Jacques Austerlitz è un professore di storia dell'architettura, studioso di quei luoghi che, soprattutto nell'Ottocento, tendevano ad assumere forme involontariamente visionarie. Alto, dinoccolato, molto somigliante a Wittgenstein cui lo accomuna ...Continua
Ha scritto il 21/11/17
antoniodileta.wordpress.com/2017/11/21/austerlitz-w-g-sebald/“Perché non mi dici, ella domandò, disse Austerlitz, la ragione della tua inavvicinabilità? Perché, disse, da quando siamo arrivati qui sei come uno stagno gelato? Perché vedo le ...Continua
  • 1 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 20/11/17
Letto piuttosto in fretta, senza approfondire. Le descrizioni dei luoghi visitati sono accurate e sempre interessanti, corredate da riferimenti storici e connotazioni particolari.
Ha scritto il 08/10/17
"Salle des pas perdus"
"Tra le persone in attesa nella Salle des pas perdus c’era Austerlitz, un uomo che allora, nel ’67, aveva un aspetto quasi giovanile, con i capelli biondi singolarmente ondulati, come li ho visti soltanto all’eroe germanico Siegfried nel film ...Continua
  • 19 mi piace
  • 3 commenti
Ha scritto il 18/08/17
Intendiamoci: ci sono passaggi molto belli in questo libro. Sono belli perché sono belli; lo sembrano ancora di più perché aprono uno squarcio nel grigio cupo che è la tonalità dominante – anzi, l’unica tonalità – di questo lungo testo: ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 18/07/17
Echi proustiani...
Malinconico viaggio nel tempo e nella memoria. E' una lettura che mi ha dato anche l'occasione di approfondire alcuni aspetti storici che non conoscevo. La scrittura ti culla e ti porta dolcemente verso la fine, in unico flusso ininterrotto, in ...Continua

Ha scritto il Jul 25, 2017, 15:27
irresistibili.wordpress.com/2017/07/23/sul-traghetto-praga/
Ha scritto il Jul 20, 2017, 09:26
irresistibili.wordpress.com/2017/07/20/le-rive-del-tempo/
Ha scritto il Dec 28, 2013, 10:26
Per minuti oppure ore, chissà, rimasi in piedi senza riuscire a muovere un passo in quella sala dal soffitto che mi pareva altissimo, il viso levato verso la luce grigio ghiaccio, lunare, che penetrava attraverso una finestra al di sotto della ...Continua
Pag. 148
Ha scritto il Dec 28, 2013, 10:24
Dietro la fronte avvertivo già quell'infame torpore che prelude al declino della personalità, sentivo di non possedere realmente né memoria né raziocinio né un'esistenza nel vero senso del termine, di non aver fatto altro per tutta la vita che ...Continua
Pag. 136
Ha scritto il Dec 28, 2013, 10:23
Se mi fosse già stato chiaro allora che per Austerlitz esistevano momenti senza né inizio né fine e che, d'altra parte, l'intera sua vita gli appariva talvolta come un punto cieco privo di durata, avrei di certo saputo attendere meglio.
Pag. 130

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Ha scritto il Aug 25, 2015, 12:38
Hitler dona una città agli ebrei
Autore:
Filmato di propaganda girato dai tedeschi nel ghetto di Theresienstadt nel '44, a seguito della farsa inscenata in vista di un controllo della Croce Rossa internazionale. Citato nel libro a pagina 263 e seguenti, in cui Austerliz riflette sulla sua ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il Aug 25, 2015, 12:36
Toute la mémoire du monde
Autore: Alain Resnais
Cortometraggio del 1956 ambientato nella vecchia sede di Rue Richelieu della Bibliothèque Nationale di Parigi, in cui Austerliz era solito studiare. Citato nel libro a pagina 278.
  • 1 mi piace

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi