Ashenden l'inglese

Di

Editore: Garzanti

3.7
(158)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 249 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Tedesco , Spagnolo , Francese

Isbn-10: A000052198 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Fenisia Giannini

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli , Rosa

Ti piace Ashenden l'inglese?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Un libro strano, non ha una trama definita, i personaggi entrano ed escono nello spazio di due capitolati. Si narra la storia dell'agente del servizio segreto inglese Ashenden e di alcune sue missioni ...continua

    Un libro strano, non ha una trama definita, i personaggi entrano ed escono nello spazio di due capitolati. Si narra la storia dell'agente del servizio segreto inglese Ashenden e di alcune sue missioni durante la prima guerra mondiale, ambientato principalemnte in Svizzera con puntatine in Francia e in Russia. Il libro è un puzzle di storie, con dei personaggi strepitosi, uno su tutti Mr Harrington.

    ha scritto il 

  • 3

    Sempre Maugham

    Maugham riesce ad essere interessante e a presentare una bella scrittura accattivante anche quando parla di un argomento che può non piacere a tutti. La storie di Ashenden, scrittore assoldato come ag ...continua

    Maugham riesce ad essere interessante e a presentare una bella scrittura accattivante anche quando parla di un argomento che può non piacere a tutti. La storie di Ashenden, scrittore assoldato come agente segreto, sembrano uscite direttamente dalla sua penna con se stesso come protagonista.

    ha scritto il 

  • 4

    On His Majesty Service

    Uno degli aspetti che resero il servizio segreto inglese il migliore del mondo è (forse) la spiccata tendenza a reclutare scrittori. Scrittori in senso britannico naturalmente.

    Poi tra questi c'è chi ...continua

    Uno degli aspetti che resero il servizio segreto inglese il migliore del mondo è (forse) la spiccata tendenza a reclutare scrittori. Scrittori in senso britannico naturalmente.

    Poi tra questi c'è chi costruisce una replica fedele del mondo oscuro dove la paranoia è l'appropriato atteggiamento mentale, il sospetto e la dissimulazione ottimi succedanei dell'educazione quindi l'omicidio un buon surrogato dell'ipocrisia ed abbiamo Le Carrè, oppure Maugham, sebbene ad un livello gerarchico inferiore, o invece Fleming se, per campare bene tra Londra e le Bahamas, ci si rende conto che un certo pubblico gradisce che il mix tra azione ed analisi sia come nel martini very very very dry hemingwayano ove in pratica il martini - sciaquandovisi solo il ghiaccio - manca.

    Temo che il tempo scarseggi, quindi di Ambler e Greene parleremo magari in seguito ma ci sono - eccome - pure loro. Stesso ceppo della vecchia quercia ed ognuno per di più fu coinvolto in differenti conflitti, dandovi modo di fare la circumnavigazione spionistica del globo senza cambiare società solo il periodo che qui è la prima guerra mondiale, rivoluzione bolscevica inclusa.

    Maugham invece ammette solo di sceneggiare un po' e con grande modestia, rifiuta perfino di legare questi racconti con arbitrarie quanto noiose interposizioni per creare un artificioso romanzo. Per bravi scrittori in senso britannico s'intende gente che non ha mai sostituito alla vita la letteratura, ma che considera quella la sorgente di questa, che riesce nella commistione tra noia orrore e perplessità così comuni in quel mestiere, inframmezzando pure con note curiosamente acute e di umorismo leggero, mai da sghignazzare ma in compenso questa posizione permette pure di trattare il dolore - vero, mica scherza - col sopracciglio alzato senza pazziare, strapparsi i capelli o minacciare di lanciarsi dalla finestra che purtroppo con certi italiani è sempre al pianterreno.

    Se voltere un ulteriore esempio di come - per l'inglese vero e certificato - la vita sia biologicamente un mero accidente pur risultando interessante per tutto il resto, qui potrete trovare un paio d'ore d'onesto intrattenimento, svariate informazioni sullo stato di certe cose in quell'Europa, curiosità su alcuni caratteri umani maschili e femminili, personaggi notevoli e come sempre, un testo redatto sotto le più impeccabili ed economiche regole estetiche, indeed.

    ha scritto il 

  • 4

    Più che un romanzo, Ashenden o l'agente inglese è una raccolta di episodi in sequenza che vedono come protagonista Ashenden, scrittore inglese prestato all’Intelligence e operante nella città di Losan ...continua

    Più che un romanzo, Ashenden o l'agente inglese è una raccolta di episodi in sequenza che vedono come protagonista Ashenden, scrittore inglese prestato all’Intelligence e operante nella città di Losanna in Svizzera.
    Dietro Ashenden s'intravede Maugham stesso, che svolse attività di spionaggio per i servizi segreti inglesi durante la prima guerra mondiale, dato che la sua attività di scrittore si prestava a dargli una adeguata copertura.
    Maugham fu il precursore del filone di spy story che diedero fama a Eric Ambler e Jan Fleming, tuttavia l’autore, nella prefazione del libro, precisa che

    Il lavoro di un agente del Servizio Informazioni, o Intelligence, è nel complesso quanto mai monotono. In buona parte è di una straordinaria inutilità. Il materiale che offre per un racconto è scucito e infecondo: tocca all’autore renderlo coerente, drammatico e probabile.

    In altra parole l’agente segreto non ha mai una visione completa del suo compito. È tenuto a svolgere solo alcune azioni che fanno parte di un disegno più articolato di cui non conosce la complessità né la motivazione degli ordini che riceve. Pertanto lo scrittore che volesse narrare senza abbellimenti di sorta la vera vita di un agente segreto, scriverebbe un racconto insignificante. Tenuto conto di queste asserzioni, gli episodi narrati da Maugham sarebbero, quindi, quanto più simili possibile a quelli reali.

    Continua su:
    http://www.lastambergadeilettori.com/2015/05/speciale-grande-guerra-ashenden-o.html

    ha scritto il 

  • 3

    fraudio, mystery-thriller
    Alex Jennings reads Somerset Maugham's series of short stories, based on his own experiences during the First World War and featuring Ashenden, recruited by the British Secr ...continua

    fraudio, mystery-thriller
    Alex Jennings reads Somerset Maugham's series of short stories, based on his own experiences during the First World War and featuring Ashenden, recruited by the British Secret Service as a spy.

    Abridged by Neville Teller the producer was Eoin O'Callaghan and it was an original BBC 7 commission.

    ha scritto il 

  • 3

    對我來說,這是一本較好但不叫座的作品。

    書中的7個短篇故事,並不如一般間諜故事來得刺激,有些甚至還很平常。當然,真實世界裡的間諜生活,並非每個都像007一樣,說不定大部分還比較像這本書中的事件,但是讀者口味被寵壞的結果,就會認為本書很無趣了。

    ha scritto il