Atti osceni in luogo privato

Di

Editore: Feltrinelli (I narratori)

3.6
(1463)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 249 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8807031256 | Isbn-13: 9788807031250 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: eBook

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Salute, Mente e Corpo

Ti piace Atti osceni in luogo privato?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Questa è una storia che comincia una sera a cena, quando Libero Marsell, dodicenne, intuisce come si può imparare ad amare. La famiglia si è da poco trasferita a Parigi. La madre ha iniziato a tradire il padre. Questa è la storia, raccontata in prima persona, di quel dodicenne che da allora si affaccia nel mondo guidato dalla luce cristallina del suo nome. Si muove come una sonda dentro la separazione dei genitori, dentro il grande teatro dell'immaginazione onanistica, dentro il misterioso mondo degli adulti. Misura il fascino della madre, gli orizzonti sognatori del padre, il labirinto magico della città. Avverte prima con le antenne dell'infanzia, poi con le urgenze della maturità, il generoso e confidente mondo delle donne. Le Grand Liberò, così lo chiama Marie, bibliotecaria del IV arrondissement, dispensatrice di saggezza, innamorata dei libri e della sua solitudine, è pronto a conoscere la perdita di sé nel sesso e nell'amore. Lunette lo porta sin dove arrivano, insieme alla dedizione, la gelosia e lo strazio. Quando quella passione si strappa, per Libero è tempo di cambiare. Da Parigi a Milano, dallo Straniero di Camus al Deserto dei Tartari di Buzzati, dai Deux Magots, caffè esistenzialista, all'osteria di Giorgio sui Navigli, da Lunette alle "trentun tacche" delle nuove avventure che lo conducono, come un destino di libertà, al sentimento per Anna.
Ordina per
  • 4

    Da figlio a padre

    In queste 250 pagine Libero Marsell ci racconta della sua crescita e della sua trasformazione da preadolescente a neopadre. Ci racconta con delicatezza del suo rapporto con il padre e con la madre e d ...continua

    In queste 250 pagine Libero Marsell ci racconta della sua crescita e della sua trasformazione da preadolescente a neopadre. Ci racconta con delicatezza del suo rapporto con il padre e con la madre e del suo rapporto con il sesso e con l'amore. Una vita intensa tra Parigi e Milano, nella quale la letteratura fa da filo conduttore e alla fine da ancora di salvezza per Libero. Libro molto piacevole, che si legge tutto di un fiato e che mi lascerà sicuramente un piacevolissimo ricordo!

    ha scritto il 

  • 4

    meglio del previsto

    superato il pregiudizio generato dal titolo e dalla copertina, superata la descrizione del rapporto orale pronti via alla prima pagina, il resto della lettura è coinvolgente e piacevole.

    ha scritto il 

  • 5

    Tre mesi dopo....

    Ho passare del tempo prima di scrivere questa recensione....l'ho lasciato passare appositamente.
    E ora, ho deciso di scrivere questa recensione...ma diversamente dalle altre non mi dilungherò, non scr ...continua

    Ho passare del tempo prima di scrivere questa recensione....l'ho lasciato passare appositamente.
    E ora, ho deciso di scrivere questa recensione...ma diversamente dalle altre non mi dilungherò, non scriverò nulla sulla trama, scriverò solo una frase, che rappresenta perfettamente quello che questo libro è stato per me...

    Il libro giusto....al momento giusto.....

    ha scritto il 

  • 4

    Questo libro ha una linea sottile di congiunzione che dal principio ci conduce alla fine, attraverso la crescita personale del protagonista. Sono i romanzi fondamentali della sua vita, delle trame che ...continua

    Questo libro ha una linea sottile di congiunzione che dal principio ci conduce alla fine, attraverso la crescita personale del protagonista. Sono i romanzi fondamentali della sua vita, delle trame che lo supportano lungo il suo percorso, che ognuno di noi possiede, ma ai quali spesso non si presta molta attenzione, se non in età matura. Film, canzoni, classici della letteratura, sono suoi maestri di educazione sentimentale, che lo aiutano a rapportarsi con le persone. Ma alla fine il cerchio si chiude con la genesi di tutto, la scrittura. Alla base di film, canzoni e libri, c'è la scrittura, così il protagonista, che annotava un libro tutti i suoi pensieri e dubbi, una volta diventato padre scopre che la scrittura è stata la sua vera salvezza aiutandolo a fare un analisi della sua vita è delle sue emozioni. Aiutandolo ad essere quello che è diventato.

    ha scritto il 

  • 4

    Holden è tornato

    La prima cosa che colpisce di questo libro è la copertina. Irriverente per chi ci vede il di dietro di una donna, confortante per chi trova le cuciture di un divano.
    Avevo deciso di non comprarlo pr ...continua

    La prima cosa che colpisce di questo libro è la copertina. Irriverente per chi ci vede il di dietro di una donna, confortante per chi trova le cuciture di un divano.
    Avevo deciso di non comprarlo proprio per la copertina, credevo fosse uno di quei libretti inutili scritti da giovani che in qualche modo riescono a farsi strada nel mondo dell’editoria. E non avevo mai sentito parlare dello scrittore. Poi i commenti entusiasti si sprecavano. E allora ho dato una possibilità. E ho fatto benissimo.
    Libero, mon ami.
    Libero è un giovane adolescente che si trasferisce con la famiglia a Parigi e da lì parte il suo percorso di crescita, emotiva, spirituale esistenziale. Conosce l’amore, la delusione, il dolore. Riconosce nei suoi genitori l’uomo e la donna che sono. Ha modo di scoprirli e apprezzarli una volta lontano. Il suo è un percorso di coscienza, di consapevolezza. C’è un libro per ogni male. E Libero è così che cerca di curarsi, di bucare la corazza dell’uovo, diventare bruco e poi alla fine farfalla. Troverà la sua dimensione ma solo attraverso un viaggio emozionale che dura una vita o un battito di ciglia.
    Una sorpresa. E’ quello che non ti aspetti. Delicato di pensieri, scrittura piacevolissima. Libero è il nuovo Holden.

    ha scritto il 

  • 5

    Fosse stato per quel culo in copertina, non mi sarebbe mai passato per la testa di acquistare questo libro. Ma il passa-parola tra lettori di fiducia ha fatto colpo ancora una volta.
    Atti osceni in lu ...continua

    Fosse stato per quel culo in copertina, non mi sarebbe mai passato per la testa di acquistare questo libro. Ma il passa-parola tra lettori di fiducia ha fatto colpo ancora una volta.
    Atti osceni in luogo privato è la storia di Cher Libero, un ragazzo che diventa uomo. Missiroli ce la racconta, tra purezza e indecenza, dando ad entrambe la dovuta dignità. Narra di amicizie autentiche, di quelle che ti accompagnano per tutta la vita. E di grandi amori, l'amore indulgente per un genitore, l'amore devoto per una donna, l'amore appagante per il proprio lavoro.
    Libero cresce, pagina dopo pagina. A guidarlo, maestri di vita eccezionali: scrittori di ogni tempo ed ogni dove. Il lettore è accanto a lui mentre attraversa le sue insicurezze sino a tramutarle in certezze; è con lui mentre affronta il percorso lungo e accidentato verso la conquista dell'inestimabile eredità racchiusa nel suo nome. E, giunto all'ultima pagina, con un nodo in gola, non potrà che accorgersi di volergli bene.
    Un libro magnetico, infarcito di interessanti spunti letterari e cinematografici, autentico nelle emozioni descritte e nelle riflessioni suscitate.
    Missiroli, sei stato una felice scoperta!

    ha scritto il 

  • 3

    Romanzo di formazione osé

    Si tratta si una specie di romanzo di formazione del protagonista sotto il profilo sessuale, dai 12 anni al momento in cui diventa padre. Visto l'argomento sarebbe stato facile ricadere nel cattivo gu ...continua

    Si tratta si una specie di romanzo di formazione del protagonista sotto il profilo sessuale, dai 12 anni al momento in cui diventa padre. Visto l'argomento sarebbe stato facile ricadere nel cattivo gusto e sfruttare la curiosità del lettore per gli argomenti un po' più spinti, senza curarsi della storia. Invece tutto sommato non mi è dispiaciuto, anche se non è molto originale. E' interessante il fatto che il protagonista sia un buon lettore e che si citino moltissimi altri libri.
    3 stelle e 1/2

    ha scritto il 

  • 3

    Sesso libero

    Parigi/Milano a/r in formazione "libera" parlando e praticando sesso.
    Il rapporto con "le" donne dall'infanzia all'età adulta (madre, amante, amica, ...) senza cali di tensione, ma con alcune situazio ...continua

    Parigi/Milano a/r in formazione "libera" parlando e praticando sesso.
    Il rapporto con "le" donne dall'infanzia all'età adulta (madre, amante, amica, ...) senza cali di tensione, ma con alcune situazioni (quasi) inverosimili.
    Interessanti le citazioni letterarie, ma forse eccessive,
    Ben delineati i personaggi: la figura del padre soprattutto.
    Romanzo di formazione (sentimentale, sessuale e letteraria).
    Voto ***1/2

    ha scritto il 

  • 2

    Un romanzo di formazione tra Parigi e Milano.
    Una storia poco originale.
    A tratti poco credibile (spingere il primo amore tra le mani di uno sconosciuto), a tratti banale (la storia con la donna dell' ...continua

    Un romanzo di formazione tra Parigi e Milano.
    Una storia poco originale.
    A tratti poco credibile (spingere il primo amore tra le mani di uno sconosciuto), a tratti banale (la storia con la donna dell'amico)...
    Un po' di sesso. Un po' di citazioni colte.
    Un po' furbo. Un po' banale.

    ha scritto il 

  • 2

    Ennesimo romanzo di formazione con poca letteratura

    Si racconta della crescita di un ragazzo (prima bambino poi adolescente, infine uomo e padre), della sua famiglia, delle sue storie sentimentali. Si sfiora con malcelata nonchalanche l'erotismo, si co ...continua

    Si racconta della crescita di un ragazzo (prima bambino poi adolescente, infine uomo e padre), della sua famiglia, delle sue storie sentimentali. Si sfiora con malcelata nonchalanche l'erotismo, si condisce il racconto con citazioni critiche di letteratura alta (peraltro piuttosto interessanti).
    Non che si faccia detestare, ma c'è così poca letteratura in queste pagine che appena finita la storia non rimane gran che.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per