Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Assassinio al Comitato Centrale

Di

Editore: Feltrinelli

3.7
(1208)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 223 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo

Isbn-10: 8807818272 | Isbn-13: 9788807818271 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Panunzio Cipriani L.

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , Tascabile economico

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Assassinio al Comitato Centrale?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Alla riunione del Comitato centrale del Partito comunista, d'improvviso va viala luce. Con la complicità del buio viene assassinato il Segretario generaleFernando Garrido. Gli ingredienti sono quelli di un classico giallo: unastanza chiusa dal di dentro e senza possibilità di uscita. Ma l'assassino nonè l'unica altra persona presente nella stanza, i sospettabili sono circa duemilioni e i moventi metà di mille. E lo svolgimento delle indagini faràemergere coinvolgimenti oscuri e misteriosi tradimenti. Chi ha commessol'omicidio, e perché? I nemici del Segretario vanno cercati dentro il Partitoo fuori? È davvero opera del fascismo internazionale? C'entra qualcosa il Kgb?
Ordina per
  • 0

    Durante una riunione del Comitato Centrale, il segretario del Partito Comunista viene assassinato: in un momento di improvviso black-out, non si sa come, non si sa da chi. Complotto esterno, interno intrigo, vendetta privata? Il mistero non sarà, naturalmente, risolto dall'inchiesta ufficiale, af ...continua

    Durante una riunione del Comitato Centrale, il segretario del Partito Comunista viene assassinato: in un momento di improvviso black-out, non si sa come, non si sa da chi. Complotto esterno, interno intrigo, vendetta privata? Il mistero non sarà, naturalmente, risolto dall'inchiesta ufficiale, affidata a un Fonseca ex capo della polizia franchista; sarà Pepe Carvalho, detective privato, a risolverlo per incarico del partito. Assassinio al Comitato Centrale è un poliziesco classico. Carvalho, il protagonista, s'appartiene alla tradizione degli investigatori privati di Hammet e Chandler: di un'indifferenza e spregiudicatezza che arrivano al cinismo. Il che non gli impedisce, nei casi che si trova ad affrontare e a risolvere, di professare moralistico rigore. E si ha l'impressione che, nei misteri che si trova a risolvere, resti celato il suo. Nel suo cinismo si può però intravedere un disagio che non è soltanto suo, ma di quella «generazione perduta» di spagnoli che dopo gli anni dell'adesione al regime franchista o dell'opposizione clandestina si sono ritrovati in un paese che sembra non avere bisogno di loro; disagio che si ripete ad ogni generazione che scopre non avere né intelligenza né cuore la Storia in cui ha avuto fede.

    ha scritto il 

  • 4

    Ideali, complotti e ristorazione

    “Vado in una città che ha dato ai beni cultural-gastronomici della nazione soltanto un lesso, una frittata e una trippa." Così Pepe Carvalho, in partenza per Madrid, si congeda dal fedele Biscuter. Il partito comunista spagnolo ha subito il più grave dei lutti, e l’assassino sembra trovarsi tra g ...continua

    “Vado in una città che ha dato ai beni cultural-gastronomici della nazione soltanto un lesso, una frittata e una trippa." Così Pepe Carvalho, in partenza per Madrid, si congeda dal fedele Biscuter. Il partito comunista spagnolo ha subito il più grave dei lutti, e l’assassino sembra trovarsi tra gli stessi membri del comitato centrale. Con i suoi trascorsi di militante, Carvalho è l’uomo giusto per un’ indagine privata, voluta dai compagni. Intellettuali sarcastici o mistici e immacolati credenti nel progresso della società, suscitano in Carvalho ricordi indesiderati. Poi affiorano le trame di un disegno internazionale, sono molti gli interessati all’esito delle indagini: figure locali e personaggi d’importazione, senza alcuno scrupolo nel perpetrare violenze e torture per ottenere informazioni. Per il detective ci saranno notti insonni e percosse brutali, ma anche abbuffate catartiche e brindisi, dedicati a meritevoli e pericolosi decolleté.

    ha scritto il 

  • 3

    Questo Montalban mi pesa....

    Romanzo carino. Descrive, senza schierarsi ma anche senza pietà, il carattere farraginoso del partito comunista spagnolo appena uscito dal regime... interessante, e troppo spesso ci si ritrova delle analogie (anche troppo attuali) con il nostro paese...
    Però mi pesa... generalmente i gialli mi to ...continua

    Romanzo carino. Descrive, senza schierarsi ma anche senza pietà, il carattere farraginoso del partito comunista spagnolo appena uscito dal regime... interessante, e troppo spesso ci si ritrova delle analogie (anche troppo attuali) con il nostro paese... Però mi pesa... generalmente i gialli mi tolgono il sonno.. Montalban me lo fa venire!!!!

    ha scritto il 

  • 3

    secondo libro letto di montalban

    e mi ha confermato che io e l'autore non siamo in sintonia. a molti piace, ne sono contento perché era un bel personaggio, ma non mi ci trovo ritmo lento con digressioni culinarie insopportabili

    ha scritto il 

Ordina per