Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Assassinio nella cattedrale

By T.S. Eliot

(112)

| Paperback | 9788845242762

Like Assassinio nella cattedrale ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

32 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    Il meno americano della poesia americana: T.S.Eliot

    Un'opera teatrale che forse stabilisce un punto di non ritorno nel "teatro di poesia" di Eliot, destinato più alla riflessione e a nuove aperture di pensiero piuttosto che ad una sua rappresentazione. Questa avvenne, per la prima, nel 1935 a Canterbu ...(continue)

    Un'opera teatrale che forse stabilisce un punto di non ritorno nel "teatro di poesia" di Eliot, destinato più alla riflessione e a nuove aperture di pensiero piuttosto che ad una sua rappresentazione. Questa avvenne, per la prima, nel 1935 a Canterbury e in Italia circa 11 anni dopo. Il dramma racconta dell'uccisione nel 1170 dell'arcivescovo Thomas Becket nella cattedrale di Canterbury, commissionato da re Enrico. La lettura con testo originale di fronte e traduzione di La Capria, è nell'Inglese o in tutt'e due un viaggio da provare assolutamente...meglio se l'inglese non è la cosa che vi riesce meglio, così il piatto sarà servito e assaporato lentamente...Eliot infatti, pur rispettando il contesto storico, fa dell'opera un travaglio esistenziale, in un intreccio in cui il Coro, come nella tradizione del teatro greco, recita a risposta-responso dei pensieri di Becket su se stesso e il circostante...se da una parte vi è una tradizione cristiana dei dubbi e delle tentazioni del Cristo, in parallelo vi è una critica alla devozione e alla vocazione nei tempi contemporanei, dove ambizione, giochi di potere e "cecità morale" sembrano introdursi nel potere spirituale, dove personaggi in apparenza reali, sono la proiezione della coscienza stessa dell'arcivescovo...la debole trama storica non è quindi che un pretesto per delle tematiche e dei concetti se non escatologici per lo meno diretti ad una riflessione più vasta sull'essere umano e la sua lotta interiore tra il bene e il male, tra l'angelo caduto, la colpa e la pietà...un dualismo che riporta alla morte e al suo contrario, fra il tempo che passa e la granitica eternità, fra il peso della carne e la leggerezza dello spirito, con la difficoltà aggiunta di una coscienza e dei suoi meandri...Sembra quindi che Eliot abbia spogliato la sua fede e coraggiosamente l'abbia discussa, trasformando la sua poesia in qualcosa di più complesso...da scoprire "in fine ultimo"...Eliot se ne andrà a verificare di persona, nel 1965, a 77 anni. Nel 1964 incontra Groucho Marx, con il quale simpatizza per tre amori comuni: "Una tendenza ai giochi di parole, i gatti, e i buoni sigari..."

    Is this helpful?

    LucBon71(de una Luna o una sangre o un beso al cabo) said on Apr 2, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    bookshelves: currently-reading, fraudio, autumn-2013, poetry, nobel-laureate, published-1935, biography
    Read from November 28 to 29, 2013

    T. S. Eliot "Murder in the Cathedral" in entirety

    A poetic rendition of Thomas Becket.

    Encountering this as ...(continue)

    bookshelves: currently-reading, fraudio, autumn-2013, poetry, nobel-laureate, published-1935, biography
    Read from November 28 to 29, 2013

    T. S. Eliot "Murder in the Cathedral" in entirety

    A poetic rendition of Thomas Becket.

    Encountering this as a compliment to The Plantagenets: The Warrior Kings and Queens Who Made England ...

    ...and Becket

    Is this helpful?

    Bettie said on Jan 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Murder in the Cathedral

    Un capolavoro del teatro di tutti i tempi. La lettura in lingua originale è un'esperienza indimenticabile. Il ritmo del verso, il fascino della costruzione sintattica, l'equilibrio formale, l'eocatività del suono: tutte cose inesprimibili in una trad ...(continue)

    Un capolavoro del teatro di tutti i tempi. La lettura in lingua originale è un'esperienza indimenticabile. Il ritmo del verso, il fascino della costruzione sintattica, l'equilibrio formale, l'eocatività del suono: tutte cose inesprimibili in una traduzione. Sul piano del contenuto: intellettualmente stimolante, emotivamente coinvolgente. Bellezza allo stato puro.

    Is this helpful?

    JimHammond said on Nov 29, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Credo di non avere le competenze e sufficienti conoscenze in materia per apprezzare e giudicare con equità quest'opera. E' vero, ho gustato ogni singola parola della bellissima e commovente predica dell'Arcivescovo di Canterbury rivolta ai fedeli in ...(continue)

    Credo di non avere le competenze e sufficienti conoscenze in materia per apprezzare e giudicare con equità quest'opera. E' vero, ho gustato ogni singola parola della bellissima e commovente predica dell'Arcivescovo di Canterbury rivolta ai fedeli in occasione della messa di Natale, ma tutto il resto è scivolato via così, senza infamia né lode... Forse i tempi non erano maturi per questa lettura. Tre stelline, ma con riserva!

    Is this helpful?

    Thule said on Sep 20, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'eterno disegno.

    "Quale giorno è il giorno in cui ci è dato sapere per che cosa speriamo o per che cosa temiamo? Ogni giorno è il giorno in cui temere o sperare. Ogni monento è decisivo come un altro. Solo quando ci voltiamo a guardare il passato noi facciamo una sce ...(continue)

    "Quale giorno è il giorno in cui ci è dato sapere per che cosa speriamo o per che cosa temiamo? Ogni giorno è il giorno in cui temere o sperare. Ogni monento è decisivo come un altro. Solo quando ci voltiamo a guardare il passato noi facciamo una scelta e decidiamo che il giorno fu quello. Ma il momento cruciale è sempre quì ed ora. Anche adesso attraverso sordidi particolari ci può essere svelato l'eterno disegno". Queste parole che Eliot mette in bocca al "Terzo Prete" nella sua opera, rappresentano per me la Vera Avventura di ogni vita cristiana. In fin dei conti è dentro quei "sordidi particolari" che ci giochiamo ogni giorno tutto di noi stessi: o sono l'occasione per essere veramente se stessi o sono la nostra tomba. Chi più della Madre di Dio ci testimonia questo, il suo "si", un particolare della sua vita che ha svelato l'eterno disegno.

    Is this helpful?

    Beppisem said on Aug 15, 2012 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book