Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Astro Boy vol. 1

Tetsuwan Atom

Di

Editore: Panini Comics - Planet Manga

4.4
(33)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 232 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8863465665 | Isbn-13: 9788863465662 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri

Ti piace Astro Boy vol. 1?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nuova edizione, volume 1 di 5.

C'era una volta un caro bambino che morì in un tragico incidente stradale, per poi rinascere come... robot! Atom, questo il suo nome, combatte contro la criminalità, l'ignoranza, la cattiveria, l'ottusità, in un mondo in cui esseri umani e robot convivono, seppure non alla pari.
Dal genio di Osamu Tezuka, uno dei più grandi artisti del ventesimo secolo, una selezione straordinaria di episodi della sua opera più celebre. Conosciuto anche come Astro Boy, Atom è il supereroe bambino più mitico che ci sia!

Ordina per
  • 4

    Apprezzo i lavori monumentali di Tezuka più per l'importanza che hanno avuto per la storia del fumetto che per passione personale (dei suoi fumetti ne ho letto solo alcuni, e in parte, e quello che mi è piaciuto realmente è stato "La storia dei tre Adolf").
    Ho preso questo "Astro boy" perch ...continua

    Apprezzo i lavori monumentali di Tezuka più per l'importanza che hanno avuto per la storia del fumetto che per passione personale (dei suoi fumetti ne ho letto solo alcuni, e in parte, e quello che mi è piaciuto realmente è stato "La storia dei tre Adolf").
    Ho preso questo "Astro boy" perchè volevo leggere la storia da cui ha preso spunto Urasawa per "Pluto", una specie di rifacimento del classico di Tezuka.
    La lettura di queste storie porta in un'epoca (gli anni cinquanta) in cui tutto aveva un senso del meraviglioso - specialmente la tecnologia con tutte le sue potenzialità meravigliose ma anche inquietanti - che oggi fatichiamo a comprendere; aggiungiamo anche un pizzico di ingeunità nella costruzione delle trame, comprensibile.
    Ancora godibile invece lo stile grafico plastico e personale di Tezuka, l'energia che sprigiona ogni vignetta e ogni strano personaggio che la sua fantasia fosse capace di immaginare.

    ha scritto il 

  • 4

    C'era una volta un caro bambino....

    Grande Osamu, viva il tuo piccolo androide emulo topoliniano (vedasi orecchie di Topolino e ciuffi di Atom, pantaloncini e dichiarazioni dell’autore) così buono da imbarazzare.

    Lo pensavo troppo anni 50 e dal disegno troppo semplicistico.
    Mi devo ricredere.
    Ha certo una visione ...continua

    Grande Osamu, viva il tuo piccolo androide emulo topoliniano (vedasi orecchie di Topolino e ciuffi di Atom, pantaloncini e dichiarazioni dell’autore) così buono da imbarazzare.

    Lo pensavo troppo anni 50 e dal disegno troppo semplicistico.
    Mi devo ricredere.
    Ha certo una visione un pò troppo bianco e nero, ma vi aggiunge anche una verve, un'ironia, un tratto lineare ed efficacissino che anche se un pò d'antan rendono molto bene.

    I temi poi sono molto moderni anche se scontano l'età in una certa ingenuità, sono a loro modo teneri, soprattutto quando si guarda a quella dicotomia bene male che tanto si vorrebbe fosse vera anche nella realtà.
    Mi ricorda insieme Asimov (ehi, le leggi della robotica...pensate da entrambi gli autori negli stessi anni!) e Tin Tin (come disegno e ragazzino avventuroso, ma è meno antipatico).

    Mi piacciono soprattutto quegli episodi in cui si vive la diversità tra uomini e robot ed insieme la loro somiglianza di sentimenti, il sentire di non poter essere uguali ma desiderare tanto uno stesso riconoscimento. “Se potessi, piangerei” dice Atom ad un certo punto. Ecco, anche io qui mi commuovo.

    Certo, avrei preferito una riedizione integrale a questa selezione di episodi, visto che talvolta non capisco se vi siano delle tavole saltate o sia così in originale ^_^.

    Dal genio di Osamu Tezuka, uno dei più grandi artisti del ventesimo secolo, una nuova edizione in 5 numeri e una selezione straordinaria di episodi della sua opera più celebre "Astro Boy - Tetsuwan Atom".
    Un classico dei manga.

    Tetsuwan Atom" (Atom dal pugno di ferro o Il potente Atom, in Italia conosciuto come "Astro Boy") nasce ufficialmente in Giappone nell'aprile del 1952 in forma seriale sulle pagine della rivista "Shonen Manga" e le sue avventure durano fino al marzo del 1968. L'autore è Osamu Tezuka -nato in Giappone a Toyonaka (Osaka) il 3 novembre 1928 e morto a Osaka il 9 febbraio 1989- considerato meritatamente il padre del manga moderno, anzi, il dio dei manga o, come viene chiamato da alcuni (soprattutto in occidente), il Walt Disney giapponese.
    da uBC, Enciclopedia online del fumetto

    Altre famose opere di Tezuka, trasposte anche in cartoon: La Principessa Zaffiro, Kimba, il leone bianco.

    ha scritto il 

  • 4

    Ci troviamo di fronte ad un classicissimo del genere manga, ma anche del fumetto in genere data la risonanza internazionale che quest'opera ha avuto. Il giudizo deve per forza tenere conto dell'anagrafe del personaggio che ormai ha sulle spalle più di cinquant'anni e soprattutto della considerazi ...continua

    Ci troviamo di fronte ad un classicissimo del genere manga, ma anche del fumetto in genere data la risonanza internazionale che quest'opera ha avuto. Il giudizo deve per forza tenere conto dell'anagrafe del personaggio che ormai ha sulle spalle più di cinquant'anni e soprattutto della considerazione che il media fumetto aveva negli anni '50. Le storie in genere sono un po' deboli ma sempre condite con una sana morale e ingenuità che portano più a un sorriso che alla noia. I disegni sono semplici ma molto efficaci nello story-telling e molto simpatici nel mecha-design. Piccola nota di demerito per l'edizione che non ha avuto il coraggio di una riedizione integrale e non ha neppure inserito alcun materiale extra (interviste, articoli, recensioni ... ) che il formato pregiato e il prezzo avrebbero meritato.

    ha scritto il