Autobiografia scientifica

Con interventi di Pauli, Born Heitler, Bohr Margenau, Reichenbach Godel

Di

Editore: Universale Bollati Boringhieri

4.1
(19)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 267 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8833903621 | Isbn-13: 9788833903620 | Data di pubblicazione: 

Genere: Non-narrativa , Filosofia , Scienza & Natura

Ti piace Autobiografia scientifica?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Invitato a parlare della propria vita per un volume celebrativo del suo settantesimo compleanno, Albert Einstein, sempre restio a ogni forma di pubblicità personale, apportò alla proposta un cambiamento significativo: non scrisse della sua esistenza privata, ma rievocò gli sviluppi del suo pensiero, dalle prime curiosità all'affermarsi della vocazione giovanile, sino al riconoscimento sempre più chiaro delle mete che si prefiggeva. Un'«autobiografia scientifica», insomma, dove più dei fatti contano le rivoluzionarie formulazioni teoriche che hanno impresso una svolta fondamentale alla fisica moderna. Nella seconda parte del volume, lo scritto di Einstein viene discusso da scienziati eminenti come Wolfgang Pauli, Max Born, Walter Heitler, Niels Bohr, Henry Margenau, Hans Reichenbach e Kurt Gòdel. In queste pagine rivive la grande disputa tra deterministi e indeterministi, tra la ricerca einsteiniana di una teoria del campo sempre più generale e la concezione opposta, allora sostenuta dalla maggioranza dei fisici. Nella sua incisiva replica finale Einstein risponde ai commentatori e ai critici. Il volume è completato dall'elenco cronologico degli scritti di Einstein.
Ordina per
  • 5

    Un testo molto importante per capire la posizione di Einstein nella seconda fase della sua vita, il suo isolamento dalla comunità dei fisici teorici. Nei saggi degli autori chiamati a "rendergli omagg ...continua

    Un testo molto importante per capire la posizione di Einstein nella seconda fase della sua vita, il suo isolamento dalla comunità dei fisici teorici. Nei saggi degli autori chiamati a "rendergli omaggio" si percepisce un misto di devozione e rabbia, simili ai sentimenti di un figlio abbandonato verso il proprio padre. Lui, il padre, tira dritto per la sua strada, con una lucidità e una tenacia che non possono che confermare la straordinarietà dell'uomo come scienziato e come filosofo.

    ha scritto il 

  • 4

    Un uomo che ha fatto storia. Poter entrare, anche a distanza di anni dalla sua morte, nei pensieri e nei discorsi di questo scienzato è bellissimo. Consigliato a tutti quelli che amano Fisica e Filoso ...continua

    Un uomo che ha fatto storia. Poter entrare, anche a distanza di anni dalla sua morte, nei pensieri e nei discorsi di questo scienzato è bellissimo. Consigliato a tutti quelli che amano Fisica e Filosofia...

    ha scritto il