Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Assassino senza volto

Le inchieste del commissario Wallander 1

Di

Editore: Marsilio (Tascabili maxi)

3.6
(2302)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 366 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Francese , Spagnolo , Olandese , Sloveno , Norvegese , Svedese , Polacco , Finlandese

Isbn-10: 883170639X | Isbn-13: 9788831706391 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Giorgio Puleo

Disponibile anche come: Altri , Copertina rigida , eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Assassino senza volto?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Serie: Le inchieste del commissario Wallander - 1 Una giornata di gennaio, in un paese della Svezia, un contadino scopre che i suoi vicini, una coppia di vecchi contadini, sono stati assaliti e picchiati barbaramente. Incredulo di fronte a tanto sangue, avverte la polizia. Kurt Wallander accorre subito alla chiamata della centrale e quello che vede è peggio di quanto avesse immaginato. L'uomo è stato torturato e colpito fino alla morte, la donna è ancora viva e anche lei vittima di una violenza senza ragione. Prima di morire sussurra le sue ultime parole: "Straniero, straniero". Basta una fuga di notizie e i cittadini organizzano una caccia all'uomo. Wallander deve arginare la loro determinazione a farsi giustizia da soli, ma presto scoprirà anche che l'uomo ucciso conduceva una doppia vita.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Interessante giallo con protagonista il commissario Wallander.
    E' stato il mio battesimo per questo genere, devo ammettere che mi ha intrigato, anche se nel mezzo si è un pò perso con l'apertura dell'altro caso; ma mi è piaciuta la risoluzione, è scorrevole e ci ha lasciato quel mistero irrisolt ...continua

    Interessante giallo con protagonista il commissario Wallander. E' stato il mio battesimo per questo genere, devo ammettere che mi ha intrigato, anche se nel mezzo si è un pò perso con l'apertura dell'altro caso; ma mi è piaciuta la risoluzione, è scorrevole e ci ha lasciato quel mistero irrisolto che ci tormenterà all'infinito.

    ha scritto il 

  • 3

    Assassino senza volto

    Mio primo libro di questo scrittore svedese. Interessante il personaggio del commissario e lì'indagine (che sono in effetti due distinte). Consigliato.

    ha scritto il 

  • 2

    Prima avventura per Wallander

    Nonostante la storia non sia tra le piu' accattivanti e i personaggi di contorno non siano molto rilevanti, comincia a presentarsi il personaggio di un commissario non stereotipato e piuttosto realisticamente interessante. Con le sue fragilita', molti dubbi, non pochi errori ed il marchio artigia ...continua

    Nonostante la storia non sia tra le piu' accattivanti e i personaggi di contorno non siano molto rilevanti, comincia a presentarsi il personaggio di un commissario non stereotipato e piuttosto realisticamente interessante. Con le sue fragilita', molti dubbi, non pochi errori ed il marchio artigianale di una cronica sonnolenza o letargia. Una umanita' piu' plausibile di molti altri "dannati" detective, agenti o tutori della legge.

    ha scritto il 

  • 4

    Un giallo dal vago sapore di thriller, nella cui prima parte si segue passo passo il commissario Wallander nelle sue indagini e nelle sue (sbrigative) elucubrazioni. La seconda parte è molto più sintetica e sbrigativa: si chiudono questioni rimaste appese ed il tempo scorre molto più velocemente. ...continua

    Un giallo dal vago sapore di thriller, nella cui prima parte si segue passo passo il commissario Wallander nelle sue indagini e nelle sue (sbrigative) elucubrazioni. La seconda parte è molto più sintetica e sbrigativa: si chiudono questioni rimaste appese ed il tempo scorre molto più velocemente. Un libro piacevole, cui non avrebbe fatto male una seconda revisione. Vedremo con i prossimi.

    ha scritto il 

  • 3

    Un giallo molto lento, più volte si ha la sensazione che sia solo un pretesto per una critica alla politica ed alla società svedese su come viene gestito il problema degli immigrati. Non mi ha preso. Non so se ne leggerò altri della stessa serie...

    ha scritto il 

  • 4

    Mankell mi è stato consigliato da un’amica, sapeva che mi sarebbe piaciuto. Infatti in pochissimo tempo i suoi libri sono diventati una droga per me. Alla quale ha contribuito Kenneth Branagh. Sì, avete letto bene. Perché anche Branagh è un appassionato di Wallander, tanto da decidere di interpre ...continua

    Mankell mi è stato consigliato da un’amica, sapeva che mi sarebbe piaciuto. Infatti in pochissimo tempo i suoi libri sono diventati una droga per me. Alla quale ha contribuito Kenneth Branagh. Sì, avete letto bene. Perché anche Branagh è un appassionato di Wallander, tanto da decidere di interpretare il nostro Commissario in una serie TV targata BBC (ve la consiglio, anche se da noi non è stata trasmessa tutta). Ovviamente ho iniziato dal primo libro della serie “Assassino senza volto”.

    Come fare a descrivere un giallo? Non posso certo svelarvi i punti cardine dell’intreccio. Posso solo dirvi che il libro è ambientato nel 1990, in Svezia. Un vecchio contadino e la moglie vengono barbaramente uccisi apparentemente senza motivo.

    Sul caso indaga la polizia di Ystad, e a capo della squadra investigativa c’è il commissario Kurt Wallander. Inizialmente la squadra non ha molto su cui lavorare, le ultime parole della donna porterebbero a pensare che i colpevoli siano immigrati. Ma la polizia di Ystad non potrà tralasciare alcuna pista … http://paroleinfinite.wordpress.com/2014/01/17/assassino-senza-volto-henning-mankell/

    ha scritto il 

  • 3

    Il preferito di Zizek

    Secondo Zizek, il famoso filosofo enciclopedico, appassionato di ogni forma pop di cultura (cinema, letteratura, musica, arte) Mankell è il giallista migliore dell'universo. Non sono un esperto del genere e mi rimetto. Con curiosità ho letto quindi questo romanzo, che non mi ha né deluso né esalt ...continua

    Secondo Zizek, il famoso filosofo enciclopedico, appassionato di ogni forma pop di cultura (cinema, letteratura, musica, arte) Mankell è il giallista migliore dell'universo. Non sono un esperto del genere e mi rimetto. Con curiosità ho letto quindi questo romanzo, che non mi ha né deluso né esaltato. E' come ci si può immaginare un thrilling poliziesco scandinavo (in specie svedese). Chiaro, ordinato, melanconico senza essere cupo, ben strutturato senza essere geniale, equilibrato, talvolta lento. Comunque una lettura che non ha mai annoiato.

    ha scritto il 

  • 2

    La storia in se' può anche avere degli spunti interessanti, il protagonista non e' male, anche se il confronto letto da qualche parte con Harry Hole di Nesbo non regge neppure lontanamente. Vergognosa la traduzione di questa edizione ebook che dubito sia stata sottoposta ad una correzione di bozz ...continua

    La storia in se' può anche avere degli spunti interessanti, il protagonista non e' male, anche se il confronto letto da qualche parte con Harry Hole di Nesbo non regge neppure lontanamente. Vergognosa la traduzione di questa edizione ebook che dubito sia stata sottoposta ad una correzione di bozze; errori di sintassi, ripetizioni, refusi inaccettabili anche in una edizione economica

    ha scritto il 

  • 5

    Aunque dicen por ahí que las dos primeras no son de lo mejor del autor ni de la saga, a mí me ha encantado. El libro es muy ameno y fácil de leer y la historia es muy entretenida. Además, sirve para conocer a Wallander, el protagonista de la saga, y a algunos de sus compañeros.

    ha scritto il 

Ordina per