Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Atonement

By

Publisher: Vintage

4.2
(6676)

Language:English | Number of Pages: 384 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , French , Chi simplified , German , Italian , Spanish , Swedish , Catalan , Latvian , Polish , Slovenian , Portuguese , Finnish

Isbn-10: 0099429799 | Isbn-13: 9780099429791 | Publish date:  | Edition New Ed

Also available as: Hardcover , Audio Cassette , Audio CD , eBook , Mass Market Paperback , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , History

Do you like Atonement ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
On the hottest day of the summer of 1934, thirteen-year-old Briony Tallis sees her sister Cecilia strip off her clothes and plunge into the fountain in the garden of their country house. Watching her is Robbie Turner, her childhood friend who, like Cecilia, has recently come down from Cambridge. By the end of that day, the lives of all three will have been changed for ever. Robbie and Cecilia will have crossed a boundary they had not even imagined at its start, and will have become victims of the younger girl's imagination. Briony will have witnessed mysteries, and committed a crime for which she will spend the rest of her life trying to atone.
Sorting by
  • 5

    Metanarrativa. Avete presente Conversation with myself di Bill Evans, in cui il maestro incide sopra se stesso? Lo stesso effetto straniante e affascinante.

    said on 

  • 4

    Ho adorato infinitamente la prima parte: un McEwan estremamente introspettivo e minuzioso, ma mai noioso; la seconda parte invece non mi ha catturato quanto la prima... davvero un peccato.

    said on 

  • 5

    La colpa e l'espiazione

    La violenza non esige il colpevole, la violenza esige un colpevole. La colpa va espiata, ma da chi non importa. Bisogna salvaguardare l'onore e il buon nome, ci sarà sempre qualcuno contro cui puntare ...continue

    La violenza non esige il colpevole, la violenza esige un colpevole. La colpa va espiata, ma da chi non importa. Bisogna salvaguardare l'onore e il buon nome, ci sarà sempre qualcuno contro cui puntare il dito. Briony è una bambina e tutto questo non lo sa. Vede ciò che vorrebbe e non sa che le sue azioni non resteranno le battute di un personaggio sul palcoscenico, ma distruggeranno tutto come bombe a orologeria. Bombe di guerra, la guerra che spazza via le colpe e ne ricopre le coscienze di nuove, più pesanti, più ingombranti.
    Questo romanzo è l'immagine di un tempo, un tempo di valori e disvalori. La guerra arriva come una punizione divina di fronte all'indifferenza. Robbie e Cecilia sono emozione, vita, brividi, tutto ciò che gli altri si vergognano di essere, non verranno compresi nello squallore dei loro pochi metri quadrati.
    Il dolore trasuda dalle pagine, come il silenzio, ciò che si riesce a pronunciare non racconta nulla, sono frasi di circostanza, sono le battute di un copione che i bambini si divertono a recitare e che ancora non sanno che sarà sempre la loro condanna.

    Federica D'Angelantonio

    said on 

  • 5

    Nell'estate del 1935 la tredicenne Briony Tallis organizza il suo spettacolo teatrale, a casa sua. Vari personaggi affollano casa Tallis in questa giornata: Cecilia Tallis e Robbie, il figlio della ca ...continue

    Nell'estate del 1935 la tredicenne Briony Tallis organizza il suo spettacolo teatrale, a casa sua. Vari personaggi affollano casa Tallis in questa giornata: Cecilia Tallis e Robbie, il figlio della cameriera, che è tornato dal college con ottimi voti, college che frequenta grazie alla generosità del signor Tallis; Leon Tallis e il suo amico industriale tornano a casa proprio in questa giornata e infine sono attesi anche i cugini Tallis, Lola e i gemelli Jackson e Pierrot, vittime dei continui litigi dei genitori, che pensano bene di mandarli in vacanza dalla zia.
    In questa giornata apparentemente normale, ognuno di loro è protagonista e parteciperà, volente o nolente, a qualcosa che cambierà la vita di ciascun abitante della casa.
    Briony Tallis è testimone di un fatto che la turba molto e che la sua giovane mente da scrittrice interpreta in un modo sbagliato. Briony ha una fervida immaginazione, ancora più fervida di un normale bambino/adolescente e le servono solo pochi attimi per costruire una storia che per lei rappresenterà la verità per molto tempo.
    Questa è sola la prima parte del romanzo, mentre la seconda e la terza parte sono rispettivamente dedicate a Robbie e a Briony, un paio d'anni dopo quella fatidica giornata. La guerra è la protagonista di queste due parti, direttamente, grazie a Robbie, soldato dell'esercito inglese che si trova in Francia, e indirettamente, grazie a Briony, infermiera tirocinante, che si trova per la prima volta in contatto con quello che la guerra può compiere.
    La mia parte preferita è quella incentrata su Briony. E pensare che dopo la visione del film l'avevo odiata e mi aveva fatto rimandare la lettura di questo libro per anni, perché sapevo che avrei sofferto. Con le parole di McEwan penso di aver capito meglio questa ragazzina, animata dal sogno di diventare una grande scrittrice e desiderosa di proteggere la sorella da quel ragazzo che si comporta in modo così strano. In realtà Briony non si è mai perdonata e, per tutta la vita, ha cercato di espiare la sua colpa dando il lieto fine alle due persone alle quali l'aveva negato.

    said on 

  • 5

    wonderful!

    Nonostante mi sia accostata a questo libro dopo aver visto il film, tempo fa, aver adorato l'ultimo libro di McEwan e apprezzato altri due suoi romanzi, questo libro secondo me è a dir poco sorprenden ...continue

    Nonostante mi sia accostata a questo libro dopo aver visto il film, tempo fa, aver adorato l'ultimo libro di McEwan e apprezzato altri due suoi romanzi, questo libro secondo me è a dir poco sorprendente. Ritengo stupefacente il modo in cui l'autore gioca con le parole, rendendo un granello di polvere interessante come un quadro in continuo movimento. Avendo già visto il film, alcune piccole sorprese mi erano già note ma nonostante ciò l'emozione nel leggere è stata altissima, tanto da perdere il sonno di notte. So che non leggerò molti libri altrettanto ben riusciti ma sono felice di aver voluto leggere questo. Personaggi ben delineati, terribilmente e meravigliosamente reali. Inevitabile fare il tifo per Cee e Robbie e provare un po' di fastidio per Briony ma a mio avviso il personaggio più antipatico è Lola, sebbene anche la mamma di Cecilia non mi sembra così positiva. Bravo bravo bravo

    said on 

  • 4

    Ho finalmente rivalutato l'autore, che con i primi due libri non mi aveva convinto particolarmente. Espiazione è una storia sofferta, intricata e commovente. L'abilità narrativa di McEwan è fuori disc ...continue

    Ho finalmente rivalutato l'autore, che con i primi due libri non mi aveva convinto particolarmente. Espiazione è una storia sofferta, intricata e commovente. L'abilità narrativa di McEwan è fuori discussione: è abile, bravo e capace, anche se a volte un po' prolisso. In questo libro, a mio parere bellissimo, sfiora il capolavoro senza però toccarlo. Consigliato!

    said on 

  • 3

    Se ne avessi avuto la possibilità, avrei aggiunto una mezza stellina: ho adorato la descrizione dei personaggi, delle loro emozioni e sentimenti. L'accuratezza di McEwan in questi particolari ha perme ...continue

    Se ne avessi avuto la possibilità, avrei aggiunto una mezza stellina: ho adorato la descrizione dei personaggi, delle loro emozioni e sentimenti. L'accuratezza di McEwan in questi particolari ha permesso alla storia di regalare a me lettrice una gamma vastissima di sensazioni: non avrei mai immaginato che in circa 150 pagine si potessero raccontare gli avvenimenti di una sola giornata!
    Ecco il perché la mezza stellina non è diventata la quarta del mio "voto": a tratti ho trovato alcuni passaggi lenti, macchinosi, in grado di allontanarmi dal filo conduttore della storia.

    said on 

  • 2

    Non mi è piaciuto molto e ho trovato la trama troppo contorta. Anche se riconosco interessante la descrizione dei fatti da due punti di vista, credo che complichi e rovini un po' la lettura (per lo me ...continue

    Non mi è piaciuto molto e ho trovato la trama troppo contorta. Anche se riconosco interessante la descrizione dei fatti da due punti di vista, credo che complichi e rovini un po' la lettura (per lo meno in questo caso)

    said on 

Sorting by