Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Aspro e dolce

Di

Editore: Mondadori (Omnibus)

3.7
(647)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 397 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8804527315 | Isbn-13: 9788804527312 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , eBook

Genere: Biography , Fiction & Literature , Sports, Outdoors & Adventure

Ti piace Aspro e dolce?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L'epopea di Erto e dei suoi abitanti narrata in prima persona da Mauro Corona,protagonista e sciamano. Uomini di foreste e bevute, donne di coraggio efatica, femmine sciccose per rompere la solitudine di una sera, tra unasbronza e una rissa. La fantasia e la rabbia, la gioia di vivere, la festa ela morte riportate alla memoria in un'ennesima levata di bicchieri, brindisialla vita, l'aspro e il dolce assaporati insieme. Autobiografia di un uomo,romanzo fatto di avventure, di beffe e di omeriche bevute, il libro è anche lastoria di un intero paese distrutto e rinato, a suo modo, dalla catastrofe.Immancabile sfondo è la natura, madre e matrigna di uomini, animali, piante erocce.
Ordina per
  • 5

    Sorpresa!!

    E' stato un piacere leggere questo libro, Mauro Corona nonostante tutte i problemi che ha avuto in infanzia e il suo abuso di ''rosso'', credo che sia un grande uomo, da stimare, anche lui ha fatto i suoi errori. Ma chi non li ha fatti?
    Mi piacerebbe tanto conoscerlo di persona!

    ha scritto il 

  • 4

    Vino, il Prozac dei poveri

    Il vino: il Prozac dei poveri e degli infelici, che si può acquistare senza ricetta, x dimenticare x qualche ora la fatica di vivere, anestetizzare nel sonno il dolore, superare paure e delusioni, o celebrare in compagnia la gioia dell’amicizia. C’è un alcolico x ogni occasione, dice Corona: il c ...continua

    Il vino: il Prozac dei poveri e degli infelici, che si può acquistare senza ricetta, x dimenticare x qualche ora la fatica di vivere, anestetizzare nel sonno il dolore, superare paure e delusioni, o celebrare in compagnia la gioia dell’amicizia. C’è un alcolico x ogni occasione, dice Corona: il cognac x le disgrazie, la grappa x la malinconia, il vino x l’allegria. Concordo, anche se i miei alcolici sono diversi, ma il vino no, non mi piace, forse perché non amo la compagnia. Non è esattamente l’apologia del vino, questo libro, ma piuttosto dell’amicizia, della solidarietà tra compaesani più importante dell’amore e della famiglia. Sono lunghe le sere d’inverno nei paesi di montagna, finito il duro lavoro nei campi, nei boschi o in cantiere, senza divertimenti né donne disponibili, e gli uomini si riuniscono all’osteria x trovare un po’ di calore nei propri uguali e il coraggio di arrivare a domani. Sullo sfondo, sotto le ombre dei monti, c’è sempre la Natura, madre e matrigna, dura, spietata e meravigliosa donatrice di pace e serenità a chi la sa amare senza fanatismi. Il libro è l’autobiografia sincera di un uomo, tra scherzi da osteria, bravate, tragedie, risse, omeriche bevute, sempre accompagnate dall’ombra della morte, com’è destino x gli umani. Forse 400 pagine con un bicchiere in mano sono troppe, alla fine le storie diventano prevedibili e ripetitive, ma in alcuni episodi riconosco qualcosa dei miei 20 anni, le sbronze, le corse in macchina, la spavalderia delle sfide alla sorte. Corona dà la colpa delle sue malefatte al vino e su questo non sono d’accordo. L’alcol libera dai freni inibitori, dalla corazza dell’educazione che copre il cavernicolo nascosto in ognuno di noi, ma non muta la natura dell’uomo. Se uno si picchia è perché è di carattere rissoso e irascibile, il vino è catalizzatore e alibi. Non manca autocompiacimento nelle storie di Corona, dietro la reiterata ammonizione a non bere troppo. Un libro x sorridere e riflettere.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro stupendo, dove viene descritta in modo diretto, crudo e incisivo la vita di Mauro Corona, la vita di un alpinista, bevitore, di un uomo come tanti, che rivive con coraggio episodi anche parecchio difficili. Ogni capitolo è intriso di emozione e nostalgia. In ogni pagina si legge il valor ...continua

    Un libro stupendo, dove viene descritta in modo diretto, crudo e incisivo la vita di Mauro Corona, la vita di un alpinista, bevitore, di un uomo come tanti, che rivive con coraggio episodi anche parecchio difficili. Ogni capitolo è intriso di emozione e nostalgia. In ogni pagina si legge il valore che l'autore da all'Amicizia e alla Vita stessa.

    Dispiace lasciare questo libro.

    ha scritto il 

  • 4

    Il primo libro che ho letto di Mauro Corona è stato quello che ho amato di più. Originale, diretto, crudo, ci presenta un'immagine della vita difficile e sopra le righe di quest'uomo di montagna, una vita segnata da sofferenze, donne, colossali bevute, errori. Non ho più trovato altri libri di qu ...continua

    Il primo libro che ho letto di Mauro Corona è stato quello che ho amato di più. Originale, diretto, crudo, ci presenta un'immagine della vita difficile e sopra le righe di quest'uomo di montagna, una vita segnata da sofferenze, donne, colossali bevute, errori. Non ho più trovato altri libri di questo autore che mi abbiano entusiasmato tanto...alla fine sono tutti ripetitivi e ci raccontano storie e persone che già conosciamo.

    ha scritto il 

  • 4

    Chi non conosce la realtà montanara potrebbe non reggere (e non credere) la lettura di queste 400 pagine dedicate alle sbornie, così come forse non reggerebbe nemmeno una bottiglia di vino. Ma tra le righe e le bevute troviamo passaggi velati in cui Mauro ci fa riflettere sulla vita e sull'alcool ...continua

    Chi non conosce la realtà montanara potrebbe non reggere (e non credere) la lettura di queste 400 pagine dedicate alle sbornie, così come forse non reggerebbe nemmeno una bottiglia di vino. Ma tra le righe e le bevute troviamo passaggi velati in cui Mauro ci fa riflettere sulla vita e sull'alcool. La storia è ambientata ad Erto ma le vicende dei protagonisti potrebbero essersi svolte in un qualsiasi paese di montagna. Le partite a morra, l'incoscienza delle bravate tra amici, l'arroganza delle sbornie, la semplicità dei protagonisti: sono tutti punti cardine di chi spesso nasconde dietro l'alcool sentimenti troppo difficili da esternare, solitudine, climi e lavori duri.

    ha scritto il 

  • 5

    Ti Amo. Se due si amano non occorre dire niente. Chi lo dice ha paura, vuole segnalare che c'è, ribadire che esiste. Vuole mettere un'ipoteca sul futuro. Amare non è investire sul futuro ma fregarsene, accettare l'incognita del rischio

    ha scritto il 

  • 1

    pattume

    All'inizio c'è un tizio che beve con la famiglia intorno ai 7 anni,
    poi c'è un tizio che beve con i compagni di lavoro verso i 16 anni,
    poi c'è un tizio che beve con gli amici dai 16 anni in avanti,
    poi c'è un tizio che beve in ogni dove e per qualsiasi motivo

    Ah dimentic ...continua

    All'inizio c'è un tizio che beve con la famiglia intorno ai 7 anni,
    poi c'è un tizio che beve con i compagni di lavoro verso i 16 anni,
    poi c'è un tizio che beve con gli amici dai 16 anni in avanti,
    poi c'è un tizio che beve in ogni dove e per qualsiasi motivo

    Ah dimenticavo, il tizio per tutto il libro ribadisce che lui non è un alcolista...

    2/10

    ha scritto il 

  • 3

    Corona (Mauro, per evitare malintesi) è una persona molto intelligente..Forse non è stato azzeccato da parte mia leggere come primo suo libro un'autobiografia. Ma rimedierò.

    ha scritto il 

  • 4

    Una biografia vera e genuina, col vino e altri beveraggi, lì a guidarla.
    E' un grande narratore Mauro Corona, non si nasconde mai e ci regala episodi tristi e allegri della sua esistenza.
    La sua prosa è limpida e asciutta, per questo, essendo magari in disaccordo su molti fatti che lo ...continua

    Una biografia vera e genuina, col vino e altri beveraggi, lì a guidarla.
    E' un grande narratore Mauro Corona, non si nasconde mai e ci regala episodi tristi e allegri della sua esistenza.
    La sua prosa è limpida e asciutta, per questo, essendo magari in disaccordo su molti fatti che lo videro protagonista, non può mancare mai, a chi legge, il rispetto per l'uomo e le sue molteplici sfaccettature, che lentamente si dipanano.

    ha scritto il 

Ordina per