org/wiki/Benedetto_Cotrugli a pag 273 dice che il libro dell'arte della mercatura è pubblicato nel 1458 Pag 35 I medici avevano esposizioni creditorie diversificate i dirigenti di filiale erano junior partner. Pag 36 Il nipote di Cosimo de Medici è Lorenzo il Magnifico (1469). Difficoltà : Cosimo esiliato per un anno a Venezia; la congiura (della famiglia) dei Pazzi. Lorenzo si occupa più di politica che della banca i direttori di filiale diventano più potenti. Infine nel 1949 invasione francese e Savonarola. Pag 37 La Banca di Cambio di Amsterdam (Wisselbank) fu pionera del sistema di assgni che oggi diamo per scontato Pag 38 Alto rapporto tra depositi (e quindi debiti per la banca) e riserve prontamente liquidabili. Nel 1657 la banca di Stoccolma applica "il sistema bancario a riserva frazionata" sfruttando il fatto che non tutti chiedono indietro i soldi nello stesso istante erogo finanziamenti con i soldi dei clienti. Nel 1694 nasce la Bank of England pensata per finanziare le guerre nel 1709 fu l'unica banca autorizzata ad operare in azioni della società anonime. Pag 39 Se M0 (Base monetaria o moneta ad alto potenziale) è 100$ M1 contante in circolazione più depositi a vista. Dopo 3 prestiti con coeff. riserva obbligatoria 10% è 100+90+81 è 271$. Se si chiede la restituzione la prima banca ha come riserva solo 10$ e deve chiedere la restituzione alla seconda.... Pag 40 Col diffondersi di a) transazioni interbancarie senza muovere contante b) Banche a riserva frazionata c) monopolio banche centrali dell'emissione, la moneta si è evoluta in modo radicale. Fa tutte le definizioni di aggregati monetari e poi è impreciso!!!! Non la moneta, ma gli aggregati monetari sono il passivo delle banche (depositi e riserve) l'attivo sono i crediti. La spagna finanziariamente non si sviluppa e si rivolge ai banchieri di Anversa Pag 41 La "rivoluzione finanziaria ha preceduto la rivoluzione industriale. Questi due processi sono interdipendenti (non c'è relazione causale) e si alimentano reciprocamente (commento mio specialmente in germania). La country bank inglesi geano la loro ascesa e caduta a quella dell'agricoltura britannica. Pag 42 Attraverso un processo di tentativo e errore la Bank of England ha ottenuto monopolio di alcune funzioni pubbliche (tecnicamente monopolio di emissione moneta era nel raggio di 100 km dal centro di Londra). Dopo il 1833 rapidamente il tasso applicato dalla Bank of England divenner il riferimento nel mercato monetario (mercato dei crediti a breve termine, principalmente carte commerciali). Nel 1844 grazie a Robert Peel primo ministro legge Bank Charter ACt e la Bank of Enland divisa in due da una parte credito dall'altra emissione. Nelle ripetute crisi 1847, 1857 1866 il Bank Charter Act venne temporaneamente sospeso. Pag 43 Il principio di convertibilità della moneta in metallo fu introdotto da Isacc Netwon quando rivestiva l'incario di direttore della zecca. Nel 1858 venne abolito il divieto di costituire banche in forma di società di capitali. Pag 44 U.k. importanti le Saving Banks (casse di risparmio) Banque de France 1800, Reichsbank 1875, Bank of Japan 1882, Banca Nazionale Svizzera 1907. Contrazione delle banche da 775 nel 1809 a 17 nel 1913 country bank. In USA la FED solo nel 1913. In Usa il National Bank Act 1864 obblighi di capitalizzazione delle banche bassi quindi da < 12000 nel 1899 a più di 30000 nel 1922. Tante banche sottocapitalizzate generano un sistema instabile e questo accentua la crisi del 1929. Pag 45 John Maynard Keynes 1924 parla del sistema aureo come "relitto bancario". Sistema aureo aveva vantaggi 1° rendeva prevedibili il livello dei prezzi negli scambi internazionali e riduceva i costi di transazione; la stabilità dei prezzi riduceva le aspettative di inflazione. Legame con l'oro riduceva costo dell'indebitamento, impegna i governi a politiche monetarie e fiscali prudenti. Il lato negativo è che (avere moneta legata a merce) costringe i politici a scegliere fra libertà dei movimenti di capitale e indipendenza della politica monetaria del paese. La deflazione può arrivare da carenza di oro (anni '70 e '80 dell' Ottocento), può trasmettere crisi finanziarie come accaduto dopo il ripristino del sistema aureo dopo la crisi del 1929. Pag 46-47 Negli USA è molto facile ottenere credito, ma anche fallire e ricominciare. Questo permette, a chi è predisposto a rischiare, di imparare dagli errori e ritentare. Pag 48 Però oggi il 98% dei falliti sono cittadini che non riescono a pagare la sanità oppure si sono eccessivamente indebitati per beni di consumo. la "k" di Marshall che è BASE monetaria/Pil nominale è passata dal 70% del 1929 a più del 100% nel 2005 di contro l'adeguatezza patrimoniale delle banche è andata declinando in quanto si concedono molti prestiti. Il 63% del PIL mondiale sono crediti bancari. Pag 50 L'evoluzione dell'attività bancaria ha determinato l'ascesa della moneta. La crisi del 2007 è dovuta a prestiti garantiti da attività non reali Securitized lending. Pag 51 Dopo la creazione del credito bancario la nascita dei titoli obbligazionari è stata la seconda grande rivoluzione nel percorso di ascesa della moneta. I governi le aziende attingono così prestit da un'ampio bacino di individui e istituzioni. Il mercato obbligazionario influenza in 2 modi 1° una gran parte del denaro per la vecchiaia viene investito nel mercato obbligazionario; 2° date le dimensioni e il mercato obbligazionaio a determinare il tasso d'interesse di lungo periodo. Se il Prezzo Bond scende il tasso di rendimento del titolo sale con dolori per tutti i debitori. Pag 53 Bill Gross (Pacific Investement Management Company PIMCO) I mercati obbligazionari sono potenti perchè sono la base fondamentale di tutti i mercati. Il costo del credito, il tasso d'interesse è ciò che in ultima istanza determina il valore delle azioni, degli immobili e di tutte le classi di attività". Il mercato obbligazionario è nato per facilitare il finanziamento dei governi, ma in tempi di crisi può finire per dettare le politiche al governo (fallimento; tagliare spesa; aumento tasse) Pag 54 Eraclito "la guerra è il padre di tutte le cose". La guerra finanziata con il debito è frutto del Rinascimento Italiano. Firenze, Pisa, Siena facevano combattere mercenari o condottieri. Un capo mercenario dell'ESSEX John of Hawkwood è nel Duomo di Firenze ribattezzato Giovanni Acuto. I costi delle guerre fanno precipitare le città-stato. I cittadini ricchi erano obbligati a prestare denaro al governo cittadino in cambio del prestito forzato (PRESTANZE) ricevevano interesse. L'interesse essendo il prestito forzato era un risarcimento per il danno emergente non usura. Pag 55-56 I Medici che governavano la città erano coloro che sottoscrivevano e quindi avevano interesse a pagamento interessi. Pag 56 Venezia nelle lotte contro Genova aveva accumulato monte vecchio per lottare contro i turchi 1463 1479 creano il monte nuovo interesse 5% Anno pagato con accise sul sale. Se si acquista un titolo di stato quando imperversa una guerr, ovviamente si corre il rischio che lo stato emittente non paghi l'interesse. Il rendimento (prezzo rispetto a valore nominale + intresse) è proporzionale al rischio Pag 57 Applicare interesse su un prestito (MUTUUM) era vietato ma la legge sull'usura non si applicava all'istituto contrattuale del CENSUS flussi di pagamento perpetui o vitalizi. Il venditore (non l'acquirente) poteva redimere l'obbligazione (cioè richiamandola). Sia i re di Francia che il re spagnolo raccoglievano fondi attraverso l'intermediazione in Spagna della Casa di San Giorgio. Pag 58 Con la rivoluzione del 1688 spodesta il cattolico Giacomo II dal trono inglese a favore del principe Guglielmo d'Orange, protestante olandese e porta innovazioni da Amsterdam a Londra. Pag 59 Consol Britannico perpetuo cedola al 3% o al 5% rimoborsabile solo se prezzo di mercato >= del valore nominale. Con l'ascesa di Napoleone il prezzo del consol scende. Pag 60 la Battaglia di Waterloo fu scontro fra sistemi finanziari rivali: quello di Napoleone basato sul saccheggio e quello U.K. su debito. Pag 62 Secondo leggende Rothschild fanno soldi perchè avevano visto in ante prima la vittoria a Waterloo e arrivano prima a Londra dei messi reali. Nathan Rothschild in realtà fa soldi col contrabbando (Napoleone aveva bloccato commerci tra U.k. e continente) di oro (in realtà Napoleone basandosi su dottrina mercantilistica vede di buon occhio l'indebolimento delle riserve auree U.k.) Pag 63 In famiglia Rothschild ha un fratello in ogni centro finanziario e sfrutto gli arbitraggi tra le diverse piazze. Pag 67 Titolo di stato prussiano collocato su tutte le piazze dove i Rothschild hanno filiale. Pag 70 Rothschild detentori di portafogli di obbligazionari in caso di guerra il prezzo scende e quindi si oppongono ai moti insurrezionali per l'unità di nazioni come Italia e Germania. Pag 72 Guerra di secessione USA. Il cotone diventa il collaterale a garanzia delle emissioni sudiste. Per far aumentare il valore di queste obbligazioni contingentano l'export di cotone facendo salire il prezzo, ma generando disoccupazione nel settore tessile. Pag 73 la caduta di New Orleans nella mani del Nord rende la garanzia inesercitabile il Sud non ha più un porto per spedire il cotone. A questo punto il Sud stampa banconote per finanziarie guerra. Pag 75 In Francia la classe composta da chi incassava gli interessi sui titoli di Stato come rendite era chiamata RENTIERS. Pag 76 L'evento che pose fine al dominio dei rentiers fu la prima guerra mondiale che porta con se: scarsità di beni, indebitamento dei governi nei confronti delle banche centrali; le banche centrali trasformano il debito in liquidità facendo aumentare offerta di moneta e provocando aumento dell'inflazione attesa. Come mai la Germania è precipitata nell'iperinflazione post bellica pur avendo dei dati di Debito, volume di banconote, costo della vita simi agli altri paesi belligeranti? Secondo l'autore la difficoltà Germanica a collocare il debito presso i piccoli investitori nazionali ed esteri, Pag 78 Il sistema fiscale di Weimar mancava di legittimazione e i ricchi non pagavano le tasse, e stipendi pubblici eccessivi. Secondo i tedeschi il continuo deprezzamento del marco avrebbe condotto gli alleati a rimuovere indennità di guerra in quanto rendeva export tedesco conveniente. Ma in realtà l'espansione tedesca indotta dall'inflazione del 1920-1922 abbinata a un U.k. e U.s.a in recessione porta a pagare l'import molto di più dei vantaggi ottenuti sull'export. Pag 79 Quando Francesi si accorgono che i danni di guerra sono una scusa invadono la Rhur. L'inflazione è un fenomeno monetario ma l'iperinflazione è sempre e comunque anche un fenomeno politico. Pag 80 La perdita di valore è il principale prodotto dell'inflazione. L'iperinflazione nuoce a chi possiede il debito interno, ma anche ai possessori di reddito fisso (in presenza di scala mobile per il settore privato penalizza di più i dipendenti pubblici) Pag 81 Per Bill Gross comprare un'obbligazione è un azzardo un aumento dell'inflazione consuma il conto interessi. Pag 83 L'argentina è l'esempio che tutte le risorse del mondo possono essere annichilite da una pessima gestione finanziaria (SCRIVERE corruzione della classe dirigente come fa il mitico J.K. Galbraith è troppo ovviamente?) Pag 84 Parla della dittatura parla dei desaparesidos (NON PARLA DELL'APPOGGIO DI MILTON FREEDMAN SCANDALOSO vedi schock economy a tal fine). Ciò che ha reso l'inflazione argentina ingestibile, sono state una costellazione di forze sociali (La colpa così è di tuti e di nessuno!!! LA CORRUZIONE NO??!!) Pag 86 Il debito interno si svaluta con iperinflazione ma il debito estero ci si può liberare solo con insolvenza. Pag 87 Nonostante l'ancoraggio della moneta al dollaro e abbattimento d'inflazione CAVALLO non è riuscito a modificare gli aspetti fiscali e di debito pubblico. La vicenda argentina dimostra che il mercato obbligazionario non è così potente come potrebbe apparire. Come abbiamo visto nel 1936 Keynes aveva previsto "l'eutanasia del rentier", convinto che l'inflazione si sarebbe mangiata tutta la richezza di carta di chi aveva investito in bond governativi. Pag 88 Il differenziale tra tassi delle cedole dei paesi emergenti (più volte insolventi) e gli altri paesi non è alto nel 2007 (ora fa paura anche tra italia e germania). L'inflazione è diminuita in parte perchè molti dei beni che acquistiamo (abbigliamento e computer ad es.) sono diventati meno costosi grazie all'innovazione tecnologica e alla rilocalizazione della produzione in economie a basso costo del lavoro, soprattutto in Asia (con bambini che cuciono palloni e dove i diritti sono una chimera). Tacher e Regan alzano i tassi a breve termine. Pag 89 In Italia la popolazione invecchia e c'è necessità di titoli di stato con un tasso sostenibile per i fondi pensione e bassa inflazione. Pag 90 E' impossibile risolvere questo rompicato come lo definisce Alan Greenspan la mancata risposta delle obbligazioni a lungo termine alle oscillazioni del tasso di interesse di breve periodo, senza introdurre il mercato azionario. FAR SCOPPIARE LE BOLLE Pag 91-92 Società di capitali per azioni, il capitale societario è posseduto congiuntamente da più investitori; a responsabilità limitata, perchè l'esistenza della società come persona giuridica protegge gli investitori dal fallimento con il proprio patrimonio. Pag 92 I dirigenti delle S.p.a sono soggetti a consiglieri di amministrazione non operativi. Un potente controllo però è esercitato dal mercato dove il prezzo rappresenta quanto il pubblico è disposto a pagare per entrare negli utili futuri della società. E' un referendum continuo sulla qualità della dirigenza dei prodotti. Pag 92 Spesso però il valore fondamentale (MIO) non c'entra niente i listini aumentano tutti simultaneamente presi da Irrational Exuberance (Robert J. Shiller). I mercati sono lo specchio della psiche umana. Pag 93 La fasi Charles P. Kindelberg che ha debito con Hyman Minsky. Nelle bolle gli insider gli adetti del settore coinvolto (i professionisti) hanno un vantaggio rispetto a coloro che sono fuori dal settore. Gli speculatori esperti entrano presto ed escono prima dello scoppio della bolla. Pag 94 Quanto gli esseri umani fanno fatica ad imparare dall'esperienza. Pag 96 Il maggior rendimento azionario (dal 1964 al 2007 USA rendimento reale 10,3 contro un 7,3 obbligazionario) è dovuto al maggior rischio di fallimento e di mancata priorità in caso di liquidazione. Pag 97 Ad Amsterdam nascono le s.P.a per permettere ai mercanti olandesi di lottare contro Portogallo e Spagna per il commercio di spezie come cannella, chiodi di garofano, macis, noce moscata e pepe. Pag 98 Viaggio durava almeno 14 mesi e spesso metà delle navi non tornava. Già nel 1600 6 compagnie delle indie orientali nel 1602 il parlamento le fa fondere in una sola la VOC Pag 99 Anche se Amsterdam aveva il 57,4% del capitale nominò solo 8 dei 17 Lord (una sorta di CDA) Pag 100 Nel 1608 quando si fa tregua con la Spagna la VOC aveva più profitti dalla cattura delle navi spagnole che dai commerci. Siccome la società non aveva problemi di liqudità non rispettò i patti e l'unico modo per liberarsi delle azioni era vendere ad un'altro. Nel 1622 avviene riforma e i direttori non sono più a vita. Pag 102 "non possiamo condurre guerra senza commerci, e non possiamo condurre commerci senza guerra" Pag 103 Negli anni 50 del 600 la VOC ha il monopolio dei chiodi di garofano, Macis e Noce moscata. Incentivava gli agenti in loco sul fatturato e non sui profitti per evitare che facessero commercio per conto proprio. Pag 104 Diversamente dalla Bolla dei tulipani 1636-37 l'ascesa del prezzo della VOC (da 100 a 786) fu graduale e durò un secolo, nel 1794 caduta del prezzo di pari passo con le sorti degli olandesi. Pag 106 La francia ha gavi problemi fiscali e forte debito pubblico. L'ambizione di john Law era far rinascere la fiducia economica in Francia attraverso una banca pubblica sul modello olandese, ma con la prerogrativa di emettere moneta. Pag 107 John Law "nel credito, come nell'autorità militare o legislativa, il potere deve risiedere in una sola persona" Pag 108 In termini moderni, Law stava tentando quella che si potrebbe definire reflazione: l'economia francese era stata in recessione fin dal 1716 e l'espansione dell'offerta di moneta creata da Law con le banconote forniva lo stimolo atteso. Law inoltre stava tentando di convertire il debito pubblico mal gestito e oneroso in capitale di rischio. Pag 110 le azioni della Lousiana di Law crescono rapidamente e Voltaire dice "Li a Parigi siete tutti impazziti" Pag 111 john Law controllava: l'esattoria delle imposte indirette l'intero debito pubblico Francese Le 26 zecche La Louisiana La Compagnia mississipi Monopolio Tabacco Commercio pelliccie con il Canada Pag 112-113 Nel 1719 le azioni iniziano a perdere valore incorpora la compagnia del mississipi nella banca e inventa le opzioni (primes). In contemporanea a causa dell'aumento delle banconote l'inflazione galoppa. Law in poco più di 1 anno aveva raddoppiato la moneta cartacea. Pag 114 Law emana editto non più di 5000 lire in moneta metallica in casa delle persone Voltaire "il più ingiusto editto mai promulgato" Pag 116-117 La Bolla di Law bloccò lo sviluppo finanziario della Francia, lasciando i francesi per secoli sospettosi. (e lasciando una situazione che dopo due sovrani porta alla rivoluzione francese) Pag 117 In Gran Bretagna la contemporanea bolla della South sea Company fu notevolmente meno pervasiva e rovinò non tante persone hanno concorrenza Bank of England opposizione dei Whigs non sono monopolisti del credito e delle azioni tanto che fanno di tutto per far approvare Bubble Act che limita nuove azioni. Pag 120 Le colpe della crisi del 1929 Prima produce solo extra-europa poi fine della I guerra mondiale produce anche Europa agricoltura I sindacati non permettono di abbassare i prezzi (Vedi Furore meno di quello che prendevano è schiavitù) Pag 121 Solo accenno agli Investment Trust (leggere J.K. Galbraith per la verità) Milton Friedman e Anna Schwartz nel libro il Dollaro dicono che il crollo del 1929 è da addebitare al Federal Reserve System. Secondo loro Benjamin STrong è un figo il board che segue sono degli idioti che non iniettano liquidità e tengono i tassi alti questo porta a far fallire banche. Pag 124 Hyman Minsky "l'evento economico più significativo della seconda guerra mondiale è qualcosa che non è accaduto: non c'è stata una profonda e duratura depressione". Spiega le code grasse cioè tanti valori lontani dalla media (e quindi lo scarso valore statistico di questo dato) Pag 125 Dà importanza a quel Markettaro di Greenspan e sottovaluta il mitico Paul Volcker. Pag 127 Il Giappone che tenta di sgonfiare bolla del mercato azionario innesca venditi e listino crolla 80%. Per 6 anni consecutivi Fortune nomina Enron società americana più innovativa. Pag 128 Nel 2001 l'attentato alle torri innesca vendite nonostante Greeenspan pompa liquidità taglia tassi subito da 3,5 a 3 e arriva a 1% nel 2003. Enron fallisce il 2 dicembre 2001. Enron finanzia Bush e ottiene deregulation totale del Gas. Pag 129 Enron dichiarava perfino di poter negoziare l'ampiezza di banda internet. In una scena degna del film LA STANGATA gli analisti finanziari furono accompagnati a visitare una falsa centrale operativa. Pag 130 Arriva deregulation e si chiude centrali per alzare prezzo generando anche black out. Le perdite nascoste in Special-purpose entities (SPE) entità contabili non consolidate Pag 131 Assurdo!! la colpa è della politica monetaria non della deregulation per Enron e assolutamente non spiegato il concetto di monopolio naturale!!! IL RENDIMENTO DEL RISCHIO Pag 134 Sulle porte delle case di New Orleans si possono ancora vedere le scritte lasciate dai soccorritori, a indicare se nella casa erano stati rinvenuti cadaveri; come accadeva nella Londra Medievale ai tempi della Morte Nera. Pag 135 La gente non torna perchè non si riesce a stipulare una polizza d'assicurazione e senza polizza niente mutuo. Dopo l'uragano Bessy l'accordo con lo Stato era: Stato paga danni da acqua assicurazioni danni da vento. Con Katrina i periti delle assicurazioni alla ricerca di prove che i danni li aveva fatti il vento. Pag 138 Le diversità di valutazione indicano che guerre, terremoti e uragani appartengono al dominio dell'incertezza che a quello del rischio (dove si può calcolare probabilità) Pag 139 Tutelarsi in anticipo, in previsione di future avversità, rimane il principio fondamentale dell'assicurazione, che sia contro la morte la vecchiaia, la malattia. Pag 140 Nel 1744 due ministri della Church of Scotland inventano l'assicurazione. "Bottomry" assicurazione sugli scafi (Bottoms) delle navi mercantili è l'origine. Pag 140 Gradualmente dopo gli anni '50 del 1300 i contratti si standardizzano nella lex mercatoria. Solo dopo il grande incendio del 1666 a Londra che distrusse 13000 case si forma il mercato; solo dopo obbligo di riserva adeguata; solo dopo incendio di Amburgo 1842 si sviluppa la riassicurazione. Pag 141 Ai tempi dello scoppio della II guerra mondiale la gran parte della flotta tedesca è assicurata con i Lloyd's. I registri contabili di Bernardo cambi parlano di polizza vita sul papa Niccolò V e altri Pag 142 1660 circa innovazioni: 1°PROBABILITA' Blaise Pascal e Pierre de Fermat 2° ATTESA DI VITA 1662 John Graunt 3° CERTEZZA Matematico Jakob Bernoulli nel 1705 legge dei grandi numeri 4° Distribuzione normale Abrahm de moivre 5° UTILITA nel 1738 Daniel Bernoulli utilità marginale decrescente se divento ricco esserlo di più è sempre meno utile 6° INFERENZA reverendo Thomas Bayes casi favorevoli/casi possibili Pag 144 Robert Wallace presenta alla Philosophical Society di Edimburgo saggio ed è precursore di idee di Malthus Pag 146 A metà dell'800 essere assicurato era un marchio di rispettabilità Pag 147 Robert Wallace la dimensione conta: più persone contribuiscono al fondo, più facile diventa (per la legge della media?) prevedere l'esborso di ogni anno. Pag 148 Kenneth Harrow la maggior parte degli individui preferisce una scommessa che ha il 100% di probabilità di una piccola perdita (premio annuale) e una piccola probabilità di una forte vincita (rimborso dopo sinistro) piuttosto che una scommessa che ha il 100% di probabilità di un piccolo guadagno (non pagare premi) e incerta probabiltà di perdita ingente (contesto di brutto!! vedi cigno nero di Taleb!! che a sua volta si rifà ai più recenti studi di economisti comportamentali). I britannici sono il popolo più assicurato del mondo perchè stato sociale è inesistente. Pag 149 Ospizi per i poveri. Dice che il primo stato sociale è tedesco del conservatore Otto Van Bismarck(se no sbaglio falso!! J.k.Galbraith parla di Svezia se non ricordo male!!) concessioni fatte per bloccare l'ascesa di socialisti ( Sembra dal testo che non si sia per nulla lottato per averli) Pag 151-152 Stato sociale e guerra e giappone Pag 154 La guerra non era riuscita a fare del Giappone la prima nazione al mondo ma lo stato sociale la rete di sicurezza lo rende nel 1968 il II stato al mondo. Pag 155 In Giappone l'egualitarismo era l'obiettivo ambito e una cultura del conformismo sociale incoraggiava il rispetto delle regole; al contrario l'individualismo inglese induceva le persone a sfruttare cinicamente il sistema. Pag 156 Cita il viaggio di Miltom Freedman il Cile ma si dimentica di dire chi era al governo Pinocet!! Da a Allende del Comunista!! Se è vero che Freedman consiglia anche il governo Cinese ed è sicuramente vero che lo ha fatto e non è stato criticato male per chi non l'ha criticato!! Ma di certo adesso si dimostra come la Cina sia tutto tranne che comunista ed inoltre non giustifica!! Pag 158 Chicago boys. L'attacco allo stato sociale (e non solo) è partito dal Cile poi ci sono stati Thatcher e Reagan Pag 159 L'idea era dare all'idividuo un incentivo a essere responsabile del proprio destino Pag 163-164 Problema dell'invecchiamento del giappone Pag 165 Proprio come è accaduto durante le 2 guerre mondiali, lo stato sociale subentra quando le compangie assicurazioni non riescono ad onorare i loro impegni. Pag 166 I contratti a termine (Hedging) sono nati nel mondo agricolo per garantire all'agricoltore che dal momento della semina al raccolto il prezzo non cambi. Pag 172 Secondo il diritto anglosassone dall'epoca la proprietà di una terra andava a chi era in grado di recintarla (buzziconi!!) Pag 179 Nella grande depressione del 1929 si assiste anche a un crollo di 1/5 del valore degli immobili. Pag 180 Diego Rivera pittore era un trozkista espulso dal Partito comunista messicano. Pag 181 Un pilastro della politica del new deal fu aumentare le possibilità degli americani di diventare padroni di casa. Pag 182 Federal Housing Administration (FHA) mutui all'80% per 15-20 anni a tassi bassi. Pag 183 la FHA getta le basi per un mercato secondario nazionale nato nel 1938 un'imprenditore edile costruì un muro di 2 metri attraverso il quartieri 8 Mile di Detroit. Lo dovette fare per avere accesso ai mutui a tasso agevolato concessi nei quartieri più afffidabili in pratica quelli dei bianchi. Pag 184 La rabbia per la discriminazione economica è alla radice (mio è una tra le importanti cause) degli scontri che scoppiarono a Detroit nell 12th street, il 23 luglio 1967. Pag 187 Le associazioni mutualistiche Saving & Loans (S&L) la versione statunitense delle bulding society britanniche erano possedute dai depositanti e allo stesso tempo protette e limitate da regolamenti. Depositi fino a una certa cifra protetti da assicurazione federale. Poi per evitare fallimento Regan fa Deregulation. Pag 189 Il confine che separa la raccolta del risparsmio dal furto dovrebbe essere molto marcato Paul Kmer & Co lo ridussero a meno di un capello. Compravano a niente e facevano transazioni tra società a 13 volte tanto per alzare i valori iscritti in bilancio. Pag 190 falliscono o chiudono 500 S&L. Il costo complessivo della crisi delle S&L dal 1968 al 1995 è stato di 153 miliardi di dollari (circa 3% del PIL U.s.a), 124 dei quali pagati dal contribuente: la più costosa crisi finanziaria dai tempi della Grande Depressione. Pag 192 Per il contribuente americano, la crisi delle S&L è stata una dispendiosa lezione sui pericoli di una deregolamentazione mal gestita (è un giudizio debole). Quando la crisi delle S&L impazzava Lewis Ranieri ex fattorino della Salomon Brothers si inventa i Collateralized Mortage Obligation obbligazioni emesse con garanzia mutui. La cartoralizzazione porta con se la totale spersonalizzazione e il totale anonimato tra creditore e debitore. Pag 193 In USA conviene comprare l'indice total return S&P500 piuttosto che gli immobili in U.K. conviene immobili. Pag 194 Il costo della manutenzione è vero per la casa, ma il costo del rischio dell'investimento della volatilità (vedi cigno nero sia per titoli che immobili). Pag 195-196 I mutui subprime a Detroit Pag 196 Una quota esigua di questi mutui erano per acquisto prima casa la maggior parte usa il ricavato per appianare i debiti delle carte di credito. Pag 197 A Greenspan non è possibile attribuire la responsabilità di tutti gli eccessi della politica monetaria (tutti no ma scritto così è buonismo estremo) Pag 198 I mutui subprime funzionano se 1° tassi restano bassi 2° le persone hanno lavoro 3° i prezzi immobili crescono. RMBS (obbligazioni high yield garantiti da flussi di pagamento degli interessi sui mutui) Pag 199 Invece di allocare il rischio presso chi lo sopporta meglio si finiva per cartolarizzare e vendere a chi era più ignaro. Chi trattava i mutui NINJA (no income, no job or asset) per 100% immobile la cartolarizzazione e vendeva a una municipalità in Norvegia. Pag 200 Nota Una caratteristica importante della legislazione americana in molti Stati è che i mutui in genere sono no recourse (pro soluto), ovvero, in caso di insolvenza del debitore, il creditore può escutere la garanzia e appropriarsi del prezzo di vendita dell'immobile, ma non può sequestrare altri beni del debitore (per es. automobile e depositi bancari) o quota reddito futuro. Secondo economisti è un forte incentivo per insolvenza. Pag 201 RMBS (Residential mortage back securities). Le banche per mascherare le esposizioni in CDO RMBS avevano parcheggiato in entità extracontabili come CONDUIT o SIV (veicoli strategici d'investimento) che si finanziavano nei mercati delle carte commerciali e dei prestiti bancari overnight (sistema bancario ombra). Col l'aumento del rischio controparte questi mercati si paralizzano (manca fiducia nessuno presta soldi) Pag 202 Una banca Nothern Rock nazionalizzata, Bear Stearns venduta a prezzi di saldo, svariati Hedge Funds finiti a gambe all'aria perdite per oltre 1000 migliardi di dollari. Così abbiamo dimostrato che le case non sono un investimento particolarmente sicuro (falso non si è dimostrato niente). Il loro prezzo può oscillare e sono attività particolarmente illiquide (vero ma anche altri assets lo sono!!). I prezzi delle case sono "vischiosi" in discesa, perchè chi vende non piace perdere; risultato tanti immobili invenduti. Pag 203 La proprietà della casa tende a ridurre la mobilità del lavoro (vero?falso? va statisticamente dimostrato!) quindi a rallentare la ripresa. Hernando de Soto ha calcolato che il totale dei terreni occupati dai poveri del mondo è pari a 9300 miliardi di dollari circa somma capitalizzazione tutte le principali 20 borse del mondo. Il problema secondo Soto è che per es. in Sudamerica è difficile ottenre titoli di proprietà per la casa (Vero) per potersi indebitare e investire hanno quindi tanto capitale morto non sfruttato. In Inghilterra per fare una casa ci vogliono 2 giorni (poi fanno i mostri) in filippine ci vogliono 168 Fasi. Pag 204 I diritti di proprietà creano elettorato di portatori di interessi. "I diritti di proprietà alla fine portano alla democrazia" (falso è condizione necessaria per evitare abusi, ma non sufficiente il sud America vedi J.K. Galbraith ha il problema della corruzione della classe dirigente). La fondazione ultraliberista Cato Istitute ha conferito a Sato il Milton Friedman Awards. Pag 205 Chi ha acquisito diritto di proprietà (nelle baraccopoli argentina di Quilmes) è diventato tendenzialmente più individualista e materialista rispetto a chi occupa abusivamente (sondaggio il denaro è importante per la felicità?) Solo il 4% dei proprietari di Quilmes è riuscita ad ottenere un mutuo. In Perù si sono fatte riforme in stile Soto per ridurre i tempi per registrare proprietà; taglio costi transazione del 99%; tante proprietà rientrate nel mercato, ma tutto questo non ha dato i risultati sperati. Pag 206 Rammentate: la proprietà di una casa non dà la sicurezza a voi, ma ai vostri creditori. La vera sicurezza la fornisce un reddito stabile. Pag 206-207 Microcredito (lui chiama Microfinanza) parla delle discriminazioni sulle donne che invece hanno un alta affidabilità. Parla del "banchiere dei poveri" e di pro mujer in Bolivia. Pag 209 Non dovremo lasciarci tentare a puntare tutto in un unica scommessa finanziaria a debito, in un mercato che non è privo di rischi, come il mercato immobiliare. Deve esserci un differenziale sostenibile fra i costi dell'indebitamento e il rendimento dell'investimento, e un equilibrio sostenibile fra debito e reddito. --------------------------------------------- DAL CELESTE IMPERO A CHIMERICA Pag 211 Nel nuovo secolo le più gravi minacce al sistema finanziario globale non sono giunte dalla periferia (paesi in via di sviluppo), ma dal centro del sistema finanziario. Bolla dot.com agosto 2000 indice S&P perde metà dopo 3 mesi subprime in teoria crisi di questa gravità avrebbero dato origine crisi mondiale. Jim O'Neill Global research goldamn sachs il resto del mondo guidato dal Boom cinese si stava sganciando dalla guida economica americana. Pag 212 (Brasile, Russia, India, Cina o Big Rapidly industrializzing countrigs). Fino al 1700 mondo anglosassone e Cina avevano più o meno un reddito pro capite simile poi tra 1700 e 1950 si registra una grande divergenza dovuta alla rivoluzione industriale (mio e Colonialismo imperialista no?). Nel 1820 USA ha reddito doppio della Cina. Pag 213 Il carattere unitario dell'impero cinese impediva concorrenza fiscale che si è dimostrato un potente motore della crescita rinascimentale e post-rinascimentale (non mi sembra in ogni caso o si dimostra o si cita fonti che lo hanno fatto!!). In un secondo luogo la facilità con cui l'impero poteva finanziare disavanzo stampando moneta scoraggiava le innovazioni dei mercati dei capitali (William Goetzamn Fibonacci and financial revolution) Pag 214 Nonostante una globalizzazione infrastrutturale e culturale e più di un miliardo di sterline di fondi occidentali, la promessa della globalizzazione vittoriana non venne soddisfatta in gran parte dell'ASIA lasciando un'eredità di rancore dello sfruttamento colonialista. Pag 215 Il problema fondamentale degli investimenti all'estero è capire cosa stia facendo un governo o un manager al di là dell'oceano. C'era un sistema giuridico e contabile diverso. Quindi nella prima fase si colonizza fisicamente. Pag 216-217 la vittoria della globalizzazione vittoriana è la vittoria nella guerra dell'oppio con la presi di Hong Kong. Pag 217 Keynes "Le conseguenze economiche della pace". SE si sommano tutti i capitali U.K. raccolti attraverso O.P.A finanziarie tra 1865 e 1914 circa 70% estero circa 30% rimangono in u.K. Pag 218 Già nel 1913 nel mondo Asset Finanziari per 158 miliardi di $ , 45 dei quali (28%) erano capitali detenuti all'estero. Forse gli investitori U.K. erano attratti nei mercati esteri per la prospettiva di maggior guadagni. Forse erano incoraggiati dalla diffusione del sistema aureo e dal crescente senso di responsabilità fiscale dei governi stranieri. U.K. circa 50% degli investimenti esteri degli U.K. son verso le colonie. Pag 219 I contratti con debitori coloniali erano più facili da tutelare (con lesiglazione) di quelli con Stati indipendenti. J.M. Keynes advice to trustee investment. Non importa quanto strettamente U.K. controllassero Hong Kong. Non potevano fare nulla per impedire la guerra Cina Giappone (1894-95) poi rivolta dei Boxer (1900) e poi rivoluzione di Mao. Pag 220 Nel 1908 quasi tutte le banche centrali avevano aderito al sistema aureo quindi tutte Obiettivo di riserve auree che facevano tenere tassi di interesse alti per evitare deflusso dell'oro. Questo riduceva il rischio di faorti oscillazioni nel cambio. Pag 221 Ivano Bloch nella russia zarista nel 1898 pubblica in opera in 6 volumi "La guerra futura" dove affermava che a causa del progresso tecnologico nella distruttività degli armamenti, la guerra non aveva futuro perchè ogni guerra avrebbe generato la bancarotta delle nazioni. Pag 222 I mercati finanziari, inizialmente, liquidarono con una scrollata di spalle l'assassinio dell'erede al trono austriaco . Quando gli investitori in grave ritardo si resero conto di quanto fosse probabile una guerra europea la liquidità venne risucchiata come se fosse stata tolto il tappo dalla vasca da bagno. Primo sintomo aumento dei premi assicurativi. Se il titolo va sotto il valore dei debiti molti fanno bancarotta. Le acceptance House (elite di Merchant Banks) furono le prime a finire a gambe all'aria avevano accettato le carte commerciali. Pag 223 le borse europee chiudono i battenti per 5 mesi la prima a chiudere è Vienna. L'adozione del sistema aureo un tempo sollievo per gli investitori esacerbò la crisi di liquidità. Pag 224 Allora come oggi le autorità reagiscono alla crisi di liquidità stampando moneta. Negli U.k. come durante la guerra dei cento anni c'era anche la possibilità di sollevare i banchieri da ogni responsabilità. La chiusura dei mercati evitò la vendita a qualsiasi prezzo. Pag 225 Il regime sovietico dichiara insolvenza nel febbraio 1918 ma già prima nel 1906 obbligazioni scambiate a 45% del valore nominale però solo nel 1930 persero ogni valore. Tra le due guerre il regime dei cambi è controllato con dazi protezionistici. Pag 226 Il 19 ottobre 1921 il governo cinese dichiara bancarotta del debito estero. Si sviluppo molto autarchia (deglobalizzazione). La prima guerra mondiale scoppia senza che "quasi se ne accorge" perchè l'integrazione globale e le innovazioni finanziarie avevano reso il mondo più sicuro per gli investitori. Dal punto di vista geopolitico il mondo era tutt'altro che sicuro. Possiamo ricavarne una lezione per la nostra epoca. La prima era della globalizzazione finanziaria si potè compiere nell'arco di una generazione, ma fu spazzata via in pochi giorni. E ci sono volute più di due generazioni per riparare ai danni provocati da un colpo di pistola nell'agosto del 1914. Pag 227 La somma sborsata dal piano marshall era equivalente a circa il 5,4 del PIL USA. Fondo monetario internazionale Birs (Banca Internaz. Ricostruzione e Sviluppo) dopo detta Banca Mondiale. Pag 228 Dunque per 25 anni seguenti i governi diedero una soluzione al "trilemma" da scegliere due delle 3 opizioni di politica economica: 1) piena libertà dei movimenti di capitali internazionali. 2) tasso di cambio fisso 3) politica monetaria indipendente orientata a obiettivi nazionali Tanti scelgono 2 e 3. Gli aiuti stile piano marshall pensati da economisti come Walt Rostow imponevano condizioni favorevoli agli USA in termini commerciali e finiva in mano a corrotti funzionari asiatici latino americani... Pag 229 la fine di Bretton Woods e del sistema aureo non è proprio come viene raccontata. La parola d'ordine del FMI è "condizionalità" niente riforme allora niente soldi. Pag 230 All'improsvviso, l'hot money, cioè i capitali speculativi messi fuorilegge da Bretton Woods era tornato in auge. John Perkis afferma che quando era economista della Chas T. Main di Boston, il suo lavoro era garantire che il denaro prestato da FMI e World Bank a paesi come Ecuador e Panama fosse speso per comprare beni americani. L'impero USA. diversamete da tutti gli altri nella storia è stato costruito sulla manipolazione economica, truffa e frode (confessione dei sicari dell'economia libro) Pag 231 sconfessa la teoria di Perkins negli assassini di Aguilera (ex pres Ecuador) e Torrijos (ex pres Panama) solo perchè le cifre apparentemente in gioco erano basse, ma ricordiamoci colpirne 1 per educarne 100. Pag 232 Krugman e Stiglitz guarda caso due neo-keynesiani non convincono il nostro autore. Pag 233 Più che i sicari dell'economia gli anni 80 vedono l'ascesa degli Hedge Fund (temine coniato nel 1966 per descrivere il fondo long Short) poi dice che è stato costruito da Alfred Winslow James nel 1949 la maggior parte degli Hedge sono S.r.l. Il capo dei capi dei nuovi sicari degli Hedge Fund è george soros. Pag 234 Soros l'alchimia della finanza (1987) secondo la prediletta teoria della "riflessività" i mercati finanziari non sono affatto efficienti (è efficiente se tute le informazioni sono incorporate nei prezzi). L'effetto feedback che si verifica: gli orientamenti degli investitori influenzano il risultato di mercato. Pag 235 Soros guadagna più di un miliardo di dollari dall'uscita della sterlina dallo SME Pag 238 Nel 1994 nasce Long Term Capital Managemnt (LCTM) attrae Merril Lynch e la banca svizzera Julius Baer poi anche UBS. Pag 239 Nel settembre 1997 l'investimento era cresciuto di 10 volte andava a leva. Avevano 7600 diverse posizioni in titoli diversificate legate alla teoria di Harry M.Markowitz perfezionata da William Sharpe nel Capital Asset Pricing Model (CAPM) Pag 240 LTCM vendeva opizioni pensando che la volatilità rimaneva intorno al 10-13%. Secondo il VAR (value at Risk) c'era una probabilità su 10 alla 24 che arrivasse un evento (distanza 10 sigma) per fallire. Pag 241 Insolvenza Russa i capitali azionari crollano e la volatilità arriva velocemente al 29%. Pag 242 Tutti i mercati si muovono sincroni Pag 243 John Maynard Keynes "I mercati possono restare irrazionali assai più a lungo di quanto si possa restare solvibili". Scholes "forse l'errore è stato non aver capito che il mondo stava diventando sempre più globalizzato". Il modello VAR prendeva 5 anni di dati se ne avesse presi 11 avrebbe preso nei dati il crash del 1987. Pag 244 Tra il 1989 e 1996 la vita media di un Hedge fund è di 40 mesi da 600 nel 1990 a 7601 nel 2008 con 1900 milioni di dollari quindi nonostante fallimenti sono aumentati. Le performance di Hedge Fund non è chiaro quanto dipendono da Alfa (capacità dei gestori) e quanto da beta (movimenti dei mercati) Pag 247 Quando i cinesi hanno voluta attrarre capitali esteri hanno insistito perchè assumessero la forma di investimenti diretti. Stranieri che costruiscono industrie difficilmente spostabili in caso di crisi. Il grosso degli investimenti cinesi finanziato da risparmio e da rimesse dall'estero. La cina ha un avanzo delle partite correnti pari a 25% del debito USa. Pag 249 Cinesi risparmiano usa spendevano le import cinesi tenevano tassi bassi in USA; lavoro cinese teneva basso i salari in Usa. L'espansione di CHimerica è alla base dei mutui subprime. Pag 250 Fondi Sovrani fatti da paesi in surplus commerciale. Pag 251 Tensioni su Chimerica il peggio forse nei mercati occidentali deve ancora venire. La cina tiene la valuta troppo bassa penalizza USa DISCESA DELLA MONETA Pag 253 le innovazioni hanno portato un'efficiente allocazione delle risorse rispetto al feudalesimo o alla pianificazione. Questo modello si è diffuso prima con imperialismo e poi con globalizzazione. Pag 254 la probabilità di un disastro finanziario è del 3,6% annuo. Di fronte all'incertezza Keynes nella teoria generale del 1937 1) il presente è la guida per il futuro 2) i prezzi riflettono correttamente le aspettative future 3) ci conformiamo alla media. Pag 255 Instabilità endemica dovuta al comportamento umano Pag 256 Distorsioni cognitive Pag 257 Un folto gruppo di persone può essere saggio quanto folle Pag 259 In Capitalismo, Socialismo e Democrazia Schumpeter c'è il processo di distruzione creatrice e il fatto essenziale del capitalismo. Ogni anno negli USA 1 impresa su 10 fallisce. L'unica ragione per cui la distruzione creativa non riguarda le banche è perchè c'è una garanzia implicita o esplicita statale. Cita velocemente Taleb e poi cita la teoria evoluzionistica che Taleb contrasta!! Pag 261 c'è un cambio di rotta l'evoluzione finanziaria come l'evoluzione culturale potrebbe avere proprietà Lamarckiane più che Darwiniane Pag 264 Quest'epoca della leva finanziaria sta volgendo al termine. Pag 265 Le Merchant Bank vecchio stile erano più centrate sulle relazioni più che sulle transazioni. Pag 267 Il prezzo del salvataggio statale è il controllo statale sugli stipendi dei manager. Pag 268 Stati e mercati finanziari sono sempre esistiti in reciproca relazione simbiotica.

    ha scritto il 

  • 5

    Ascesa e declino del Denaro di Nial Ferguson, editore Mondadori, ISBN 978-08-04-59471-0. Più che del denaro in senso stretto l’autore parla del ruolo del credito nel favorire la crescita ...continua

    Ascesa e declino del Denaro di Nial Ferguson, editore Mondadori, ISBN 978-08-04-59471-0. Più che del denaro in senso stretto l’autore parla del ruolo del credito nel favorire la crescita economica. In un continuo andare avanti indietro nella storia il libro tratta della moneta metallica, dei primi contratti “futures” istituiti nell’antica Mesopotamia, delle lettere di cambio rinascimentali, dell’invenzione della partita doppia, della nascita delle società per azioni ed a responsabilità limitata, del ruolo delle assicurazioni e soprattutto della nascita del mercato obbligazionario e dei suoi legami con il debito pubblico degli Stati, con il welfare e con il mercato immobiliare. L’autore descrive anche le varie crisi che nel corso del tempo hanno segnato gli eccessi nell’uso dell’innovazione finanziaria seguendo le vicissitudini di John Law e della compagnia del Mississippi fino al default delle finanze francesi, gettando una luce sui fallimenti dell’impero spagnolo e più tardi delle repubbliche sud americane, spiegando il crepuscolo della prima società mondiale globalizzata (il mondo all’alba della prima guerra mondiale), la grande depressione, gli spasmi della repubblica di Weimar, il sistema di Bretton Woods e la sua successiva decadenza, l’illusione della democrazia “proprietaria” ed il fallimento delle “saving & Loans” durante gli anni ottanta, il ruolo dei Killer dell’economia, l’ascesa e la caduta delle “dot.com”, la grande truffa della Enron fino ad arrivare ai giorni nostri con l’attuale crisi innescata dal ricorso eccessivo all’indebitamento subprime, ai CDO (collatelarized debt obbligation) ed ai CDS (credit default swap), alla caduta degli Hedge funds (LTCM) e dei loro modelli matematici basati sul VAR e sull’uso delle gaussiane, al ruolo in ascesa dei fondi sovrani fino a “Chimerica” (termine nato dalla fusione di China & America) il “mostro” mitologico che ancora attende un novello Bellerofonte che possa domarne gli eccessi. Il libro è bellissimo, in sintesi (e nonostante i disastri) parla di sogni: la ricchezza, la sicurezza, la casa, la prevenzione di ogni avversità, persino l’immortalità. Soprattutto è una lode all’ingegno umano ed alla sua capacità di domare il rischio ed allocare il credito in maniera sempre più efficiente; è la descrizione di un carosello continuo di illusioni, del “falò delle vanità”, di fulminee intuizioni e di immani fallimenti dettati dalla presunzione, dalla disonestà e dall’avidità. Soprattutto, sullo sfondo rimane l’invito alla riflessione ed alla consapevolezza nelle scelte per ognuno di noi, un continuo ricordarci che si affonda insieme ma che ci si salva da soli.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto scorrevole, è un testo divulgativo ma non superficiale. Si tratta fondamentalmente di un testo di storia, non di finanza: l'autore stesso è un professore di storia, non un economista. A ...continua

    Molto scorrevole, è un testo divulgativo ma non superficiale. Si tratta fondamentalmente di un testo di storia, non di finanza: l'autore stesso è un professore di storia, non un economista. A volte eccede nell'anedottica, cosa che fa perdere un pò il filo del discorso generale. Gli aneddoti sono però in se stessi interessanti ed illuminanti, a cominciare dalla vicenda LTCM che viene raccontata in maniera particolarmente divertente.

    ha scritto il 

  • 3

    I soldi sono strani

    Il concetto di denaro è difficile, controintuitivo per molte persone. Ferguson, economista divulgatore di Channel 4, fa uno sforzo generoso per ricostruire la storia della moneta e della finanza dai ...continua

    Il concetto di denaro è difficile, controintuitivo per molte persone. Ferguson, economista divulgatore di Channel 4, fa uno sforzo generoso per ricostruire la storia della moneta e della finanza dai Babilonesi al crollo del 2008. La sua tesi è che l'innovazione finanziaria è necessaria allo sviluppo quanto quella tecnologica se non di più; al di là della tesi, il libro è pieno di aneddoti interessanti sulle bolle finanziarie, sull'inflazione, sulle crisi internazionali.

    Alla fine della lettura si capisce che per capire davvero il denaro bisogna studiare sul serio. "Ascesa e declino del denaro" (è questo il titolo scritto sulla copertina, diverso da quello suggerito dal database ISBN) è appena un'introduzione.

    ha scritto il 

  • 4

    Stile narrativo piacevole e, per l'edizione italiana, complimenti ai traduttori. Secoli di storia della finanza vengono sorvolati velocemente, fornendo al lettore non specialistico una spiegazione di ...continua

    Stile narrativo piacevole e, per l'edizione italiana, complimenti ai traduttori. Secoli di storia della finanza vengono sorvolati velocemente, fornendo al lettore non specialistico una spiegazione di come si sia determinato il sistema finanziario attuale. Le note bibliografiche sono aggiornate e forniscono spunti a chi voglia approfondire gli argomenti. Channel Four Television ne ha tratto una serie di documentari andati in onda nel 2008.

    ha scritto il 

  • 2

    Non è esattamente un testo sulla moneta, ma sulla storia recente dell'economia. Al di là dei riferimento storici (iniziali) all'economia dell'età medievale/rinascimentale si concentra sulla storia ...continua

    Non è esattamente un testo sulla moneta, ma sulla storia recente dell'economia. Al di là dei riferimento storici (iniziali) all'economia dell'età medievale/rinascimentale si concentra sulla storia più recente. E', come capita purtroppo spesso, anglocentrico: sembra proprio che la cultura inglese (nel senso più ampio) non ne voglia sapere del Continente (europeo). In sunto l'autore dice che: -il Capitalismo non è il migliore dei Mondi possibili, ma l'unico. -La scuola di Chicago è il suo paradiso e Milton Friedman il suo profeta. -I mali del Capitalismo (le crisi economiche, ecc...) sono inevitabili, ma gli fanno bene. -Il denaro non ha rivali né surrogati.

    Liberissimi di accettare questa teoria "forte". Attenzione alle pagine sul Cile (con una Allende assunto tra i comunisti più sfegatati e Pinochet un po' salvatore della Patria che al prezzo di poche migliaia di morti con robuste dosi di liberismo selvaggio rende il Paese un luogo prospero)e sopratutto quelle puntuali contro Stiglitz (che infastidiscono l'autore perché tali critiche vengono "dall'interno del sistema" al contrario dei "ben pasciutti"-parole sue- contestatori di Seatle che neanche considera).

    A leggere testi così vien voglia di prendere per oro colato la Naomi Kleyn ed il suo "Shock terapy"

    ha scritto il 

  • 5

    un "must read" per chi vuole capire VERAMENTE cos c'e' stato sempre e ci sara ancora dietro l aspetto glamour della finanza. consigliati in particolare il Terzo, Quarto, Quinto e Sesto capitolo ...continua

    un "must read" per chi vuole capire VERAMENTE cos c'e' stato sempre e ci sara ancora dietro l aspetto glamour della finanza. consigliati in particolare il Terzo, Quarto, Quinto e Sesto capitolo

    ha scritto il