Atto di morte

Di

Editore: Elliot

3.7
(22)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 192 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8861922740 | Isbn-13: 9788861922747 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Manuela Francescon

Genere: Narrativa & Letteratura , Gay & Lesbo , Mistero & Gialli

Ti piace Atto di morte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In questo secondo capitolo della serie Dave Brandstetter Mysteries, il nostro investigatore assicurativo è chiamato a indagare sulla morte di un uomo il cui corpo viene ritrovato su una spiaggia. Incidente, suicidio o delitto? La sua giovane fidanzata è convinta che non sia stato un incidente, tanto meno un suicidio, e Brandstetter sembra condividere la sua opinione. Tra i sospettati, il numero uno è senz’altro il giovane e affascinante (nonché presunto gay) figlio della vittima, unico beneficiario della polizza sulla vita stipulata dal padre, ma il ragazzo sembra essere scomparso. In realtà vanno tenuti d’occhio anche la ex moglie e un famoso attore scapolo, protagonista di film a sfondo dichiaratamente cattolico, nonché numerosi altri potenziali colpevoli. Mentre segue ogni possibile pista con la sua proverbiale flemma, Dave cerca anche di rimettere in piedi la sua vita privata. Alla fine di Scomparso, aveva appena incontrato Doug. Ora i due vivono insieme da alcuni mesi, ma questo non sembra sufficiente perché entrambi riescano a dimenticare i loro passati amori. Hansen descrive con eleganza e precisione del dettaglio la vicenda e i personaggi, dosando abilmente gli elementi della vita privata del suo protagonista con il procedere dell’intreccio. Il risultato è una storia affascinante che ancora oggi conserva intatta la sua freschezza e tiene il lettore incollato alla pagina fino alla fine.
Ordina per
  • 3

    "Un nome appropriato, Arena Blanca. La sabbia che cingeva la piccola baia era di un chiarore che feriva gli occhi. La spiaggia era delimitata da uno sparuto gruppo di strette case di legno, dai cornic ...continua

    "Un nome appropriato, Arena Blanca. La sabbia che cingeva la piccola baia era di un chiarore che feriva gli occhi. La spiaggia era delimitata da uno sparuto gruppo di strette case di legno, dai cornicioni alti e il tetto piatto. Sebbene ridipinte da poco - giallo, blu, lavanda - erano squallide sotto il sole dell'inverno. Sopra i gabbiani fendevano un cielo che non era più allegro di un pezzo di demin nuovo".

    Certe volte anche gli accaniti lettori di libri fanno degli errori. Uno degli errori più frequenti è quello di alternare gli stili di scrittura nella sequenza dei libri che si leggono. Ed è quello che è successo a me, con questo libro. Stavo sistemando nella mia libreria un libro elegante e ben descritto quando ho deciso d'iniziare il libro di Hansen. Non vi nascondo la difficoltà di lettura che ho provato all'inizio, immergendomi in una scrittura diversa dal precedente.

    Nel libro di Hansen ritroviamo l'investigatore privato Dave Brandstetter, incaricato da un'assicurazione, che deve indagare sulle cause di morte di un uomo ritrovato sulla spiaggia esamine. La particolità di questo investigatore è la sua tendenza sessuale ed il suo rapporto controverso con il suo nuovo compagno.
    Continua su:

    http://www.labottegadelgiallo.com/#!Atto-di-morte-di-Hansen-Joseph-Anno-2007/cmbz/D5CC784D-EEC5-4940-A722-D150EEC4B39D

    ha scritto il 

  • 5

    Che hanno combinato?

    Vedo che non c'è nessuna recensione. Immagino i più fortunati abbiano letto l'edizione Elliot, molto più bella per formato e grafica della copertina che ora é, purtroppo, introvabile! Lo so che Elliot ...continua

    Vedo che non c'è nessuna recensione. Immagino i più fortunati abbiano letto l'edizione Elliot, molto più bella per formato e grafica della copertina che ora é, purtroppo, introvabile! Lo so che Elliot fa parte della LIT ma se mai qualcuno passerà da questi lidi, spero di avere informazioni sul perchè di questo cambio di grafica poraccia e da Elliot a LIT contando che Elliot non ha manco finito di pubblicare tutta la serie di Brandsetter! Sarà solo l'edizione economica? Non me ne capacito! Sigh

    ha scritto il 

  • 4

    Eccoci qui di nuovo con il nostro amico Dave, di nuovo ad investigare per capire se ci sia stato o no un omicidio. Tutto sembra negarlo, ma il nostro Brandstetter, sempre alle prese con il suo passato ...continua

    Eccoci qui di nuovo con il nostro amico Dave, di nuovo ad investigare per capire se ci sia stato o no un omicidio. Tutto sembra negarlo, ma il nostro Brandstetter, sempre alle prese con il suo passato, non si lascia convincere dalle apparenze e cerca di andare oltre e di capire cosa si nasconde dietro la morte di un libraio. Come al solito eleganza e classe nel descrivere i mondi più o meno sommersi di Hansen. Piacevole.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto più frizzante del primo episodio, forse perché i personaggi iniziano ad acquistare più profondità, più spessore umano. Il caso da risolvere è sempre legato alle assicurazioni sulla vita (ambito ...continua

    Molto più frizzante del primo episodio, forse perché i personaggi iniziano ad acquistare più profondità, più spessore umano. Il caso da risolvere è sempre legato alle assicurazioni sulla vita (ambito di lavoro di Brandstetter), questa volta ambientato nel mondo del teatro e del cinema (tipico scenario losangelino).
    Bellissime le scene dei "bisticci" tra i due amanti, che definiscono la gentilezza d'animo del detective.

    ha scritto il 

  • 4

    L’amore non ammette il dubbio

    Un nome appropriato, Arena Blanca. La sabbia che cingeva la piccola baia era di un chiarore che feriva gli occhi. La spiaggia era delimitata da uno sparuto gruppo di strette case di legno, dai cornici ...continua

    Un nome appropriato, Arena Blanca. La sabbia che cingeva la piccola baia era di un chiarore che feriva gli occhi. La spiaggia era delimitata da uno sparuto gruppo di strette case di legno, dai cornicioni alti e il tetto piatto. Sebbene ridipinte da poco – giallo, blu, lavanda – erano squallide sotto il sole dell’inverno. Sopra i tetti i gabbiani fendevano un cielo che non era più allegro di un pezzo di denim nuovo. La baia scintillava come una piastrella azzurra.

    L’eleganza del tratto, la ricercatezza del linguaggio, la particolare attenzione alla descrizione dei paesaggi, degli ambienti e il tratteggio dei personaggi sono il punto di forze dello stile di Joseph Hansen. Atto di morte è il secondo libro dopo Scomparso, dedicato all’investigatore assicurativo gay Dave Brandstetter, un personaggio indimenticabile, carico di umanità, gentile ed introverso, sofferente nella vita privata per la morte del suo precedente compagno Roul e per il vortice di incomprensioni che rischia di risucchiare e annientare la sua attuale storia con Doug. Questo secondo capitolo è pervaso da un senso di malinconia e tristezza accentuato ancora di più dai colori che diventano più cupi mano mano che si va avanti con la lettura, il bianco della spiaggia di Arena Blanca dell’incipit lascia il posto agli ombrosi interni delle abitazioni e al grigiore dell’anima di alcuni dei protagonisti.
    Il corpo senza vita del libraio John Oats, viene ritrovato sulla spiaggia di Arena Blanca, la polizia lo archivia subito come un caso di annegamento ma per la Madellion, l’agenzia presso la quale Oats era assicurato, non è tutto così chiaro e manda Brandstetter ad investigare. I sospettati sono tanti, tutti i personaggi che ruotavano intorno a John Oats, il figlio Peter, beneficiario della polizza, che nel frattempo è scomparso, la ex moglie Eve, l’attuale compagna, la giovane April, il socio in affari Charles Norwood o magari l’attore Wade Cochran, l’attore teatrale Bob Whittington o lo scrittore Ingalls. Le indagini sono nel perfetto stile Brandstetter che ho già apprezzato in Scomparso, molto accurate, riflessive e pacate.
    Mi è piaciuto molto incontrare di nuovo Dave Brandstetter e lasciarmi trasportare dalla bravura di Hansen, ho ritrovato quell’atmosfera retrò che tanto mi aveva affascinata in Scomparso Era una vecchia cabina telefonica di legno e vetro retinato, ricoperta di edere. Quando richiuse la porta a soffietto perché si accendesse la luce, viticci di edera si infilarono tra i cardini come radici in una bara. Nessuno sarebbe rimasto a parlare troppo a lungo li dentro, nessuno a cui piacesse vivere. Aspettò che il quarto di dollaro andasse giù con un tonfo metallico. Poi fece il numero.

    Bentornato Brandstetter e alla prossima, con immenso piacere…

    ha scritto il 

  • 0

    Atto di morte, di Joseph Hansen

    http://www.booksblog.it/post/17151/atto-di-morte-di-joseph-hansen

    Atto di morte, di Joseph Hansen è il secondo dei dodici romanzi dedicati a Dave Brandstetter, l’investigatore omosessuale, taciturno e ...continua

    http://www.booksblog.it/post/17151/atto-di-morte-di-joseph-hansen

    Atto di morte, di Joseph Hansen è il secondo dei dodici romanzi dedicati a Dave Brandstetter, l’investigatore omosessuale, taciturno e schivo, gentile e ostinato.

    ha scritto il