Autorità

Trilogia dell'Area X - Vol. 2

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 439
| 72 contributi totali di cui 71 recensioni , 1 citazione , 0 immagini , 0 note , 0 video
Se non avete mai sentito parlare dell'Area X è merito della Southern Reach. Da trent'anni un fenomeno dall'origine sconosciuta sta alterando l'ecosistema costiero di un territorio nel Sud degli Stati Uniti. Cosa (o chi...) ha generato l'Area X, cosa ...Continua
Twin Fitzgerald...
Ha scritto il 16/10/18
Dopo essere rimasta molto piacevolmente colpita dal primo volume di questa trilogia, mi sono tuffata con fiducia in Autorità, il suo seguito, e devo dire di esserne rimasta profondamente delusa. In soldoni, non solo Autorità non spiega assolutamente...Continua
Gas
Ha scritto il 25/07/18
Lettura che mi perplime....
Ero partito a bomba con Annientamento, lo considero un vero e proprio capolavoro che ha tutto quello che di solito cerco in un romanzo fantascientifico e distopico, ed ero davvero entusiasta di continuare la Trilogia dell'Area X con questo secondo ca...Continua
Nemseck
Ha scritto il 14/06/18
Come una gara di lumache
Eccoci a bombissima sul secondo capitolo della saga, trilogia, ossessione, feticcio personale, libri che avrei potuto condensare in uno e invece no, di Jeff VanderMeer: Autorità. Come già detto, “Annientamento” nonostante il ritmo lento era riuscito...Continua
Xander Lavelle ...
Ha scritto il 28/05/18
Come il primo ha uno splendido ritmo lento e doloroso, con la memoria del protagonista e la southen reach e l'area x che si intrecciano. Ci si identifica con il protagonista e il suo relazionarsi con i un po' meno complessi altri personaggi che pure...Continua
Romeomuratori
Ha scritto il 01/04/18
Dopo la narrazione "in medias res", parte con questo secondo capitolo il racconto degli antecedenti, e dalla nebbia dell'incubo iniziale, si comincia a delineare un barlume, un filo conduttore lungo un labirinto dove a mano a mano che la luce procede...Continua

Sarawendy
Ha scritto il Oct 18, 2015, 10:16
Ma non ci pensava ogni giorno. Non ci pensavi ogni giorno altrimenti ti avrebbe consumato. Restava lì, senza un nome: una cosa triste, oscura, che ti pesava solo in certi momenti. Quando il ricordo diventava troppo vago, troppo astratto, si trasforma...Continua
Pag. 173

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi